Gatto Egeo, carattere e temperamento: conosciamolo meglio

Il Gatto Egeo è un micio dal carattere socievole ma allo stesso tempo indipendente, che ama stare con le persone e con gli altri animali

gatto con il mantello tigrato

La Grecia ci ha regalato una delle razze feline più belle di sempre: parliamo del Gatto Egeo, un micio dal carattere forte e indipendente.

Non bastano le parole per descrivere le mille sfumature della personalità del gatto proveniente dal Mar Egeo, per l’esattezza dalle isole Cicladi.

Si ritiene che sia una delle razze feline naturali più antiche oltre che l’unica che sia originaria delle terre greche.

In parole povere è una di quelle razze che si sviluppano naturalmente in un determinato territorio, senza l’intervento dell’uomo.

Non possiamo dire con esattezza quando sia nato il Gatto Egeo ma sappiamo di certo che con il suo carattere è riuscito a ritagliarsi un importante spazio in Grecia.

Tanto che viene considerato una sorta di tesoro nazionale e i mici randagi e selvatici di questa razza sono trattati come dei veri gioielli.

Carattere del Gatto Egeo: i pregi di questa razza felina

Se il Gatto Egeo è riuscito a conquistare il cuore dei greci diventando uno di tesori nazionali un motivo c’è e si deve anche al suo carattere.

gatto con il pelo bianco e nero

Parliamo di un gatto che da almeno diecimila anni vive nelle splendide isole del Mar Egeo e che probabilmente vi giunse tramite dei mercantili provenienti dal Medio Oriente.

Non a caso è sempre stato utilizzato per la caccia ai roditori, che sulle navi erano proprio un bel problema che metteva a rischio la salute dell’equipaggio e i carichi di merci.

Giunto nelle isole greche il Gatto Egeo si è immediatamente distinto non solo per le sue doti di cacciatore ma anche per un carattere estremamente socievole rispetto agli altri gatti.

Il Gatto Egeo, insomma, sembrerebbe il perfetto modello di gatto che da una parte vive serenamente con gli esseri umani ma dall’altra mantiene saldi i suoi istinti felini e soprattutto la propria indipendenza.

Le due “facce” del Gatto Egeo

Per via del suo carattere e del temperamento molto socievole e amichevole verso gli esseri umani, il Gatto Egeo non ha avuto difficoltà a sopravvivere per migliaia di anni fino ai nostri giorni.

gatto che si nasconde

Si tratta di un micio che ha sempre vissuto nelle isole greche da randagio, conducendo un’esistenza selvatica ma allo stesso tempo a contatto con l’uomo.

Il Gatto Egeo può tranquillamente sopravvivere in autonomia, è un ottimo cacciatore di topi e piccole prede e anche un abilissimo pescatore.

Ciò non esclude, però, che possa vivere in casa con una famiglia amorevole e negli ultimi trent’anni circa il trend in Grecia è proprio questo.

Non solo gli allevatori hanno iniziato a selezionare gli esemplari della razza – ancora non riconosciuta a livello internazionale – ma gli appassionati ne hanno accolto in casa un gran numero scoprendo così la bellezza di questo micio.

Il Gatto Egeo non ha un carattere invadente né ossessivo nei confronti del padroncino.

Non significa che non gli si affezioni, anzi in genere sceglie proprio un umano d’eccezione a cui rivolge tutte le sue attenzioni.

Il fatto è che il Gatto Egeo ha il suo modo di esprimere affetto e amore, solo che non lo fa come la gran parte dei gatti pronti ad accoccolarsi sulle gambe del padrone.

Resta un po’ schivo, caratteristica che dipende dalla sua naturale indole indipendente e autonoma che non ha mai perso, neanche da quando viene allevato.

Come si comporta in famiglia

Alla luce di ciò che abbiamo visto finora possiamo dire che il Gatto Egeo abbia un carattere adatto alla vita in famiglia e in casa.

Ma è giusto considerarne le peculiarità, qualora decidessimo di adottarne uno, perché prendersi cura di un micio vuol dire prima di tutto rispettarne gli spazi e le esigenze.

Il Gatto Egeo da questo punto di vista non è molto pretenzioso, si adatta bene agli spazi della casa e in più non ha difficoltà a socializzare con i membri della famiglia.

Si comporta in modo pacato e misurato e fondamentalmente pensa alle proprie “faccende”, senza arrecare disturbo al padroncino.

Come abbiamo visto in precedenza, il Gatto Egeo si lega in modo particolare a un umano, quello che considera come vero e proprio punto di riferimento in famiglia.

Ma non aspettatevi un gatto che segue il padroncino come un’ombra, tutt’altro. Il Gatto Egeo mantiene sempre e comunque la sua indipendenza.

Solo che sa come attirare l’attenzione e quando vuole qualcosa (in genere la pappa) miagola a gran voce e si fa sentire davvero bene!

Il carattere del Gatto Egeo fa sì, inoltre, che la convivenza in casa sia sempre pacifica e tranquilla anche in presenza di bambini.

Come si comporta con gli altri animali

Come se non bastasse, questo micio riesce ad andare d’accordo non solo con gli altri gatti ma anche con i cani e qualsiasi altro animale domestico con cui possa rapportarsi.

gatto con panorama

Come sempre in questi casi è bene far socializzare gli animali a poco a poco, in modo che abbiano il tempo di conoscersi e capire come interagire.

Discorso a parte vale per gli animali domestici di piccola taglia come i roditori o gli uccelli: non dimentichiamo che il Gatto Egeo è un naturale predatore!

Per evitare danni meglio tenerli separati o semplicemente evitare di introdurre in casa animali così piccoli.

In generale è meglio che il gatto abbia modo di sfogare i suoi istinti di cacciatore in altro modo, magari con dei giochini interattivi che simulino il movimento di piccoli animali.

Un gatto sempre attivo

Il Gatto Egeo ha un carattere che mostra soltanto pregi: è affettuoso e socievole, indipendente ma allo stesso tempo amichevole.

gatto che si arrampica su un muretto

La sua capacità di adattamento lo rende perfetto per la convivenza in famiglia, specialmente quando sono presenti bambini con cui possa giocare e divertirsi.

Anche in altri gatti o altri animali, come i cani, potrebbe trovare degli ottimi compagni di giochi con cui passare il tempo.

Ma un micio dal simile temperamento non è il classico gattone da divano, ha bisogno dei suoi spazi e della possibilità di stare all’aria aperta.

Non dimentichiamo che stiamo parlando di una razza che vive tra i moli e i porticcioli nelle isole dell’Egeo, non può restare rinchiuso tra quattro mura!

Il consiglio è fornirgli la possibilità di stare in un bel giardino oppure in un cortile, a patto però che siano messi in sicurezza.

Il Gatto Egeo per istinto tenderebbe ad allontanarsi da casa per seguire il “richiamo” felino, perciò occhio a non perderlo mai di vista.