Come aprire gli occhi ai gattini?

Come aprire gli occhi ai gattini: tutto quello che c'è da sapere

Se vi trovate di fronte ad una cucciolata di mici per la prima volta, è chiaro che vi stiate chiedendo come aprire gli occhi ai gattini. Nei primissimi giorni di vita, infatti, i felini dipendono ancora completamente dalla mamma, perché non hanno i sensi abbastanza sviluppati per essere indipendenti. Gli occhi sono ancora chiusi. E sensi come gusto ed olfatto sono ancora in fase di sviluppo. Proprio per questo, è molto importante che ci sia mamma gatta a prendersi cura dei piccoli. Ma se non potrà essere lei ad aiutarli a superare questa fase, vediamo come dovrete comportarvi voi.

Quando aprono gli occhi i gattini?

Anzitutto, è importante chiarire una cosa. A differenza di altri animali, i mici non aprono gli occhi appena nati, ma è necessario aspettare un po’ di tempo perché questo accada. In linea di massima, questa cecità è temporanea, e i gattini dovrebbero cominciare ad aprire gli occhi tra i 9 ed i 15 giorni di vita. Anche se, in alcuni casi, potrebbe essere necessario più tempo prima che il piccolo apra davvero gli occhi e cominci a vedere. E non appena i micini apriranno gli occhi, noterete che questi sono di un bel colore blu, che tenderà a sbiadirsi nel corso del tempo per lasciare il posto al colore reale degli occhi del felino.

come aprire gli occhi ai gattini

Un processo che potrebbe richiedere anche fino a 12/13 settimane di tempo. Ma ben più del colore, è importante considerare che i mici avranno grosse difficoltà a muoversi nei primi giorni di vita, soprattutto perché hanno gli occhi chiusi. Nonostante questo, comunicheranno con mamma gatta attraverso miagolii ben comprensibili. Ed ecco perché è importante che non li separiate nelle prime settimane di vita, dato che i piccoli non riuscirebbero ad essere in alcun modo indipendenti.

Si possono aprire gli occhi ai gattini?

Come potete immaginare sulla base di quanto ci siamo detti finora, è la mamma gatta che aiuta i suoi piccoli ad aprire gli occhi durante la toeletta. Ma cosa fare nel caso in cui la mamma non ci sia? Oppure non riesca ad aiutare i suoi vicini in alcun modo? In questo caso, come potete immaginare, dovrete essere voi ad aiutare i gattini. Ma dovrete fare estrema attenzione nel maneggiarli, perché se mamma gatta dovesse accorgersi del vostro odore sui piccoli sarà portata ad allontanarli.

Prima ancora di capire come aprire gli occhi ai gattini, allora, è importante che chiediate al veterinario un consiglio su come avvicinarli e maneggiarli. Solo dopo che sarete riusciti a trovare il giusto modo per prelevare un gattino senza lasciargli il vostro odore addosso potrete procedere con il pulirgli gli occhi utilizzando un batuffolo di cotone imbevuto di acqua tiepida. Una pratica che sostituisce alla perfezione la toeletta di mamma gatta.

come aprire gli occhi ai gattini

I gattini hanno gli occhi incrostati, che fare?

A volte può succedere che la sporcizia possa in qualche modo accumularsi sugli occhi dei nostri gattini, insieme ad alcuni liquidi naturali ed altro. Accorgervi che questo sta accadendo non sarà difficile. Gli occhietti dei vostri mici appariranno incrostati e questo potrebbe renderne ancora più complicata l’apertura. Come aiutare allora i felini? Utilizzando il metodo che abbiamo definito caro a mamma gatta, ossia quello della toelettatura.

Nel vostro caso, però, dovrete armarvi di cotone idrofilo – meglio dischetto che batuffolo, se non avete grande dimestichezza con queste situazioni -, acqua tiepida o camomilla. Se notate che gli occhietti del piccolo sono anche infiammati, oltre che semplicemente sporchi, allora vi suggeriamo di utilizzare una garza sterile in sostituzione del cotone. A questo punto, dovrete bagnare il cotone con acqua o camomilla, e poi massaggiare delicatamente gli occhi del piccolo.

In questo modo, poco a poco, le piccole incrostazioni che vi sono presenti dovrebbero venire via. Se notate una sorta di liquido giallognolo e viscoso, allora è molto probabile che ci sia un’infiammazione, per cui dovrete fare attenzione a pulire bene gli occhi, cercando di eliminare tutto quello che ricopre le palpebre del piccolo. Bagnate frequentemente il cotone, così da non fargli male. E siate pazienti.

Gattini con occhi gonfi, che significa?

Come abbiamo detto poco fa, se notate che il gattino ha gli occhi chiusi e gonfi, è probabile che ci sia un’infiammazione in corso. In questo caso, pulire il piccolo per evitare che la situazione peggiori è di fondamentale importanza. Il procedimento è sempre lo stesso: avrete bisogno di garze sterili imbevute in acqua tiepida o camomilla, così da aiutarvi a pulire gli occhi del micio dalle incrostazioni e lenire l’infiammazione. In questo senso, infatti, è soprattutto la camomilla ad esservi di aiuto.

come aprire gli occhi ai gattini

Cercate di pulire sempre il gattino in maniera estremamente attenta e delicata, onde evitare di fargli male e peggiorare la situazione già di per sé fastidiosa. Ci vorrà un po’ di tempo prima che gli occhi si sgonfino, per cui cercate di effettuare questa pulizia almeno 1/2 volte al giorno.

Come ci vedono i gattini appena nati?

Come potete immaginare, appena aprono gli occhi, i gattini non vedono assolutamente come un felino adulto. Anzi, la loro vista è tutt’altro che nitida. Ma c’è da dire che questo senso si sviluppa davvero rapidamente, per cui i mici potranno cominciare ad utilizzare questo senso per andare alla scoperta del mondo che li circonda. In linea di massima, questa fase corrisponde proprio con la socializzazione del gattino, che in genere ha inizio dopo le prime due settimane di vita – in alcuni soggetti anche dopo -.

È solo in questo momento che i gattini cominciano a riconoscere la mamma gatta e i propri fratellini. Cercano di imitare le movenze della mamma, imparano ad interagire con gli altri cuccioli e si muovono in un mondo che imparano a conoscere lentamente, ma con grande energia e curiosità. Ad un mese circa, i gattini hanno sviluppato la vista al meglio. E di conseguenza riescono anche a muoversi al meglio nello spazio che li circondano: saltano, corrono e giocano con i loro fratellini. Anzi, forti del nuovo senso acquisito, si sentono più avventurosi e sicuri, e cominciano ad allontanarsi dalla mamma gatta.

Come aprire gli occhi ai gattini, quindi, è di vitale importanza. Soprattutto per la loro crescita futura.