Come allontanare un gatto randagio dal gatto di casa

Allontanare un gatto randagio dal gatto di casa è utile per preservare l'incolumità del nostro Micio. Ecco qualche consiglio utile per tutti i padroncini

gatto di tre colori

L’incursione di un piccolo “intruso” potrebbe rivelarsi un bel problema, specialmente per l’incolumità del nostro adorato Micio. Per questo è importante capire come allontanare un gatto randagio dal gatto di casa per evitare che si azzuffino o che si accoppino, con tutte le conseguenze del caso.

I gatti che vivono in strada sono imprevedibili. Non si nutrono a dovere e non sono vaccinati, perciò esposti a malattie e infezioni di ogni genere che potrebbero trasmettere al nostro micio anche solo con un graffio o un morso. Non è detto che i due gatti entrino in conflitto, ma dobbiamo prendere tutte le precauzioni affinché non accada. Ecco allora qualche consigli utile per allontanare un gatto randagio dal gatto di casa, senza che nessuno si faccia male.

Individuare cosa attira il gatto randagio

gatto randagio in giardino

Se ci ritroviamo nella situazione di dover allontanare un gatto randagio dal gatto di casa, vuol dire che in qualche modo ha la possibilità di accedere al nostro giardino. Possiamo individuare diversi motivi che in qualche modo lo attirano in casa nostra e partire da questi per evitare che si possa avvicinare al nostro micio.

Si potrebbe trattare di una questione di cibo, quindi il micio randagio tendenzialmente è attirato dal nostro giardino perché qui trova il modo per nutrirsi. Oppure potrebbe servirsi della lettiera del nostro gatto di casa per fare i suoi bisognini. O ancora, può semplicemente trovare il nostro giardino confortevole perché può ripararsi dalla pioggia e trovare angolini caldi e comodi in cui schiacciare un pisolino.

E poi non dimentichiamo il motivo principale per un un gatto randagio potrebbe essere attratto dalla nostra casa: il nostro gatto è una femmina che non è stata sterilizzata. Nessun micio resiste al richiamo dei feromoni, perciò è naturale che i maschi provino in tutti i modi a raggiungere la nostra femmina. Perciò se abbiamo una gatta non sterilizzata dobbiamo fare ancora più attenzione ed evitare l’accoppiamento. Provvediamo a sterilizzarla prima possibile.

Osservare come si comporta il gatto di casa

gatto aggressivo

Tutti noi siamo pieni di impegni che ci tengono lontano da casa, perciò non possiamo stare ventiquattro ore al giorno a monitorare ciò che accade in giardino. Talvolta è difficile avere la certezza che un gatto randagio abbia preso l’abitudine di venire nel nostro giardino, o che cerchi in qualche modo di avvicinare il micio domestico. Un buon modo per capire se sta accadendo qualcosa a nostra insaputa è osservare il comportamento di Micio.

Ad esempio se il gatto domestico inizia a spruzzare urina in giro per casa, preferendo posti come le finestre e la porta di ingresso, è molto probabile che stia rispondendo alla presenza di un gatto randagio. Per i maschi è una questione territoriale quindi il gatto domestico orina per marcare i confini della sua “proprietà”. Un altro cambiamento evidente è l’aggressività immotivata. In parole povere quando il micio domestico inizia a sentirsi minacciato, ma allo stesso tempo non può raggiungere il gatto randagio fuori, potrebbe manifestare comportamenti aggressivi verso di noi.

Infine il gatto domestico potrebbe mostrarsi anche molto spaventato, sebbene sia ben protetto dentro casa e non abbia alcuna possibilità di uscire ed entrare a contatto col randagio. Qualunque sia l’effetto sul nostro gatto domestico, dobbiamo capire come allontanare il gatto randagio prima che la situazione ci sfugga di mano.

Rimuovere qualsiasi potenziale fonte di cibo

gatto molto magro che mangia crocchette

Perché mai un gatto randagio dovrebbe far visita al nostro giardino? Ma naturalmente per la pappa. I randagi non mangiano come i gatti che vivono dentro casa perciò nelle loro lunghe passeggiate cercano sempre di trovare dei luoghi in cui rifornirsi. Le mangiatorie per uccelli possono attirarli, perché hanno a disposizione prede facili da catturare. Anzi, a dirla tutta potrebbero attirare anche molti gatti randagi.

I gatti domestici non vivono tutti dentro casa, ci sono quelli che sono abituati a uscire in giardino. Perciò alcuni padroncini lasciano le ciotole fuori in modo che Micio possa mangiare quando vuole senza dover attendere che qualcuno gli apra la porta (a meno che non ci sia una porta basculante). Ebbene, lasciando le ciotole con la pappa in giardino ovviamente i gatti randagi ne sono attratti. Il problema è che se gatto domestico e gatto randagio dovessero trovarsi nello stesso momento davanti alla ciotola, potrebbe scattare una feroce rissa. Evitiamo, dunque, di lasciare il cibo di Micio incustodito e teniamo le ciotole dentro casa.

Tenere il proprio gatto in casa

Sì, sembra una soluzione quasi stupida per allontanare il gatto randagio dal gatto di casa ma talvolta è nelle cose più semplici che troviamo la massima efficacia. Il gatto randagio potrebbe avvicinarsi al nostro giardino proprio perché sa di trovare un “amico”. O anche un “nemico”, o una femmina da “sedurre”. Se vogliamo evitare questi incontri (o scontri) dobbiamo tenere Micio dentro casa. I randagi non sono vaccinati e vivendo in strada entrano a contatto con tante fonti di infezione e malattia. Un solo graffio potrebbe essere pericolosissimo per il nostro gatto di casa.

Coprire la lettiera in giardino

gatto seduto in giardino

I padroncini che accudiscono un micio di casa, consentendogli di uscire in giardino e vivere anche all’esterno, spesso per una questione pratica posizionano una o più lettiere da esterni. La cassetta con la sabbia è completamente impregnata degli odori del nostro gatto di casa, perciò un gatto randagio potrebbe essere attirato proprio da questa. Potremmo provare a coprirla con della pellicola trasparente, ma di fatto non è una soluzione molto efficace perché qualsiasi micio può facilmente romperla. Togliendola, rischiamo che il gatto randagio inizi a usare direttamente il giardino come lettiera, e anche in questo caso potrebbe diventare un problema. L’ideale è munirsi di repellenti per gatti oppure installare un irrigatore con sensore di movimento, che si attiva al passaggio del gatto.

Usare un repellente naturale per gatti

Per rendere il giardino un luogo meno attraente e per allontanare il gatto randagio dal nostro gatto di casa possiamo servirci di repellenti, meglio se naturali. I gatti, ad esempio, non amano l’odore degli agrumi, anzi lo trovano proprio disgustoso e fastidioso. Perciò una soluzione potrebbe essere posizionare delle di limone o di arancia qua e là nel giardino. Tuttavia queste bucce potrebbero attirare altri animali selvatici, quindi di fatto avremmo risolto un problema causandone un altro.

Potremmo provare a cospargere di pepe macinato o fondi di caffè le piante per tenere un gatto randagio fuori dal giardino. Ma attenzione, perché se il nostro gatto di casa ha la possibilità di uscire fuori potrebbe trovare questa soluzione fastidiosa anche per lui. In alternativa possiamo provare con la Coleus canina, una pianta chiamata proprio “spaventa-gatti”. Questa pianta produce un cattivo odore che sicuramente terrà il gatto randagio fuori dal giardino.