Gatti, perché mostrano la lingua?

Gatto lingua

Il gatto vi mostra la lingua? Una scena in apparenza buffa e divertente ma che potrebbe nascondere diversi significati e problematiche che è bene comprendere. Alcuni gatti mostrano la lingua sin dalla più tenera età, un vezzo comportamentale che non dovrebbe destare sospetti o preoccupazioni. Al contrario è bene sondare la dinamica se l’amico inizia a mostrarla all’improvviso sovvertendo una routine comportamentale ormai consolidata, una sorta di campanello da allarme che è bene controllare.

Conosciamo la lingua del gatto

Gatto lingua

Ma come è fatta la lingua del gatto? Molto differente da quella umana appare ruvida grazie alla presenza di una serie di papille filiformi dalla forma curva, uncinata e rivolte verso la gola. Sono ricoperte da cheratina e svolgono molteplici funzioni come rimuovere e spolpare le ossa nel dettaglio, pettinare il pelo raccogliendo i peli morti quindi aiutarli mentre bevono.

Pulizia personale

La gatto potrebbe mostrare la punta o buona parte della lingua a fine toelettatura personale, una sorta di dimenticanza momentanea durante un procedimento che lo impegna profondamente. La lingua appare fugacemente mentre il gatto si concede una breve pausa, prima di riprende con la fase di grooming del pelo.

Riposo e relax

Gatto lingua

Se il gatto sta riposando e dormendo profondamente la lingua potrebbe spuntare dalla bocca, una reazione del tutto volontaria conseguente allo stato di completo rilassamento. Un comportamento naturale che non deve destare preoccupazioni e che può scomparire al momento del risveglio del nostro amico.

Problematiche fisiche

Se la lingua compare all’improvviso penzolando fuori dalla bocca senza movimento, impedendo alla stessa di chiudersi, potrebbe indicare la presenza di una serie di problematiche fisiche quali disturbi, infezioni dentali, denti rotti. Il gatto potrebbe essere vittima della stomatite felina che provoca ulcere dolorose su gengive, gola e lingua, una condizione che gli impedisce di cibarsi, pulirsi, favorendo una produzione eccessiva di bava.

Demenza e ipossia

Gatto lingua

Un gatto anziano potrebbe dimenticare la lingua fuori dalla bocca, oppure la sua presenza potrebbe rivelare una condizione di ipossia ovvero il gatto non riesce a respirare adeguatamente. In questo caso è bene intervenire con urgenza perché la scarsa ossigenazione potrebbe rivelarsi pericolosa in particolare se accompagnata da rantoli, per questo è meglio condurre subito l’amico dal veterinario.

Insetti e corpi estranei

La condizione è favorita anche dalla presenza di corpi estranei o di masse all’interno della bocca, oppure se il micio è stato punto da un insetto che ha provocato gonfiore e ingrossamento del muso e della lingua. La stessa può fare capolino anche dopo un urto violento o un incidente che può aver agevolato la rottura della mascella.

Caldo, affanno

Gatto lingua

Una giornata molto calda, l’assenza di acqua o uno spazio poco refrigerato possono aumentare la temperatura corporea dell’amico che potrebbe iniziare ad ansimare con tanto di lingua esposta, proprio nel tentativo di regolare la gradazione interna. Una situazione che può colpire maggiormente gatti affetti da demenza, obesità oppure a pelo lungo, per risolvere la situazione di disagio che è bene intervenire rinfrescandolo o accompagnandolo dal veterinario.

Stress, ansia e pericolo

Stress, ansia, situazioni angoscianti possono incidere sull’equilibrio emotivo del gatto, come un ambiente sconosciuto, un trasloco o la presenza di un elemento estraneo alla routine quotidiana. Anche l’assunzione di sostanze tossiche può favorire questa condizione fisica, in tandem con un forte aumento della bava e la necessità di rigettare: in questi casi è bene intervenire immediatamente.

Soluzioni

Gatto anziano

Se la presenza della lingua fuori dalla bocca risulta occasionale non è necessario allarmarsi, ma se diventa costante è necessario intervenire tempestivamente cercando di valutare la situazione per individuare la causa scatenante. Nei casi più gravi, come quelli citati in precedenza, è necessario rivolgersi subito ad un veterinario evitando un fai da te dannoso per il benessere del felino.