Foreign White, malattie comuni: quali sono, sintomi e come prevenirle

foreign white come curarlo

Foreign White: malattie? Per quanto noi vorremmo che il nostro piccolo amico stia sempre bene e in salute, purtroppo non è sempre detto che sia così. Quali sono le patologie più comuni che possono sviluppare questa razza? Vediamo insieme qualche dettaglio sull’argomento.

Prevenire le malattie: come si fa?

gatto con occhi curiosi

Di cosa dobbiamo preoccuparci quando abbiamo a che fare con un gatto? Le cose a cui si deve pensare sono, ovviamente, moltissime. Adottare un cucciolo di gatto in casa significa anche capire tutto quello che c’è da fare al fine di farlo stare bene e perfettamente in salute.

La prima visita dal veterinario è determinante per capire quale sia, fin da subito, lo stato di salute del nostro amico a 4 zampe. Sicuramente, la cosa migliore a cui badare in linea preventiva è quella di provvedere ai vaccini.

Perché si fanno i vaccini? Ovviamente sono determinanti per proteggere il gatto o, almeno, limitare l’incidenza di tantissime malattie che potrebbe mettere a repentaglio la sua stessa vita.

Quali vaccini è necessario fare ai gattini ancora molto piccoli? Per approfondire sull’argomento, si rimanda al link. Ovviamente i vaccini sono importanti, ma di certo non posso coprire il gatto da tutto.

Ancor prima dei vaccini, però, è probabile che il medico chieda un esame delle feci, per valutare l’eventuale invadenza di parassiti. Questo, poi, è un esame che può essere ripetuto più spesso nel corso della vita. Può dipendere da quello con cui gioca, con cui entrare in contatto, ciò che mangia o ingerisce.

Mano a mano che il gatto cresce, infatti, può capitare che sviluppi qualunque tipo di malattia. Questa può essere di tipo ereditario, genetico o semplicemente una patologia che colpisce l’organismo per svariati motivi.

La domanda allora sorge spontanea: come ci possiamo accorgere se il nostro gatto sta male? È difficile riuscire a captare i segnali che ci mandano i nostri piccoli amici. Vero è il detto che recita “agli animali manca la parola”!

Proprio così: loro usano un linguaggio tutto particolare, che deve essere prima imparato, poi capito e compreso con esercizio e pazienza. Dunque, solo studiando il gatto nella quotidianità e rendendoci conto dei suoi comportamenti “naturali”, potremmo accorgerci quando qualcosa non va per il verso giusto.

Il veterinario sicuramente potrà darci una grande mano. Nel momento in cui ci sembra che qualcosa stona, teniamo sotto controllo il nostro amico e poi portiamolo ad una visita. Dopo aver espresso ogni singolo sintomo, potremmo avere un quadro più chiaro dell’intera situazione.

Dunque il trucco qual è? Entrare in confidenza col gatto e interpretare tutti i sintomi che potrebbero metterlo in difficoltà è la chiave per rendere la sua salute migliore.

Foreign White: malattie più comuni

gatto con pelo candido

Vediamo ora più specifico quello che c’è da sapere riguardo le malattie per la razza Foreign White.

Per fortuna, questo gatto gode di un stato di salute molto buono. In generale, non ci sono delle malattie gravi riconosciute come tipiche di tale razza.

C’è, invece, un aspetto particolare che invece si associa al Foreign White, perché statisticamente colpisce molti esemplari: l’alopecia. Questa patologia, di cui soffrono svariati gatti anche di altre razze, può dipendere da moltissimi fattori, uno dei quali, forse il più determinante, è lo stress.

Ecco perché è essenziale cercare di capire e interpretare ogni singolo movimento del nostro piccolo amico. Entrare in contatto con lui significa anche accorgersi di qualche situazione di disagio che potrebbe disturbarlo.

Per quanto riguardo il Foreign White, c’è un fattore che deve assolutamente essere considerato: lui non ama nel modo più assoluto essere lasciato solo in casa! Tutto ciò gli provoca nervosismo, ansia e stress: tutti fattori, questi, che sono inevitabilmente associati alla provocazione dell’alopecia!

Il Foreign White, in base al suo tipico temperamento giocoso, vivace, energico e compagnone, soffre la solitudine in modo assoluto. Ogni volta che i componenti della casa escono per qualche ora e lo lasciano solo, lui si sente abbandonato da tutti e non riesce a concepire l’idea che qualcuno possa tornare.

Come si può gestire questa situazione nel modo migliore? Come si può evitare che la solitudine gli provochi qualche danno al corpo? L’alopecia provoca la perdita totale o parziale del pelo: un gatto come il Foreign White, che già di per sé ha poco pelo e molto corto, è ancora più soggetto.

Per prevenire, quindi, potremmo provare ad abituarlo fin da cucciolo a stare solo in casa, partendo da bravi periodi, per poi passare alle ore intere, fino ad un periodo di tempo sempre più lungo.

Prima o poi, il cucciolo capirà che nessuno vuole abbandonarlo ma che, anzi, è normale avere degli impegni fuori casa. Questo potrebbe insegnargli che non deve stressarsi o impaurirsi se viene lasciato solo: il tutto è perfettamente normale.

Nel caso in cui l’alopecia dovesse svilupparsi comunque, la cosa migliore è contattare subito il veterinario e farsi dire come si può gestire faccenda.