Gatto del Bengala: come riconoscerlo?

In questo articolo vi spiegheremo come riconoscere un gatto del Bengala quando ne vedete uno, osservandone le caratteristiche più distintive.

gatto del bengala

Quella del gatto del Bengala è una razza molto particolare e affascinante perché nasce da una serie di incroci tra gatti domestici e selvatici (esemplari di gatto leopardo asiatico, per la precisione), e presenta quindi caratteristiche uniche che lo rendono abbastanza facile da identificare. Vediamo nel concreto come riconoscere un gatto del Bengala.

gatto del bengala seduto su letto

  • Taglia e corporatura: questi animali non sono di taglia molto grande ma sono molto muscolosi e slanciati. Da adulti pesano tra i 3,5 e i 7 kg.
  • Manto: il gatto del Bengala può avere un manto maculato o striato (con effetto marmorizzato), in cui le chiazze tonde o le striature si distinguono molto bene rispetto al colore di sfondo del pelo. Le combinazioni di colori sono numerose e dipendono dallo specifico incrocio di cui è frutto l’animale, ma la più comune è quella con sfondo marrone o dorato. Il pelo è generalmente medio-corto e molto soffice.
  • Coda: piuttosto tozza, è sempre a strisce e termina con una punta nera e arrotondata.
  • Zampe: caratterizzate da estremità larghe e arrotondate.
  • Testa: leggermente piccola in proporzione col resto del corpo; gli occhi e le orecchie sono di solito più arrotondati di quelli di un comune gatto domestico.

gatto del bengala su armadio

Dopo aver analizzato il suo aspetto fisico non possiamo non parlare di un particolare che distingue questa razza da molte altre. Come sappiamo, molti felini hanno poca simpatia per l’acqua e cercano di tenersi a distanza da essa quando possono: il gatto del Bengala, invece, sembra adorarla e non esiterà a sguazzarci dentro se ne ha l’occasione!

Un’altra spiccata caratteristica della loro personalità è l‘atteggiamento particolarmente attivo ed energico, ereditato dai suoi antenati più selvatici come anche la tendenza a non reagire troppo bene all’essere confinato in uno spazio chiuso o in una singola stanza. Si tratta però di animali anche molto affettuosi, che amano passare del tempo a giocare con i propri umani e farsi riempire di coccole.

gatto del bengala gioca con acqua