Perché il gatto tiene la lingua di fuori e cosa fare?

Il gatto a volte tiene la lingua di fuori, una scena buffa a pensarci bene. Ma sei proprio sicuro che non sia preoccupante?

Ti è mai capitato di voltarti verso il tuo gatto e vederlo con la lingua di fuori? Una scena un tantino buffa, su questo non c’è dubbio, ma sappi che potrebbe nascondere diversi significati. E ci sono dei casi in cui è importante conoscerli e intervenire: ne va della sua salute.

Ci sono dei felini che mostrano la lingua sin dalla più tenera età, un vezzo comportamentale che non dovrebbe destare sospetti o preoccupazioni. Ma in altre circostanze potrebbe celare delle problematiche anche di una certa entità.

Può capitare sporadicamente, oppure essere un comportamento frequente. Scopriamo perché il gatto tiene la lingua di fuori e quando dobbiamo considerarlo un campanello d’allarme. Attenzione, però, qualsiasi diagnosi va fatta dal veterinario. Niente fai da te o sentito dire.

Indice

Gatto con la lingua di fuori, conosce il mondo

Gatto tiene la lingua di fuori perché la dimentica

Gatto con la lingua penzoloni quando dorme

Denti, quando il gatto tiene la lingua di fuori

Gatto con la lingua di fuori perché fa caldo

Gatto tiene la lingua di fuori per lo stress

Molte persone ci hanno chiesto: quando si tratta di malattie

Gatto con la lingua di fuori, conosce il mondo

gatto flehmen

Ci sono delle circostanze in cui il gatto tiene fuori la lingua perché rappresenta un mezzo per “esplorare” e conoscere il mondo che lo circonda. Per capire meglio questa particolare caratteristica di Miao, capiamo quali sono le caratteristiche anatomiche della sua bocca.

Tutti i felini possiedono un particolare organo sensoriale che si chiama organo di Flehmen, che attivano ogni volta che percepiscono un odore molto intenso, o comunque un’alta concentrazione di feromoni. In quel momento Micio raccoglie dati sulla sua lingua, per poi portarli all’organo situato in fondo alla bocca, subito sotto il naso. E a quel punto “analizza” le informazioni come se fosse dotato di un elaboratissimo computer!

Gatto tiene la lingua di fuori perché la dimentica

gatto con la lingua di fuori

La lingua del gatto possiede un’altra peculiarità che ci spiega perché a volte Micio la tira fuori, lasciandola penzolante. Com’è noto (specialmente quando il gatto ti lecca sempre), la lingua dei gatti è ruvida perché sulla sua superficie sono presenti decine e decine di minuscole papille gustative che sembrano piccoli uncini al tatto, e che a qualcuno le prime volte fanno anche impressione.

Uno dei motivi che spiegano questi “punteruoli” si lega agli antenati selvatici di Micio, che per sopravvivere dovevano cacciare le prede e spolparne carne e ossa. Ma la lingua ruvida serve ai gatti anche per pulirsi! E infatti passano fin troppo tempo a leccarsi. A tal proposito, ecco perché il gatto morde e poi lecca. Molto semplicemente, quindi, può capitare che il nostro amico a quattro zampe, dopo averla utilizzata, se ne dimentichi e non la rimetta al suo posto.

Gatto con la lingua penzoloni quando dorme

gatto dorme con la lingua di fuori

La scena è a dir poco esilarante. Ma, sì, succede: il gatto tiene la lingua fuori anche quando dorme. Non è raro vedere le nostre amate palle di pelo in questa situazione un tantino surreale: se Miao sta riposando o dormendo profondamente, la lingua potrebbe sbucare fuori dalla bocca perché la mascella si rilassa troppo allentando la presa.

Stiamo parlando di una reazione involontaria, conseguente al suo stato di completo rilassamento. Perciò se notiamo questo comportamento nel gatto mentre dorme o al suo risveglio, non preoccupiamoci perché si tratta di una cosa del tutto naturale che finisce nel momento stesso in cui riprende le sue attività.

Denti, quando il gatto tiene la lingua di fuori

gattino che esce la lingua

Questo, invece, è uno di quei casi che va monitorato e affrontato (se il veterinario lo ritiene opportuno). Anche Micio può avere disturbi e problemi di diversa natura (e gravità) che, ovviamente, mettono alla prova la sua salute. Talvolta il felino ha un fastidio che non riusciamo a interpretare se non studiamo bene il linguaggio dei gatti.

Esattamente come gli umani, anche i gatti possono avere problemi ai denti – dalle gengiviti alle carie, fino al tartaro e ad altri disturbi dovuti alla sporcizia – perciò non è raro che provino fastidio, anche dolore. Potrebbero avere male alla lingua oppure al palato, o ancora avere un dente indolenzito a causa di un’infezione o magari perché si è rotto.

Potrebbe essere anche una questione età. Un gatto anziano tiene la lingua di fuori in genere quando è un po’ sdentato, perciò mancandogli dei denti non riesce a tenerla nella sua naturale posizione. D’altra parte se, invece, il gatto è piccino con molta probabilità esce la lingua quando sta mettendo i primi dentini da latte.

Gatto con la lingua di fuori perché fa caldo

gatto ha caldo

Il gatto con la lingua di fuori in estate, potrebbe rischiare un colpo di calore che, se trascurato, può portare alla disidratazione e persino alla morte. Proprio come noi bipedi, anche Micio può soffrire a causa delle temperature troppo alte, specialmente se non ha la possibilità di trovare un angolino d’ombra in cui ripararsi e non ha bevuto abbastanza.

Il problema può nascere con tutti i gatti, ma in alcuni esemplari il rischio è maggiore, come nei gattini piccoli ad esempio. Stessa cosa vale per i gatti anziani e per quelli in sovrappeso. Si tratta di una condizione che va monitorata, chiedendo il parere del veterinario.

Gatto tiene la lingua di fuori per lo stress

I gatti hanno un linguaggio del corpo molto particolare che è importante conoscere, per decifrare le situazioni di disagio o stress. E sì, il gatto stressato può tenere la lingua fuori dalla bocca anche quando si sente angosciato e sta vivendo una situazione che mette duramente alla prova il suo equilibrio psicofisico.

Tutte le novità e i cambiamenti in generale, come un trasloco in un’altra casa o anche la semplice visita dal veterinario, possono portare i gatti a reagire in modo specifico, lanciandoci dei segnali inequivocabili. Ecco perché diciamo sempre che Micio ha bisogno di una routine per sentirsi al sicuro e perché tutto ciò che esula dalle sue normali abitudini può renderlo nervoso e ansioso.

Molte persone ci hanno chiesto: quando si tratta di malattie

gatto con la lingua di fuori

Per quanto possa sembrare carino e buffo, un gatto con la lingua di fuori in alcuni casi potrebbe essere soggetto a disturbi o malattie con cui c’è proprio poco da scherzare. Pensiamo agli esemplari anziani che spesso soffrono di ipossia, ovvero non riescono a respirare adeguatamente. In questo caso è bene intervenire con urgenza perché la scarsa ossigenazione potrebbe rivelarsi pericolosa in particolare se accompagnata da rantoli, per questo è meglio portarlo subito dal veterinario!

Il gatto tiene la lingua di fuori perché sta soffocando?

La stessa situazione è comune nei gatti giovani, quando ingeriscono inavvertitamente un corpo estraneo che blocca il passaggio dell’aria. Così come quando, ingerendo un insetto col pungiglione, Micio viene punto dentro la bocca e si gonfia, fino a non poter più respirare bene.

Il gatto ha subito un trauma?

Il felino può tirare fuori la lingua anche in seguito a un trauma, oppure quando entra in contatto con sostanze velenose (pesticidi, detersivi) che possono causare un vero e proprio avvelenamento del gatto. Qualsiasi agente irritante, entrando a contatto con le mucose orali, provoca disturbi che possono diventare anche gravi. Anche in questo caso dobbiamo portare in clinica Miao, nel più breve tempo possibile.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati