Gatto anziano con la diarrea: cosa può significare e come aiutarlo

Quando si ha un gatto anziano, diarrea e altri sintomi legati allo stomaco possono essere estremamente pericolosi per la salute del felino.

Per questo è necessario riuscire a comprendere le cause del problema e riuscire a trovare la soluzione il prima possibile. Mantenere in salute il gatto è indispensabile se si vuole trascorrere molto tempo in sua compagnia.

Cos’è la diarrea


La diarrea è un disturbo che apparato il tratto gastrico ed è nello specifico un disturbo che riguarda la defecazione; più precisamente il disturbo riguarda la quantità giornaliera e la consistenza delle feci, che aumentano entrambe.

Questo aumento tuttavia può comportare diversi altri problemi come la disidratazione, condizione che può compromettere seriamente non solo la qualità di vita del gatto, ma anche la vita stessa. La diarrea può essere acuta che cronica e quando la diarrea coinvolge un gatto anziano è necessario prestare parecchia attenzione; questo problema può essere davvero insidioso se ad averlo è un gatto ormai non più giovane.

Cause della diarrea nel gatto

In caso di gatto anziano, diarrea e altre condizioni possono essere davvero nocive per la vita del gatto; sono diverse le cause per cui un gatto può soffrire di tale disturbo e per questo è necessario indagare per riuscire a risolvere correttamente il problema. Tra le varie cause è possibile parlare di allergie o intolleranze, di ingestione di cibo tossico o di veleni o di infestazioni parassitarie.

Esistono anche altre numerose patologie che possono comportare l’insorgenza della diarrea e per questo sarà necessario consultare il veterinario, che dopo una serie di test può comprendere la causa del problema. Nello specifico eseguirà un esame del sangue completo, esame delle urine, eventualmente delle feci e, se dovesse reputarlo opportuno, anche ecografia allo stomaco.

Diarrea acuta e diarrea cronica

In caso di gatto anziano, diarrea e altri problemi di stomaco possono essere quindi invalidanti e devono essere necessariamente trattati per permettere al gatto di stare bene. Esistono, come accennato due tipi di diarrea, una acuta e una cronica. Sono diverse le cause tra diarrea acuta e diarrea cronica.

Per quanto concerne la diarrea acuta, è possibile elencare queste cause:

  • Allergie o intolleranze
  • Presenza di batteri
  • Sindrome di colon irritabile
  • Ingestione di alimenti avariati
  • Intossicazione
  • Pancreatite
  • Patologie renali
  • Patologie epatiche

Per quanto concerne la diarrea cronica invece le cause più comuni sono:

  • Intolleranze alimentari
  • Malattie del fegato
  • Tumori
  • Insufficienza pancreatica
  • Sindrome di malassorbimento

Precisazione sul fegato ingrossato

Per quanto riguarda le patologie epatiche, una delle patologie più comuni è il fegato ingrossato. Tale condizione prende il nome di epatomegalia, questa condizione è spesso legata alla presenza di alcune malattie che possono compromettere la funzionalità del fegato.

L’organo quindi cambia di dimensioni, diventando quindi più gonfio e facendo scaturire quindi una vera e propria condizione patologica. Tra le cause di questa patologia è possibile riscontrare:

  • Accumulo di sangue nella zona perimetrale del fegato
  • Infezioni del fegato
  • Malattie cardiache
  • Neoplasie
  • Cardiopatia
  • Ernia diaframmatica, ovvero un’ernia causata dalla sporgenza di una parte dello stomaco, verso il diaframma
  • Accumulo di grasso nel tessuto epatico
  • Tumore al pancreas
  • Ascesso epatico
  • Cisti al fegato
  • Avvelenamento da droghe

Per quanto riguarda la sintomatologia, è possibile notare l’insorgenza dei seguenti sintomi:

  • Ingrossamento del fegato
  • Letargia
  • Inappetenza
  • Anemia
  • Disidratazione

Per diagnosticare questa patologia, sarà necessario cominciare informando il veterinario su tutta la storia clinica del peloso; quando sono comparsi i primi sintomi e o se sono avvenuti dei traumi che possano aver comportato l’insorgenza di tale problema. Il veterinario eseguirà inoltre un esame fisico ed eseguirà un emocromo completo e un esame sulle urine; inoltre verranno eseguite delle radiografie all’addome con cui si potrà notare se le problematicità si sono allargate anche ad altri organi o se sono presenti tumori o metastasi. Per quanto riguarda il trattamento, questo è soggetto a cambiamenti, in base alla causa sottostante dell’insorgenza di tale problema.

In caso di malattia epatica o cardiaca, sarà necessario un trattamento farmacologico a lungo termine o un trattamento di tipo invasivo. È possibile che il veterinario somministri degli antibiotici, soprattutto se è presente un’infezione nel gatto.
È necessario riuscire a comprendere quali siano le cause in tempi molto brevi, soprattutto se si tratta di un gatto anziano; questo perché il gatto anziano è decisamente più debole di un gatto piccolo o di un gatto adulto e i sintomi possono peggiorare in maniera decisamente più veloce.

Cosa fare per fare riprendere il gatto con diarrea

Appurate quali sono le cause di diarrea del gatto anziano, risulta necessario riuscire a capire cosa è necessario fare per riuscire a risolvere il problema. La prima cosa in assoluto da fare è quella di andare dal veterinario, soprattutto se la diarrea si manifesta per più di due giorni o se si presenta il vomito.

In questo caso risulterà necessario un supporto farmacologico. Prima di andare dal veterinario però sarebbe opportuno prelevare un campione delle feci del vostro gatto; in questo modo il veterinario potrà analizzarle e potrà comprendere quali sono le cause. In base alla causa determinante, il veterinario stabilirà il trattamento più efficace. Il veterinario quindi prescriverà un farmaco che dovrete somministrare seguendo le indicazioni fornitevi. Per dare il farmaco al gatto in casa è consigliabile portare il gatto all’interno di una stanza di piccole dimensioni e chiudete la porta.

Prendete quindi il gatto e tenetelo fermo e somministrate il farmaco prescritto. Nel caso in cui il gatto dovesse agitarsi particolarmente, è consigliabile farsi aiutare da un’altra persona; in questo modo una persona tiene il gatto fermo e l’altra somministra il prodotto farmacologico. Una volta fatto questo, monitorate il gatto e vedete se la sintomatologia migliora o peggiora; inoltre risulta indispensabile cercare di fare bere più possibile il gatto. La reintroduzione di liquidi è indispensabile per un gatto con episodi di diarrea. La mancanza di liquidi, come già accennato, provoca una condizione di disidratazione, potenzialmente mortale.

Conclusione

Quando si parla di gatto anziano, diarrea, vomito e altri sintomi sono segnali che qualcosa nella salute del vostro gatto non va come dovrebbe. Se gli episodi di diarrea si protraggono pure per qualche giorno è indispensabile correre ai ripari; sarà quindi necessario ricorrere al parere del veterinario. Questi dopo attenta visita e solo dopo aver effettuato tutti i test necessari, comprenderà la causa di malessere del gatto. Una volta compresa la causa, il veterinario prescriverà una terapia in grado da far ristabilire le condizioni cliniche del peloso. Sarà quindi vostra premura attuare la terapia prescritta; inoltre lo stesso veterinario, in base alla condizione di salute del gatto potrà scrivere una dieta apposita e specifica per fare in modo che il problema si ripresenta a causa di un’intolleranza o di un’allergia.

Nel caso in cui il problema è da attribuire ad un problema di tipo cronico, sarà necessario sottoporre il gatto a visite mediche periodiche, per riuscire a tenere la situazione sotto controllo. Per qualsiasi altra informazione o dubbio in merito, sarà comunque necessario chiedere il parere al vostro veterinario; questi potrà essere più specifico, prendendo in considerazione lo stato clinico specifico del vostro gatto.

Fare in modo che il proprio gatto stia bene è indispensabile per riuscire a godere a lungo della sua compagnia; inoltre se si tratta di un gatto anziano è necessario prestare il doppio delle attenzioni. Questi sono molto fragili ed è per questo necessario intervenire tempestivamente.