Quali sono i giochi da portare per il gattino in vacanza?

Quando andiamo in vacanza dovremmo sapere quali giochi portare con noi per il nostro gattino. Ecco qualche suggerimento a riguardo.

A chi non piace andare in vacanza? Probabilmente solo a chi ha gusti differenti in materia di relax e divertimento, e non li vede soddisfatti. Non vorremmo mai che il nostro gattino subisse questa sorte, soprattutto quando stiamo cercando di trascorrere tutti insieme un periodo sereno e spensierato.

Eppure una vacanza rappresenta una grossa novità, un turbamento non indifferente della quotidianità di un cucciolo. A tenerlo ancorato ad essa nonostante la distanza, o a esplorare nuovi orizzonti, ci aiuta tantissimo il mondo dei giocattoli. Vediamo allora quali sono i giochi da portare per il gattino in vacanza.

I giocattoli come punti di riferimento

gattino gioca con pallina

Ci sono tanti luoghi comuni sui gatti; secondo uno dei più diffusi essi sarebbero animali abitudinari, che faticano ad adattarsi a situazioni nuove alle quali non sono preparati. In questo caso almeno un fondo di verità c’è: i nostri amici felini amano la loro routine quotidiana, e le attività che svolgono in modo regolare sono importanti per scandire le varie fasi della loro giornata. Quando queste vengono a mancare, o vengono effettuate a ritmi diversi dal solito, essi non possono non uscirne come minimo destabilizzati; e alcuni reagiscono persino con paura e rabbia, poiché tutto ciò è per loro fonte di stress.

Un cucciolo di gatto, essendo ancora piccolo, patisce forse in misura minore il peso di cambiamenti grandi o piccoli nella sua quotidianità: tutta la sua infanzia è un continuo imparare, crescere, sviluppare nuove abilità e scoprire nuovi interessi. C’è da dire però che anche in lui un cambiamento improvviso e la perdita dei suoi punti di riferimento possono creare non poca confusione. Anche uno spostamento temporaneo dal nostro domicilio a una casa vacanze lo priverà dei suoi punti fermi. E non è una situazione in cui vogliamo lasciarlo troppo a lungo.

A cercare di combatterla, riportando Micio alla sua solita serenità così che possa godersi la vacanza insieme a voi, contribuiranno in modo non indifferente i suoi giochi preferiti. Oltre ai suoi oggetti personali, che ovviamente non dovreste dimenticare, sarà bene portare anche i giocattoli che lo hanno aiutato già in passato a prendere confidenza con voi e con casa vostra; o magari quelli che possedeva ancor prima di conoscervi. Per quanto la vostra presenza sia preziosa per Miao, potrebbe non bastare a superare la sua diffidenza verso un ambiente che non riconosce; “riabbracciare” un vecchio peluche o la sua inseparabile pallina riuscirà invece nell’intento.

Giochi per interni

gattino a pelo lungo sul pavimento

Alcuni gattini non amano mettere il muso fuori di casa, ed è specialmente per loro che una vacanza può essere destabilizzante. Tutto quello che si trova all’interno delle mura domestiche è il loro regno, che probabilmente hanno già imparato a esplorare da cima a fondo; magari hanno già i loro luoghi preferiti, postazioni situate in alto che permettono loro di controllare tutto quello che succede. Venire trasportati in un altro regno, con odori e oggetti nuovi, riduce di parecchio il senso di sicurezza che provavano prima.

Se però siamo bravi a trasformare la nostra attuale dimora in un luogo intrigante, esplorabile, a portata di gattino e in parte anche familiare, la sua curiosità non potrà resistere; e il suo istinto di esploratore prenderà man mano il sopravvento su qualunque forma di disagio provasse in precedenza. Potreste procurarvi un albero tiragraffi nuovo di zecca, o disporre l’arredamento della nuova casa in modo da facilitargli l’esplorazione. Ovviamente non tutti i luoghi di villeggiatura si prestano a delle modifiche di questo tipo, ma è anche per questo che consigliamo sempre di pianificare in modo approfondito le vostre vacanze col gattino.

E una volta che Miao avrà cominciato a considerare più “sua” la casa vacanze, perché non introdurre qualche novità? Magari qualche giocattolo nuovo, comprato nei paraggi o preparato per l’occasione, che non vedete l’ora di provare con lui. Esistono in commercio tantissimi giochi interattivi con cui potrete intrattenervi insieme a lui; o anche dei rompicapo che si divertiranno a risolvere se avrete bisogno di lasciarli soli per un po’.

Giochi per stare all’aperto

gattino sdraiato per terra

I nostri piccoli esploratori a quattro zampe potrebbero però mostrare più interesse verso l’esterno, e magari provare più curiosità che diffidenza nei confronti di ciò che è nuovo. Se questo li espone a qualche rischio, come quello di scappare per rincorrere una distrazione qualunque e di smarrirsi, ci permette anche di introdurre nuove attività da svolgere con lui: in questo modo potremo non solo tenerli d’occhio ed evitare che si allontanino troppo, ma anche lasciare che sfoghino tutte le loro energie quando noi siamo presenti; se Micio è stanco e soddisfatto a fine giornata, è meno probabile che cerchi nuovi stimoli per conto suo fuori casa.

Non si può parlare di gatti, curiosità e amore per l’aria aperta senza ricordare ancora una volta che questi splendidi animali, anche se completamente addomesticati, discendono da predatori estremamente efficienti e ne mantengono l’istinto. Stimolare questo istinto con appropriate attività ludiche significa in sostanza andare sul sicuro: qualunque gioco o attività ricordi l’atto di cacciare e gli permetta di correre, saltare e inseguire qualcosa attirerà tutto il suo interesse.

Sono molti i giocattoli che possono servirvi a questo scopo: puntatori laser, pupazzetti più o meno appariscenti e più o meno telecomandati, palline o giochi da riporto a forma di animali; ma potete anche fabbricarli voi stessi con oggetti di fortuna. Strumenti di questo tipo terranno occupato il gattino e aiuteranno a stimolare la sua mente e allenare il suo fisico. Prestate però sempre attenzione al tipo di materiale di cui essi sono fatti, per evitare spiacevoli incidenti.

Distrazioni per il viaggio

gattino in campeggio

Una sezione a parte merita il tragitto verso il vostro luogo di villeggiatura prescelto: si tratta forse della fase più sgradevole di tutta la vacanza, almeno per il gattino. Nella stragrande maggioranza dei casi si ritroverà a passare del tempo in un luogo ristretto, che lo limita nei movimenti e a volte lo terrà lontano da voi. Per tranquillizzarlo il più possibile avrà bisogno di tante coccole prima della partenza, ma soprattutto di giocattoli piccoli e soffici come dei peluche, che possa stringere a sé per ricevere conforto.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati