Quali sono i requisiti per adottare un gatto?

Se volete prendere un gatto in casa dovete prima fare alcune considerazioni. Ecco i requisiti per adottare un gatto

Quando si vuole adottare un gatto, spesso, la prima cosa che ci si chiede è “cosa serve?”. A livello umano, vi servono amore da donare e tempo a disposizione da trascorrere con il nuovo arrivato in casa. Dal punto di vista logistico dovete poi adattare la vostra casa ad accogliere un gatto, con tutto quello che può essergli utile.

A volte, però, alcuni rifugi e soccorsi richiedono degli specifici requisiti per adottare un gatto, che possono variare a seconda del posto in cui andate. Alcuni possono avere regole più rigide, altre essere più morbidi. Ci sono poi gli allevatori che generalmente hanno richieste minori, ma anche in questo caso non si può fare un discorso unico che valga per tutti. Cerchiamo, in questo articolo, di fare un poco di chiarezza sull’argomento.

Dove adottare un gatto

Ci sono diversi enti o organizzazioni in cui è possibile adottare un gatto. A volte si può trattare anche di singoli privati. Ognuno può avere delle richieste diverse in merito ai requisiti per adottare un gatto.

Se decidete di rivolgervi ad un allevatore professionale, potrete avere garanzie sulle origini dei gatti. Inoltre potranno anche procurarvi un gatto di “razza pura”, anche se sono amabili indipendentemente dalle loro origini. Un allevatore competente sottopone i gatti ad esami in modo da escludere la presenza di eventuali malattie. Sono inoltre dei professionisti pronti a rispondere ai vostri dubbi.

Ci sono anche persone che allevano animali domestici privatamente. Questa soluzione è consigliabile nel caso in cui conosciate la persona a cui vi state rivolgendo. Potreste, inoltre, conoscere già il gatto che intendete adottare e questo avrà ripercussioni positive sul vostro rapporto. Se invece non conoscete il privato, allora sarebbe opportuno trascorrere del tempo con il gatto prima di portarlo in casa con voi.

Esistono poi numerosi rifugi o associazioni di tutela animali a cui potete rivolgervi per adottare un gatto. Questa è la scelta migliore che potreste fare. Solitamente queste strutture accolgono una grande varietà di gatti, quindi potrete scegliere quello che si adatta meglio a voi in base a razza, carattere, sesso o età. I gatti ospitati nei rifugi per animali solitamente sono già stati vaccinati, visitati da un veterinario e sterilizzati.

Di cosa ho bisogno per adottare un gatto

Quando si sceglie di rivolgersi ad un rifugio o ad un’associazione di tutela animali, questi potrebbero richiedervi dei requisiti per adottare un gatto. Vediamo quali potrebbero essere.

Innanzitutto, generalmente, bisogna presentare una domanda. Le domande, di solito, vengono accettate in base all’ordine di arrivo, quindi affrettatevi se avete adocchiato un gatto che volete portare a casa con voi. Questo documento può essere un semplice questionario o può  richiedere alcune informazioni più approfondite. In alcuni casi è necessario fornire delle referenze o presentare una verifica del reddito per essere sicuri che il gatto riceva tutte le cure di cui ha bisogno.

Prima di accettare la domanda, alcuni enti potrebbero richiedere una visita a casa. I gatti hanno bisogno di un ambiente che possa soddisfare le solo esigenze. Tendono ad adattarsi ma è bene che ci siano le giuste basi. Sarò il personale stesso a farvi sapere se è richiesta anche una visita a casa prima di procedere con l’adozione del gatto.

Quando si inoltra la richiesta per adottare un gatto, tra i requisiti potrebbe esserci l’età. È preferibile che chi adotta un animale domestico abbia almeno diciotto anni. A questo punto sarà necessario fornire un documento di identità valido al rifugio o al soccorso per verificare la reale età.

Oltre ad una casa accogliente, il gatto ha bisogno di una famiglia accogliente. Prima di lasciarvi adottare un gatto, è possibile che vi venga richiesto un incontro con la famiglia per essere sicuri che tutti in casa siano disposti ad accogliere un animale domestico. Inoltre, per il nuovo arrivato, è bene cominciare a prendere confidenza con l’ambiente e con chi lo vive, soprattutto se in casa avete già altri animali domestici. In quel caso dovete anche imparare a presentare il gatto agli altri animali.

Infine, potrebbe essere necessaria una tassa di adozione che aria a seconda di dove decidete di adottare il gatto. La quota di adozione in genere copre le cure veterinarie di base, nonché l’alloggio, il cibo e il trasporto che l’animale ha ricevuto mentre era in cura al rifugio o al soccorso.

Ogni rifugio e soccorso ha requisiti diversi per adottare un cane o un gatto, ma questi dettagli possono aiutarli a garantire che un animale venga adottato in una casa sicura. Il nostro consiglio è quello di controllare il loro sito web per sapere cosa portare con sé in modo che il processo di richiesta sia rapido e agevole.

Documenti da richiedere quando si adotta un gatto

Tenete presente che oltre ai requisiti per adottare un gatto che potrebbero richiedere a voi, anche voi potete avanzare delle richieste all’ente o al privato da cui adottate il gatto.

Per prima cosa vi serve una fattura o un atto del passaggio di proprietà. A volte questo documento è necessario per registrare il microchip di identità del vostro animale. Potete richiedere anche la carta di identità elettronica o del microchip in originale. E ancora un certificato veterinario o un passaporto dell’animale prima del trasferimento. Se il gatto ha il pedigree, inoltre, potete richiedere il certificato di nascita.

Prima di prendere un gatto in casa è necessario che abbiate tutte le informazioni che lo riguardano. Quali sono le sue abitudini, le sue esigenze e preferenze, per aiutarlo ad adattarsi meglio al nuovo ambiente. Infine, potete farvi consegnare un po’ del cibo a cui il gatto è abituato. Nutrirlo con cibo a cui è già abituato nel primo periodo può facilitare l’inserimento in una nuova casa.

Cosa fare prima di adottare un gatto

Adottare un gatto è un gesto d’amore ma anche di grande responsabilità. La decisione inoltre deve essere condivisa da tutti i membri della famiglia. Un gatto ha bisogno anche di attenzioni e il regalo più grande che potrete fargli è il vostro tempo. Siate sicuri di poter stare con loro, giocando o semplicemente coccolandoli.

Ricordate che un gatto può vivere a lungo quindi pensateci bene prima di prenderne uno in casa. Anche se i vostri bambini vi imploreranno di prendere un cucciolo promettendo di occuparsene, tenete a mente che la responsabilità di occuparsi del vostro nuovo gattino ricadrà in linea di massima su di voi. Ecco perché è importante pensare a quale tipo di gatto potrebbe essere la scelta migliore per voi e la vostra famiglia. È meglio adottare un gatto maschio o un gatto femmina? Meglio un gatto adulto o un cucciolo? Quale razza? Queste sono tutte scelte personali ma aspetti da tenere in considerazione prima di prendere un micio in casa.

Infine sono importanti le considerazioni di tipo economico. Un gatto ha esigenze particolari riguardo all’alimentazione, sia se si tratta di cibo secco sia se si tratta di cibo umido. Generalmente le scatolette sono più costose ma sono necessarie nella dieta del micio. Il gatto ha anche bisogno della toelettatura, di essere spazzolato e soprattutto ha bisogno di cure veterinarie.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati