Gatto Europeo, toelettatura: tutti i trucchi per riuscire a farla alla perfezione

gatto sguardo intenso

Gatto Europeo, toelettatura: cosa sappiamo riguardo la cura del pelo e del corpo di questo splendido felino amico dell’uomo? Di cosa dobbiamo preoccuparci per prenderci cura di lui al meglio? Ecco qualche dettaglio a riguardo.

Gatto Europeo, toelettatura: come prendersi cura di lui?

gatto tre colori

Cosa c’è da sapere di importante riguardo la toelettatura del Gatto Europeo? Come ci si prende cura di lui al meglio? Ecco qualche piccolo consiglio che potrebbe aiutarci a capire come gestire il tutto.

Prima di ogni altra cosa, dovremmo partire da una piccola descrizione fisica che ci aiuterà a capire meglio il corpo del Gatto Europeo, la consistenza del suo pelo e tutte le esigenze di cui bisogna preoccuparsi. Poi, vedremo cosa bisogna tenere in considerazione riguardo la sua toelettatura.

Pelo e colori

gatto tigrato occhi verdi

Il Gatto Europeo è un micio di taglia media, il suo peso varia fra i 4 e i 7 kg massimo, la sua altezza si aggira intorno ai 25-35 cm. Questi, comunque, sono tutti parametri abbastanza variabili.

Ha una costituzione robusta e resistente e tendenzialmente tiene il pelo di una lunghezza abbastanza corta. Si può affermare, però, che questa razza ha poche caratteristiche tipiche la contraddistinguono: ogni esemplare che appartiene a questa categoria un po’ generale può avere delle piccole varianti fisiche.

Alcuni punti comuni a tutti quei felini che rientrano nella razza di Gatto Europeo sono i seguenti: testa tondeggiante, corpo che rimanda alla forma del rettangolo e guance molto paffute ed evidenti.

Veniamo ora al pelo e cerchiamo di capire quali sono le tipologie di pelo che si possono trovare di più per definire un gatto appartenente a questa razza. Il Gatto Europeo può essere:

  • monocolore: spesso bianco o nero, con possibili macchie sul musetto
  • bicolore: bianco e nero, a volte con macchioline sparse sull’arancione
  • tricolore: bianco, nero e arancione (soprattutto gli esemplari femmina)
  • striato: molto raro, presenta una linea più scura e spessa lungo tutto il tronco
  • tigrato: il più comune, bruno con striature di diversi colori

Toelettatura e cura: punti essenziali

gatto lingua di fuori

Il Gatto Europeo, come già sottolineato, ha un pelo tenuto di lunghezza medio-corta, dunque non dovremo impazzire quando sarà il caro di prendersi cura del suo manto. Questo, però, non significa assolutamente che non dobbiamo dargli le dovute attenzioni, anzi!

Per non incorrere in conseguenze spiacevoli, possiamo considerare che sarà sufficiente una spazzolata fatta per bene e con attenzione una volta alla settimana. A cosa serve spazzolare il peso del gatto? Vediamo i punti salienti:

  • rendere il suo manto liscio, morbido, igienizzato: questo favorirà anche lo stato di benessere fisico e psichico del nostro felino. Sappiamo, infatti, quanto i gatti tengano alla loro igiene personale, tanto da provvedere da soli a pulirsi leccandosi in continuazione. Aiutarli in questa pratica può solo fare del bene. Facciamo in modo, però, che Micio sia abituato fin da piccolo alla spazzolatura, altrimenti sarà difficile che si lasci toccare senza ribellarsi
  • provvedere portare via eventuale pelo in eccesso
  • cercare di evitare la formazione di palle di pelo che, altrimenti, l’animale stesso potrebbe ingerire, causando danni al suo organismo

Ovviamente, però, c’è un dato essenziale che non può essere trascurato: tutto dipende dallo stile di vita che conduce il nostro piccolo amico a 4 zampe. Cosa significa questo? Il carattere del Gatto Europeo tende a renderlo molto curioso, avventuroso e amante delle “gite fuori porta”.

Se il nostro piccolo amico dovesse uscire quotidianamente da casa e dovesse fare delle belle passeggiate per sfogare tutte le sue energie e andare a caccia, è fondamentale controllare il suo pelo/pelle ad ogni rientro.

Questo, come già sottolineato, aiuterà ulteriormente la sua cura in quanto ci farà rendere conto dell’eventuale presenza di corpi estranei annidati sulla sua pelle o sul suo pelo, o comunque di qualunque tipo di problema sviluppato durante la passeggiata.

Ecco, allora, che la toelettatura del Gatto Europeo prende forma. Inoltre, durante i periodi di muta del pelo, generalmente due volte l’anno, al cambio di stagione (autunno e primavera) è bene spazzolarlo una volta al giorno.

Questo è importante sempre per lo stesso motivo: togliere il pelo in eccesso può far solo che bene al nostro piccolo felino. Ricordiamoci, poi, di utilizzare sempre le spazzole per gatti adatte a tale procedimento. Informiamoci preventivamente su quali siano le migliori per la tipologia di pelo e di pelle.