Gattino in casa da solo: si può lasciare?

Capita che noi padroncini siamo assenti per tante ore. In questi casi, è consigliabile lasciare il gattino in casa da solo? Ecco qualche info

gattino casa da solo gioca

A causa di vari impegni quotidiani che ci occupano le giornate, è possibile che noi padroncini siamo fuori casa per molte ore consecutive. È consigliabile allora lasciare un gattino in casa da solo per tanto tempo? E se dovessimo andare in vacanza e assentarci per una settimana intera, se non di più? Vediamo di seguito qualche consiglio da poter seguire in queste situazioni.

Gattino in casa da solo: si può fare?

gattino cucciolo

Ci farà sicuramente male al cuore, ma dobbiamo abituarci all’idea che può capitare di dover lasciare un gattino in casa da solo. Gli impegni sono tanti, sia lavorativi che non: come fare allora? Prima di tutto una cosa: se il gattino è molto piccolo, sarà il caso di stargli sempre dietro e fare in modo che in casa sia sempre presente un membro della famiglia.

I primi tempi è fondamentale rendere la casa un luogo favorevole in cui il cucciolo possa sentirsi a suo agio! È importante fargli trovare degli oggetti essenziali per la sua crescita e per il suo sviluppo: il link ci darà qualche info su come accudire un gatto e cosa mettere necessariamente in casa.

Dopo averlo fatto abituare al nuovo ambiente, il gattino dovrà anche imparare a stare da solo. Potrebbe anche darsi che si trovi bene fin da subito anche da solo: in questo caso, avrà la possibilità di scoprire ogni angolo ed esplorare ogni posto senza sentirsi “il fiato sul collo” di noi padroncini.

Questa libertà e questi momenti di solitudine potrebbero essere ben graditi anche ad un gattino molto piccolo. Il gatto di per sé è un animale che ama avere momenti di privacy da dedicare alle sue ricerche ed esplorazioni: quale occasione migliore di questa?

gattino in casa da solo

Ma quando si può scegliere se iniziare a lasciare il gattino in casa da solo? Generalmente l’attimo più adatto può essere intorno ai 4 mesi. Dopo che avrà ormai imparato le cose essenziali della vita da mamma-gatto, tipo come usare la lettiera e come mangiare dalle ciotole dopo lo svezzamento, potrà gestirsi tutto in autonomia!

Ricordiamoci di fare le cose in modo graduale: prima lasciamolo solo un’ora o due, poi aumentiamo sempre di più. Tutto ciò è fondamentale per la quotidianità del cucciolo: lui dovrà abituarsi pian piano a stare senza qualcuno che gli fa compagnia durante la giornata!

La sua reazione al nostro rientro ci dirà se ha apprezzato la cosa o se non era ancora pronto. Se sarà perfettamente a suo agio, se non sarà restio nei nostri confronti, o addirittura se lo troveremo a dormire rilassato, la prova è stata superata. A maggior ragione se ci accorgiamo che non ha combinato grossi danni in casa!

Cosa lasciare in casa per non farlo annoiare

gatto con scatolone

Cosa fa il gattino da solo in casa? Come possiamo aiutarlo a trascorrere in modo migliore le ore in solitudine? Dipenda anche da quanto tempo saremo assenti.

Se dovessimo partire per qualche giorno, una settimana o di più, sarà importante chiamare qualcuno di fidato che faccia compagnia all’amico a 4 zampe. La cosa essenziale è una: la compagnia! Il gatto ha bisogno di momenti di solitudine, ma sicuramente apprezzerà anche avere qualcuno che lo faccia sentire sicuro dentro casa e non abbandonato.

Oltre a questo, i beni di prima necessità non vanno sottovalutati: cibo, acqua, pulizia della lettiera e igiene saranno le parole d’ordine! La presenza di una persona che quotidianamente provvederà a tutto questo sarà dunque obbligatoria.

I gatti sono animali molto intelligenti: hanno la capacità di saper gestire la fame e la sete! Se lasceremo nelle ciotole del cibo sufficiente a sfamarlo per un paio di giorni, lui sarà in grado di dosarlo e non ingozzarsi.

cucciolo musetto dolce

In ogni caso, che sia per qualche ora o che sia per più giorni, assicuriamoci che ciotole e lettiera siano sempre a sua disposizione. Dunque: non chiudiamo mai le porte e facciamo in modo che il passaggio sia libero! In caso di assenza prolungata, la presenza di un amico sarà utile al controllo di tutto questo!

Se dovessimo assentarci solo per qualche ora, per andare a lavoro o semplicemente per fare una gita fuori porta, cosa fare? Oltre alle cose di prima necessità, dovremmo provvedere all’intrattenimento del gattino! Cosa lasciarli? I suoi giochini!

Lasciamoglieli sparsi per la casa o comunque mettiamoli in posti dove lui possa trovarli facilmente: tiragraffi, giochini vari, gomitoli, tutto quello a cui il piccolo è abituato!

gattino dorme su tiragraffi

Poi, non dimentichiamo l’igiene! Puliamo la lettiera prima di uscire (in caso di assenza prolungata, spieghiamo alla persona che sarà in casa nostra come e quando farlo).

Altra cosa essenziale: ricordiamoci di chiudere le finestre o ogni minimo spazio in cui il gatto possa intrufolarsi per uscire di casa e disperdersi in strada!

Insomma: questi sono alcuni consigli utili che faranno sentire il nostro piccolo amico al sicuro e a suo agio! Cerchiamo di rendergli sempre la vita semplice e divertente! Così stabiliremo con lui un bellissimo rapporto che sarà di amore e rispetto reciproco!