5 cose che possono farti capire che la gatta è incinta

È possibile capire se la propria gatta aspetta dei piccoli oppure no senza dover ricorrere all'ecografia? Scopri come con noi

Probabilmente tutti coloro che possiedono una felina femmina desiderano sapere come intuire se quest’ultima sta aspettando dei piccoli o no. Effettivamente, come si fa a capire se una gatta è incinta?

La prima risposta che verrebbe in mente a chiunque e che ovviamente non è affatto sbagliata è: “guardando il pancione!”. Le cose che ti permetteranno di capirlo, però, sono anche altre, e le scoprirai qui con noi oggi!

Fase di calore interrotta

Quando una gatta interrompe improvvisamente il periodo del calore proprio nel pieno di quest’ultimo, con molte probabilità è perché è incinta.

Capezzoli ingrossati

Un altro potenziale segnale che compare sin dall’inizio della gravidanza (quindi quando non c’è ancora neanche il pancione) sono i capezzoli. Se essi sono più gonfi e rosei rispetto al normale, infatti, è proprio perché la tua adorata micia aspetta dei figlioletti!

Aumento dell’appetito

Le gatte incinte tendono a mangiare molto, forse anche più di quello che mangiavano prima di diventare mamme. Questo perché, ovviamente, avendo i piccoli nella pancia hanno bisogno di sfamare anche loro, oltre che loro stesse. Si tratta, quindi, di una cosa assolutamente normale.

micetto mamma dormire

Nausea e vomito mattutini

Così come succede anche alle mamme umane, rimettere e avere spesso attacchi di nausea fa parte della gravidanza. Per questo, non c’è affatto motivo di preoccupazione sulla salute della tua amica a quattro zampe, a meno che ovviamente la cosa non diventi troppo frequente e sempre più peggiore. In tal caso, contatta immediatamente il veterinario.

mamma pancione sdraiata

Addome allargato

Come dicevamo anche all’inizio, questo è l’indizio più conosciuto da tutti, l’inconfondibile pancione. A differenza degli altri, però, questo compare solo dopo le cinque settimane dall’inizio della gravidanza, per cui la cosa sarà già avanzata di parecchio prima di arrivare a quel punto.

Leggi anche: 5 cose per aiutare la gatta durante il parto in casa

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati