Cuccioli di Abissino, come pulirli? Consigli e attenzioni per prendersene cura

Cuccioli di Abissino, come pulirli? Chiunque abbia mai avuto uno di questi splendidi esemplari se lo è chiesto. Scopriamolo insieme.

cuccioli di abissino come pulirli

Cuccioli di Abissino, come pulirli? Sono degli splendidi esemplari, conosciuti in tutto il mondo. Chiunque ne abbia mai avuto uno, sostiene di essersi preso cura di lui sotto ogni punto di vista. Il felino ha una bellezza particolare e come tale deve essere preservata. Ma quindi, se parliamo di cuccioli di Abissino e di come pulirli, dobbiamo prepararci a qualcosa di particolare? O una semplice routine di igiene è abbastanza? Scopriamolo insieme attraverso la breve guida che vi mostriamo a breve.

Cuccioli di Abissino, come pulirli? Caratteristiche

Per parlare di pulizia del nostro piccolo cucciolo, dobbiamo conoscerlo. In base alle caratteristiche del proprio corpo, alcuni gatti potrebbero richiedere delle cure, altri invece potrebbero richiederne di diverse. Ma da cosa dipende esattamente?

È risaputo che i gatti, in linea di massima, provvedono da sé alla propria pulizia. Questo però non li salva dal bagnetto. Non potendo arrivare ad alcune parti del corpo, è necessario il nostro intervento.

Le parti di cui parliamo, sono gli occhi, il musino e le orecchie. Soprattutto negli esemplari di Abissino, occhi e orecchie meritano un approfondimento. Ne avete mai visto uno? Un Abissino, per natura, mostra delle grandi orecchie, a punta e degli occhi grandi e sporgenti.

cuccioli di abissino come pulirli

Queste caratteristiche gli permettono di essere uno dei gatti più apprezzati al mondo. Però, si sa, la bellezza ha un prezzo. Quest’ultimo, è proprio quello della richiesta di particolari cure per queste parti del corpo così delicate.

In genere, occhi e orecchie sono un ottimo luogo per l’insediamento di batteri e parassiti. Per questo motivo necessitano di un’igiene accurata. Se a questo aggiungiamo anche le particolarità dell’Abissino, allora dobbiamo prestare ancora più attenzione.

Vediamo insieme come è possibile effettuare questa routine di igiene. Vediamo, soprattutto, come è possibile convincere il nostro gatto a farsi pulire senza troppe storie o ribellioni. Serve un po’ di pazienza, ma ce la si può fare.

Cuccioli di Abissino, come pulirli? Orecchie

Le orecchie, come anticipato, sono una delle parti più delicate del corpo del nostro piccolo felino. Se non pulite bene e spesso, rischiano di diventare il bersaglio perfetto di batteri a altri parassiti. Nel caso dei cuccioli di Abissino, inoltre, sembra essere ancora più importante viste le dimensioni notevoli delle sue orecchie. Scopriamo quindi come poterle pulire al meglio. Le prime volte, probabilmente, non sarà per niente facile.

Come risaputo, i nostri amici gattini sono molto riluttanti quando si parla di bagnetto o di qualche pratica di igiene particolare. Ma stiamo tranquilli, possiamo farcela! Cosa ci serve? Sicuramente un asciugamano spazioso, un po’ d’acqua distillata, un po’ di sale (non è obbligatorio, ma comunque consigliato), dei batuffoli di cotone e uno snack per premiare Micio alla fine di tutto.

Una volta recuperato tutto l’occorrente, possiamo dare inizio a questa avventura. Innanzitutto, con molta prudenza, dobbiamo “prendere” il nostro felino. Una volta avvolto all’interno dell’asciugamano, possiamo proseguire.

gattino

Tenendolo fermo, immergiamo il batuffolo di cotone nell’acqua distillata col sale, se abbiamo scelto di usarlo. Quest’ultimo, serve per cicatrizzare quei piccoli graffi impercettibili, magari non visibili ad occhio nudo. Una volta tamponate bene, procuriamoci un nuovo batuffolo, pulito, e continuiamo a tamponare, fino a completo assorbimento dell’acqua.

Non appena tutti i residui saranno andati via, è possibile asciugare il nostro piccolo e lasciarlo libero. Attenzione però, non dimentichiamo la sua ricompensa! Una volta liberato, diamogli uno snack delizioso come premio. Quest’ultimo potrebbe servire come incentivo per la prossima pulizia!

Come pulire gli occhi?

Anche gli occhi, nei piccoli cuccioli di Abissino, sono un tratto caratteristico. Molto grandi e sporgenti, gli conferiscono un’aria dolce e vispa, ma anche molto elegante. Come pulirli? Anche in questo caso, i gatti, non sono in grado di poter provvedere da soli alla pulizia di questa parte del corpo. Serve quindi che interveniamo noi padroncini.

D’altro canto, una scarsa igiene degli occhi, potrebbe portare a gravi patologie. Quelle conosciute che possono colpire questa parte così delicata del corpo, sono davvero tante. Per questo motivo è il caso che interveniamo noi.

Avete presente quanto detto prima circa la pulizia delle orecchie? Bene, quella degli occhi, pressappoco, è la stessa. Anche in questo caso dobbiamo procurarci dell’acqua distillata, un asciugamano, dei batuffoli di cotone, uno snack appetitoso e tanta pazienza. In questo caso, il sale è da evitare. Procurerebbe solo tanto bruciore al cucciolo, senza alcun effetto benefico.

gattino che fissa

La prassi più o meno è la stessa descritta prima. Dobbiamo prendere il nostro micio e avvolgerlo nell’asciugamano. Una volta “catturato” , lo dobbiamo tranquillizzare. Gli occhi sono ancora più delicati delle orecchie, quindi bisognerebbe evitare movimenti bruschi.

Soltanto quando Micio sarà fermo, potremo proseguire con la pulizia degli occhi, in maniera approfondita, ma delicata. Bisogna tamponare con i batuffoli umidi e soltanto alla fine con quelli asciutti, per togliere gli ultimi residui. Una volta finito, possiamo premiare il nostro piccolo felino e lasciarlo libero.

Il premio è molto importante affinché il felino le volte successive possa ricordarlo e, magari, lasciare che lo puliamo con calma.

Cuccioli di Abissino, come pulirli? Servono prodotto particolari?

Lavare il nostro piccolo Abissino, come abbiamo potuto capire, non è un’impresa semplice. Alcuni felini sembrano essere proprio terrorizzati dal bagnetto. Non dobbiamo mai dimenticare, però, che non dobbiamo arrenderci. Con tanta pazienza e tanta perseveranza, è possibile convincere i nostri gattini a fare il bagnetto.

Ma cosa serve per pulirli al meglio? Se parliamo di cuccioli di Abissino e ci chiediamo come pulirli, la risposta non è poi così complicata. Tutto quello che ci serve è un detergente, una spazzola e tanta perseveranza, come già anticipato.

Per la scelta del prodotto più adatto, in caso di difficoltà, è il caso di contattare il veterinario. Bisogna sempre prenderne uno delicato e, soprattutto, adatto al tipo di cute del nostro piccolo micio.

abissino

Per quanto riguarda invece il pelo e la spazzola, la situazione è relativamente più semplice. In che senso? Il micio non mostra un mantello particolare, né in lunghezza, né in spessore. Per questo motivo, una normale routine è abbastanza.

Basta spazzolare anche due volte a settimana il pelo del nostro piccolo quattro zampe. Non vi è un tipo particolare tipo di spazzola richiesto, ma l’importante è evitare le setole in metallo o troppo dure.

Perché? Perché non essendo in presenza di un pelo lungo e folto, il rischio di graffiare i nostri piccoli amici a quattro zampe è davvero alto.