Come lavare un gatto persiano

Molti proprietari di gatti persiani si pongono la domanda di come fare per lavarli. Vediamo i passi da fare.

Come lavare un gatto persiano

Se avete con voi un gatto persiano allora sarete a conoscenza del fatto che bisogna lavarlo e curarlo molto per mantenere la pelliccia del vostro soffice amico in condizioni ottimali.

E’ consigliabile far abituare il micio ad essere lavato sin da quando è cucciolo. Tuttavia, se ciò non è possibile perché avete salvato un gatto o lo avete adottato quando già adulto, il bagno all’inizio potrebbe rivelarsi complicato ma diventerà più semplice farlo con il passare del tempo.      Come lavare un gatto persiano

Quando si tratta di fare il bagno per qualsiasi gatto ci sono molti benefici, ma per i gatti persiani e per altre razze a pelo lungo ce ne sono alcuni sostanziali.

Bagnare il vostro gatto persiano riduce lo spargimento dei peli. A nessuno piacciono i peli del proprio gatto sul letto o sui mobili, quindi facendogli il bagno laverete via tutti i suoi peli morti.  Come lavare un gatto persiano

Bagnare il vostro gatto persiano renderà più facile spazzolarlo. Spazzolare un gatto persiano non è un compito facile, in quanto i nodi della sua pelliccia non si districano facilmente se non è spazzolato ogni giorno e spesso bisogna tagliarli. Lavando il vostro amico, invece, vi aiuterà a rimuovere i peli morti e pulire la pelliccia lo aiuterà a mantenere il pelo e la sua pelle in condizioni ottimali.

Bagnare il vostro gatto persiano renderà la sua pelliccia luminosa sana. Bagnando e pettinando spesso il vostro gatto persiano noterete che il suo mantello sarà più luminoso, vivace e sano.

Controllo delle pulci. Un altro vantaggio di lavare il vostro pelosetto è il controllo delle pulci, in quanto bagnando spesso il gatto e utilizzando saponi antipulci allora si avrà una buona possibilità di uccidere questi parassiti che il gatto ha raccolto.    Come lavare un gatto persiano

Aria più pulita. Bagnando il felino si ridurrà l’allergene a base di saliva che il vostro amico attacca sul pelo quando si lecca e che provoca reazioni allergiche negli esseri umani.

Se avete il vostro gatto persiano in casa si consiglia di fargli il bagno ogni 4 settimane. Ciò dipenderà comunque da un certo numero di fattori. Se il vostro gatto non esce mai in giardino e vive esclusivamente in casa questo dovrebbe essere sufficiente. Se, invece, il vostro felino esce anche in giardino, a seconda del periodo dell’anno potrebbe essere necessario lavarlo ogni 2 settimane.

Un gattino si abituerà più facilmente a fare il bagno rispetto ad un gatto adulto. I gatti persiani tendono a detestare l’acqua, quindi il problema principale sarà tenerli calmi e non farli fuggire terrorizzati quando vi entreranno in contatto. Il primo passo per lavarli sarà farli abituare all’acqua calda (da 37 ° C a 38 ° C).    Come lavare un gatto persiano

Una volta che il gatto avrà capito che lo vorrete aiutare e non sarà più stressato, massaggiate delicatamente e insaponate con una piccola quantità di shampoo specifica per i gatti persiani. Questo dovrebbe essere neutro in modo da non irritare la loro pelle sensibile. È possibile anche utilizzare un balsamo per gatti per ammorbidire la pelliccia e prevenire la formazione di nodi e grovigli. Sciacquate, quindi, lo shampoo versando lentamente acqua calda e pulita facendo attenzione a non mandare il sapone sul viso del gatto.

E’ poi assolutamente necessario asciugare a fondo il vostro animale domestico. Usate due asciugamani: il primo per assorbire la maggior parte dell’acqua accumulata nella pelliccia e il secondo per strofinare energicamente fino a quando il gatto sarà completamente asciutto.    Come lavare un gatto persiano

Approfittate della situazione per pettinare e spazzolare a fondo il vostro amico. Finite di asciugarlo con un asciugacapelli, purché non sia troppo caldo e il rumore non lo spaventi. Per ovviare al problema phon, sono disponibili sul mercato anche asciugacapelli per animali domestici ultra-silenziosi.