Come si fa a eliminare le cattive abitudini del gatto?

La buona educazione prima di ogni cosa. Questo vale sia per noi umani, ma anche per i nostri amici animali. Ma come si fa ed eliminare le cattive abitudini del gatto? Ecco qualche suggerimento

I gatti sono davvero unici e questa loro unicità li rende davvero affascinanti.
Ma è pur vero che non sempre sono dei graziosi micetti da coccolare davanti ad una serie tv.
Spesso alcuni gatti diventano troppo dispettosi e in certi casi anche ineducati, manifestando atteggiamenti davvero fastidiosi.

Questi comportamenti se non limitati e corretti, possono col tempo creare ulteriori problemi alla vostra convivenza.
Ma è opportuno capire prima perché il gatto assume certi atteggiamenti, quali sono i motivi che lo spingono a comportarsi in un determinato modo, ma è fondamentale capire oggi insieme come si fa ad eliminare le cattive abitudini del gatto.
Scopriamo insieme!

Cattive abitudini: quali sono le più comuni?

gatto sul tappeto

Tra le cattive abitudini più comuni ci sono assolutamente atteggiamenti come fare i bisogni fuori dalla lettiera, graffiare tutto quello che trova sotto il suo naso o diventare aggressivo.
La cosa importante che bisogna capire è se si tratta di semplici monellerie e dispetti oppure se la questione è più grave del previsto.

Se cioè si tratta di un problema di tipo comportamentale e che deve necessariamente essere rivisto, ridimensionato e corretto.
Ma vediamo insieme quali sono gli atteggiamenti più fastidiosi che il gatto solitamente ha.

Mangia le piante: avete il pollice verde da tempo, ma a quanto pare la vostra passione è messa davvero sotto torchio.
Se il vostro gatto mangia le piante di casa, oltre a farvi decisamente innervosire, è un atteggiamento che va ridimensionato.
In questo caso non si tratta di un dispetto, ma è molto probabile che al gatto manchi un apporto nutritivo importante e che lo cerchi da altre parti.

Adora i vasi e ci scava dentro: non è per niente una bella cosa, soprattutto quando il vostro terrazzo splende per le innumerevoli piante che amate curare.
Se il vostro gatto scava nei vasi molto probabilmente lo fa o per gioco, o perché vuole istintivamente fare i suoi bisogni dentro il vaso o anche molto più semplicemente per dispetto.

Graffia mobili e divani: un bel problema, soprattutto quando avete appena finito di arredare casa con mobili e divani pregiati.
I gatti sono soliti graffiare i mobili, tende e divani per segnare il territorio, ma è molto probabile che lo faccia perché si sente particolarmente stressato.
Indagate sul motivo per cui il vostro gatto graffia tutto quello che trova per comprendere se è necessario l’intervento di uno specialista.

Queste sono solo alcune delle cattive abitudini che il gatto può avere, ma è importante che capiate il motivo per cui lo fa e che interveniate subito.

Come eliminare le cattive abitudini del gatto

gatto dentro il vaso

Le cattive abitudini dei gatti vanno fermate immediatamente.
Soprattutto perché se di natura comportamentale, possono compromettere la naturale e serena convivenza in casa e potrebbero col tempo anche stressare notevolmente il gatto portandolo ad avere atteggiamenti troppo ingestibili.
Ma come comportarsi di fronte a comportamenti fastidiosi? Cosa bisogna fare?
Ecco di seguito qualche prezioso consiglio:

Scoprire il motivo: prima di capire come affrontare la situazione è meglio comprendere le motivazioni che stanno dietro a certi atteggiamenti.
Se il gatto si comporta male è perché spesso è solo dispettoso o anche perché alcuni comportamenti che per noi sono strani, per lui invece sono assolutamente istintivi e normali.
Non è il caso di rimproverarlo, funziona di più l’indifferenza.
Un segreto? Dategli un’alternativa. Se graffia i mobili comprate presto un tiragraffi.
Se adora le piante, posizionatele in un luogo impossibile da raggiungere.

L’educazione prima di tutto: è importante che educhiate il vostro gatto già dai primi mesi di vita, mostrandogli e facendogli capire cosa è possibile fare e cosa no.
Se invece avete un gatto già adulto sarà più complicato ma nulla di troppo difficile.

Associazioni: la mente del gatto funziona per associazione. Quindi abituatelo a comprendere che un atteggiamento positivo corrisponderà ad un premio o qualcosa che lo rallegrerà.
Ci vuole molta pazienza, perché spesso i gatti non ascoltano e hanno grosse difficoltà a capire cosa è giusto e cosa è sbagliato.

Rivolgetevi ad uno specialista: ci sono casi gravi in cui il gatto, nonostante il vostro impegno, è assolutamente incontrollabile.
In questi casi è evidente che il problema è più grave di quello che possiamo pensare.
Rivolgetevi ad uno specialista in comportamenti felini per comprendere insieme a lui quali sono gli atteggiamenti scorretti e come riequilibrare i rapporti.

Sterilizzazione o castrazione: modificano il carattere dei nostri gatti?

gatto sul divano

Non è una leggenda, un gatto castrato o sterilizzato cambia alcuni atteggiamenti, semplicemente perché vengono meno alcuni impulsi, anche sessuali, che lo possono rendere nervoso.
Non stiamo assolutamente suggerendo di procedere con la castrazione o la sterilizzazione per modificare il carattere del vostro gatto.
Entrambi gli interventi sono azioni da concordare col veterinario e decisioni da prendere con tanta consapevolezza e responsabilità.

Sono altre le motivazioni che dovrebbero spingervi alla castrazione o sterilizzazione.
Come la non possibilità di far accoppiare il vostro gatto, questione alquanto delicata perché il non accoppiamento potrebbe causare nel tempo altri tipi di problematiche, soprattutto di salute.
La consapevolezza inoltre, di non riuscire a prendersi cura delle future cucciolate, è un altro motivo per il quale decidere se sterilizzare la femmina o meno.

Ad ogni modo è pur vero che alcuni atteggiamenti dei gatti che hanno subìto interventi di questo tipo in parte cambia.
Li rende meno aggressivi, più docili e più tranquilli.

Ad ogni modo è importante capire e approfondire con un veterinario comportamentalista i motivi che stanno dietro ad atteggiamenti poco consoni.
Se il gatto per esempio è troppo stressato, sta spesso da solo e soffre per la vostra assenza o perché non viene stimolato con nuovi giochi e non riceve le giuste attenzioni.

Cercate sempre, se avete un gatto, di ritagliarvi del tempo per stare con lui, fate in modo che abbia la possibilità di stimolare la sua mente con giochi e percorsi in casa sempre nuovi.
Giocate con lui, ma lasciatelo anche tranquillo.

Un gatto stressato sfogherà sempre la sua rabbia e le sue frustrazioni con atteggiamenti poco educati.
Quindi è opportuno che cerchiate da subito di farlo sentire sereno e tranquillo in ogni situazione!

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati