Gattini piccoli: come educarli

Educare i gattini piccoli è fondamentale per la loro integrazione all'interno dell'ambiente domestico, ecco cosa bisogna sapere e come fare.

gattino-e-tiragraffi

Di solito si pensa che i gatti, animali testardi ed indipendenti, siano impossibili da educare. In realtà questa è soltanto una diceria, infatti i gatti sono esemplari estremamente intelligenti e possono apprendere svariati comportamenti. È importante iniziare ad educare i gatti sin da piccoli, poiché il periodo di apprendimento principale dei gattini parte dalla nascita fino al raggiungimento dei 3 mesi di vita. Di seguito troverete qualche consiglio su come educare i gattini piccoli.

Comportamenti fondamentali da insegnare ai gattini

  • Sedersi a comando
  • Uso della lettiera
  • Uso del tiragraffi
  • Uso del trasportino
  • Essere toccato in diversi modi
  • Socializzare con persone o animali
  • Giocare con i giochi, non con le mani

È importante prima di tutto sottolineare che ogni buon comportamento debba essere premiato usando la voce (ad esempio dicendo “bravo!”), una carezza ed un premio in cibo, in modo che esso venga collegato a delle sensazioni positive. Più un comportamento viene premiato, più è facile che l’animale lo ripeta in futuro.

Insegnare al gattino come sedersi a comando

Cominciate con l’insegnare al vostro gattino un comportamento base: come sedersi a comando. Per far sì che questo accada, osservate il gattino e non appena esso si siede sottolineate la buona azione premiandolo immediatamente verbalmente e con del cibo. Se nel momento del premio il gattino cerca di raggiungere il cibo con le zampe o si mette in piedi sulle quelle posteriori, allontanate il cibo finché tutte le zampe non poggeranno nuovamente a terra. Questo eviterà di premiare comportamenti non voluti al posto di quelli richiesti (nel caso specifico l’alzarsi in piedi invece di restare seduto). Assicuratevi di avere la totale attenzione del micino educandolo durante l’ora dei pasti, in questo modo il gatto sarà ancora più interessato al premio finale.

Insegnare al gattino l’uso della lettiera

Per far sì che il vostro gattino impari l’uso della lettiera è importante prima di tutto che essa sia posizionata in un posto appartato ma facilmente raggiungibile, che le pareti della cassettina siano non troppo alte per agevolare l’accesso del micio, che essa sia posta lontano dall’area in cui mangia e che inizialmente non sia profumata. Osservate il vostro gattino, non appena si appresta ad accovacciarsi per fare i bisogni prendetelo e poggiatelo all’interno della sabbietta mostrandogli come scavare con le zampine.

Normalmente sono sufficienti 2 o 3 tentativi per far si che il micio si abitui. Se durante il periodo di adattamento il gattino dovesse fare i bisognini al di fuori della lettiera, pulite con della carta assorbente, posizionatela nella sabbietta facendoglielo notare e ripetete il gesto di scavare con le zampine. I gatti sono soliti fare i loro bisogni in posti dove ne sentono l’odore, per questo motivo assicuratevi di pulire accuratamente qualsiasi altro posto in cui li abbiano precedentemente fatti. Ricordatevi di premiare il vostro gattino subito dopo aver usato la sabbietta per la prima volta.

Insegnare al gattino l’uso del tiragraffi

Per evitare che il vostro gattino prenda la brutta abitudine di graffiare divani e mobili di casa per farsi le unghie è importante abituarlo all’uso del tiragraffi. Giocare nelle vicinanze del tiragraffi è spesso molto utile per far si che il vostro micio scopra quanto gli piaccia. Strofinate quindi su di esso uno dei suoi giochini preferiti, come ad esempio un topolino di pezza, e lasciate che il gattino ci si aggrappi nel tentativo di prenderlo. Ben presto il micino scoprirà la bella sensazione delle unghie sul tiragraffi ed il rumore accattivante che si genera nel graffiarlo.

Premiatelo con carezze, cibo ed elogi ogni qualvolta lo vedete utilizzare il tiragraffi e rimproveratelo in tono perentorio se dovesse cercare di graffiare qualsiasi altra superficie. In concomitanza al rimprovero potete utilizzare un vaporizzatore per spruzzargli addosso un po’ d’acqua ogni qual volta si appresta a graffiare qualcosa che non deve. Questo gesto lo aiuterà a collegare delle sensazioni negative al comportamento sbagliato.

Abituare il gattino all’uso del trasportino

Insegnate al vostro gattino a prendere confidenza col trasportino sin da piccoli, questo vi aiuterà nel momento in cui dovrete trasportarlo per andare dal veterinario o per spostamenti più lunghi. Iniziate ad abituarlo somministrandogli alcuni pasti all’interno del trasportino lasciando la porta aperta. Man mano che il gatto prenderà confidenza, chiudete la porta per brevi intervalli di tempo.

Vedrete che pian piano il vostro micino si abituerà a passare del tempo al suo interno senza mostrare alcun segno di disagio.

Abituare il gattino ad essere toccato in diversi modi

Alcuni gatti tollerano d’essere toccati soltanto in determinati modi e non amano essere tenuti in posizioni particolari. È però importante abituarli ad essere manipolati in vari modi per far si che si trovino il più possibile a loro agio in caso di visita dal veterinario o in caso di presenza di bambini. Cercate di abituare il vostro gattino a diversi tipi di carezze e ad essere preso in braccio in diversi modi. Cercate sempre di non forzare il vostro micio ma cercate di farlo sentire comodo e rilassato il più possibile.

Provate a prenderlo dai fianchi lasciando penzolare la parte posteriore, provate a poggiarlo sul fianco e sul dorso, provate inoltre a reprimerlo per brevi periodi. Abituatelo ad essere toccato su tutte le parti del corpo comprese orecchie, zampe, coda, denti e gengive. Insegnare al vostro gattino ad essere manipolato sin da piccolo vi aiuterà anche in futuro nello svolgere operazioni di routine come tagliargli le unghie e pulirgli le orecchie. Gratificate quindi il vostro micino con un premio.

Socializzare con persone o animali

Il primo periodo di socializzazione per i gattini si estende tra le 2 e le 7 settimane di vita. Durante questo periodo è importante abituare il proprio gattino alla presenza di diverse persone ed animali, non facenti parte del nucleo familiare, per evitare che da adulto possa essere impaurito dalla presenza di sconosciuti. Accompagnate ogni nuova esperienza con premi, carezze, giochi ed elogi verbali. Evitate di forzare il vostro gatto, cercate piuttosto di abituarlo pian piano in modo da evitare reazioni istintive dovute alla paura. Introducete il vostro gattino soltanto a gatti e cani amichevoli ed abituati alla presenza di altri esemplari. Ricordatevi inoltre di vaccinare adeguatamente il vostro micio prima di qualsiasi incontro con altri animali.

Abituare il gattino a giocare con i giochi, non con le mani

Giocare con il proprio gatto è un ottimo modo per creare un legame, tuttavia se giocate con il vostro micino in maniera esagitata con le vostre mani, esso imparerà che è normale giocare con i denti e con le unghie sulla vostra pelle. Giocate col vostro gattino tramite dei giochini per gatti fai da te come ad esempio una pallina, un topino di pezza o un filo, questo eviterà che il gioco possa degenerare in graffi e morsi.