Cuccioli di Persiano, carattere e tutto quello che bisogna sapere

cuccioli di gatto persiano

Tutti conosciamo bene l’aspetto dei cuccioli di gatto persiano, ma quanto sappiamo davvero sul carattere di questi felini? Alcuni di noi moltissimo, altri davvero poco. Eppure è di fondamentale importanza conoscere sia i tratti caratteriali del nostro micio, sia le sue esigenze primarie, in modo tale da potersi assicurare una convivenza serena e pacifica. Se state per adottare un Persiano, vi suggeriamo vivamente di raccogliere quante più informazioni possibili sul suo carattere, sulle sue necessità e persino sulla sua salute. Per assicurare al vostro felino una vita felice, è importante conoscere la razza a cui appartiene, così da poterlo gestire al meglio. Vediamo quindi qual è il carattere di questi cuccioli, e quali sono i loro bisogni primari. In questo modo, saprete come gestire al meglio il vostro micio.

Cuccioli di gatto Persiano, perfetti animali da compagnia

Più di altri felini, il Persiano si dimostra essere un perfetto animale da compagnia. Anzi, per alcuni tratti del suo carattere potremmo addirittura dire che assomiglia quasi più ad un cane che ad un gatto. Si distingue, infatti, per il suo carattere dolce ed affettuoso, che lo porta a legarsi quasi in maniera morbosa al padrone e ai membri della sua famiglia. Non si tratta affatto di un gatto diffidente, quanto piuttosto di uno che socializza con estrema facilità, sia con i suoi simili sia con gli esseri umani. Potrete vederlo voi stessi portando in casa un cucciolo di Persiano, perché questo non avrà alcuna difficoltà ad ambientarsi in uno spazio nuovo, ma si dimostrerà anzi ben predisposto nei confronti delle novità. Non possiamo però dire lo stesso del rapporto con gli estranei, verso cui si dimostrano piuttosto diffidenti. Giusto il tempo per capire chi hanno davanti, per poi poter prendere confidenza.

Ma, al di là del suo lato più tenero, il Persiano si contraddistingue anche per il suo animo da giocherellone. Noterete che, se stimolato nel modo giusto, il cucciolo ama giocare, ammesso che non vengano fatti movimenti bruschi che possano infastidirlo. E questo è un tratto da tenere in considerazione se avete una famiglia con bambini piccoli, che dovranno imparare ad interagire con il micio nel modo corretto. Il Persiano ama i più piccoli, ma detesta le compagnie troppo rumorose, per cui è bene educare i bambini all’interazione con i vostri cuccioli di gatto Persiano.

cuccioli di gatto persiano

Il comportamento del Persiano

Abbiamo detto finora che si tratta di un felino particolarmente socievole, ma questo non significa affatto che poi soffra la solitudine. Anzi, il Persiano si dimostra piuttosto indipendente. Se non ha voglia, non partecipa alle attività familiari e si gode del tempo da solo. Fondamentalmente, infatti, questa razza si contraddistingue per la pigrizia. Nonostante ami giocare, questo micio predilige la tranquillità. Camminare da una stanza all’altra, salendo sul divano o riposandosi nella cuccia, finisce con l’essere la routine quotidiana che predilige. E questo significa che non dovrete preoccuparvi che il vostro cucciolo di Persiano scappi per godersi l’aria aperta, perché il suo animo è fortemente casalingo.

Al tempo stesso, è anche un gatto poco loquace, che non si farà capire con una miriade di miagolii. Più probabile che il mio vi guardi per farvi capire quello di cui ha bisogno. D’altronde, il Persiano è un felino davvero intelligente, che in alcuni casi si ritrova addirittura a giudicare il comportamento del padrone. State ben attenti, quindi, perché il vostro amico a quattro zampe intuisce tutto. E forse anche questo lo rende un perfetto animale da compagnia. Infine, lasciateci dire che i cuccioli di questa razza sono incredibilmente golosi, forse anche troppo. Questo significa che dovrete stare molto attenti all’alimentazione del micio, perché potrebbe rischiare di raggiungere la condizione di obesità, finendo così con il creargli problemi di salute. L’importante è stare attenti, così da assicurare al vostro piccolo la vita serena e felice che volete.

Cuccioli di gatto Persiano: la cura del pelo

All’inizio di questo articolo abbiamo insistito molto sull’importanza di conoscere le esigenze del nostro felino così da poterle soddisfare a pieno. Nel caso dei cuccioli di gatto Persiano, ad esempio, è molto importante sapere che hanno un pelo che tende ad annodarsi molto facilmente, per cui la cura del pelo può diventare davvero impegnativa. Questo si traduce in una necessità di cure quotidiana, così poter tenere il manto del felino in buona salute. Ogni giorno dovrete spazzolare il vostro amico a quattro zampe, cercando di lavarlo anche con buona costanza, così da evitare la formazione di nodi fastidiosi. È importante che facciate attenzione alla cura del pelo soprattutto nel periodo di muta, perché questo gatto tende a perdere una quantità spropositata di pelo. La toelettatura, quindi, è all’ordine del giorno (o quasi) con questi cuccioli. Ma fortunatamente la razza gode di un lato caratteriale che ci permette di trattarli piuttosto spesso, perché il felino è ben predisposto a farsi maneggiare dal padrone già dai primi mesi di vita. Non incontrerete quindi problemi di alcun tipo, ma anzi scoprirete che la toelettatura può diventare un momento di intimità tra voi e il vostro amico a quattro zampe.

cuccioli di gatto persiano

La pulizia di occhi e orecchie

Particolare attenzione va rivolta anche alla pulizia degli occhi e delle orecchie, onde evitare brutte infezioni e fastidiose problematiche per il felino. Per conformazione fisica, gli occhi del Persiano tendono a perdere molte lacrime che, depositandosi, possono infettare l’intera zona. Vi suggeriamo quindi di pulirli con estrema attenzione, così da evitare l’insorgere di qualunque patologia. Alcuni esemplari soffrono di lacrimazione eccessiva, che finisce con il creare piccole croste nella zona oculare e addirittura ossidare il pelo: in questo caso, è bene utilizzare un prodotto antiossidante per la pulizia, e tenere sotto controllo la situazione.

Viceversa, le orecchie producono molto cerume, per cui è importante che siano pulite ogni 2/3 giorni così da evitarne l’accumulo e preservare il gatto da infezioni di ogni genere. Lo stesso vale anche per la gestione delle unghie, che dovrete accorciare almeno ogni due settimane, così da evitare che il piccolo possa causare danni o farvi male. In ogni caso, ricordate che è importante abituare il vostro Persiano a queste semplice cure già dai primi mesi di vita, così da facilitarvi il lavoro quando questo è adulto. D’altronde, dovrete pulirlo talmente tante volte che alla fine il micio si abituerà alla toelettatura.

L’importanza dell’alimentazione per il cucciolo

Quando si parla dell’alimentazione dei cuccioli di gatto Persiano, è bene anzitutto considerare alcune caratteristiche tipiche della razza. Come abbiamo detto, parliamo di un felino piuttosto sedentario, che ama la vita in appartamento e pratica un’attività fisica moderata. Questo significa che il Persiano ha una forte tendenza ad ingrassare, per cui diventa di fondamentale importanza organizzare al meglio la sua dieta, sin dai primi mesi di vita. Ricordatevi allora che è bene rendere l’alimentazione del felino il più variegata possibile. Croccantini, cibi in scatola, carne (bianca o rossa) e pesce possono essere alternati nei diversi pasti della settimana. In particolare, il Persiano ama particolarmente le verdure bollite, come spinaci o carote. E non disdegna neppure un pasto a base di riso e carne, ammesso che quest’ultima sia in una dose maggiore del resto.

Un altro dettaglio da tenere in considerazione è che i cuccioli di questa razza non amano molto masticare, per cui vi suggeriamo di dargli sempre cibo tagliato a pezzettini. Questo vale tendenzialmente soltanto per i pasti preparati in casa, perché croccantini e cibo in scatola hanno già un taglio adeguato per il piccolo. A proposito della razza, è molto importante che sappiate che questi felini non amano affatto mangiare pane, pasta o latte, che spesso finisce con il creargli problemi a livello intestinale. Considerate anche che il Persiano beve pochissimo, ma è comunque importante fornirgli la sua ciotola d’acqua. Vi suggeriamo di scegliere acqua minerale, a temperatura ambiente, piuttosto che la tradizionale acqua del rubinetto (piena di calcare o cloro). Infine, per assicurare un’alimentazione corretta ai cuccioli di gatto Persiano, sarebbe bene utilizzare ciotole interattive. In questo modo, riuscirete a rallentare l’ingestione di cibo e limitarne la sovralimentazione, utile ai fini della salute del gatto.

cuccioli di gatto persiano

Tutte le attenzioni da rivolgere al cucciolo

Prima di parlare della salute vera e proprio di questo gatto, è importante che sappiate che i cuccioli di gatto Persiano mal tollerano sia il clima freddo sia quello caldo. Tenendo conto della conformazione del mantello, che tende ad ingarbugliarsi facilmente, il pelo finisce con il trattenere calore, causando così problemi in estate. Allo stesso modo, la conformazione del nasino non permette di avere scambi di aria adeguata per raffreddare quella calda e scaldare quella fredda. Una problematica da non sottovalutare assolutamente. Anche gli occhi del Persiano, grandi e sporgenti, tollerano male sia il vento sia la siccità. In poche parole, il vostro cucciolo non è affatto adatto a vivere fuori casa, ma è un vero e proprio amante della vita in appartamento. Infine, ci teniamo a ripetere che la razza ha una buona tendenza ad ingrassare, per cui è importante monitorare questo aspetto onde evitare problemi di salute.

La salute dei cuccioli di gatto Persiano: cosa sapere

La salute del felino che si sta per adottare è forse uno degli aspetti più importanti da conoscere. Ogni padrone, si sa, teme che il proprio amico a quattro zampe possa stare male, per cui è molto importante sapere quali sono le patologie che affliggono la razza, così da agire nel modo più adeguato possibile. Il Persiano soffre di malattie piuttosto frequenti, molte delle quali ereditarie. Tra queste ci sono la cardiomiopatia ipertrofica, che porta ad insufficienza cardiaca nel corso degli anni, e la policistosi renale, un disturbo a carattere automatico dominante, che porta ad un’insufficienza renale attorno ai 7 anni di età. Ma non solo le uniche problematiche a cui il vostro felino può andare incontro. Il sequestro corneale e la atrofia progressiva della retina, un disturbo ereditario che può portare alla cecità già dai primissimi mesi di vita, sono due patologie che affliggono piuttosto frequentemente gli esemplari della razza.

Ma ci sono anche problematiche più particolari che affliggono il Persiano. Si tratta sia di disturbi cutanei (dermatite facciale idiopatica, dermofitosi, seborrea primaria…) e di malattie parodontali. C’è da considerare, infatti, che le razze brachicefaliche hanno di natura una mascella più corta, il che comporta problematiche sia per la masticazione del cibo sia per la posizione dei denti. Da questo derivano problemi come tartaro e gengivite, ma anche alcuni disturbi digestivi. Ma la morfologia brachicefala crea anche problemi di respirazione, da inserire nella lunga lista di patologie che affliggono questo gatto. Nulla di preoccupante, in ogni caso. Si tratta soltanto di dettagli da conoscere prima di adottare un felino, così da potergli assicurare una vita quanto più possibile sana e felice.

La riproduzione del Persiano

Tenete anche in considerazione che la razza ha alcune caratteristiche particolari per quanto riguarda la salute delle femmine. Queste, infatti, tendono ad avere un primo calore tardivo rispetto alle altre razze. E, soprattutto, hanno spesso problemi con il parto per via della dimensione del cranio dei cuccioli. Generalmente, il parto avviene con un cesareo, ma nonostante questo il tasso di mortalità perinatale è piuttosto alto per il Persiano. In ogni caso, questo a poco a che fare con i cuccioli, ma è comunque un dettaglio da conoscere nel caso in cui adottiate una femmina. Sappiamo che può sembrare assurdo, ma davvero è importante sapere tutto della razza che si vuole adottare, soprattutto se non volete trovarvi brutte sorprese nel corso della vostra convivenza.

In conclusione, se siete alla ricerca di un buon felino da compagnia, il Persiano si dimostra perfetto per voi. Prima di adottare un cucciolo, però, è importante che facciate tutte le valutazioni del caso. È chiaro che gli esemplari della razza abbiamo bisogno di cure ed attenzioni, ma al tempo stesso sono in grado di regalare affetto e tenerezze al padrone. Solo conoscendo il carattere dei cuccioli di gatto Persiano potete capire se davvero questi sono adatti per essere i vostri animali da compagnia. In ogni caso, il carattere docile e tenero di questi felini vi conquisterà facilmente. Per cui siamo certi che farete di tutto per assicurargli una vita serena e felice.