I gatti possono mangiare i broccoli oppure no?

I gatti possono mangiare i broccoli sempre cotti e in piccole quantità perché sono ricchi di sostanze e nutrienti che fanno bene alla salute

gatto che assaggia i broccoli

A molte persone fanno storcere il naso ma anche i gatti possono mangiare i broccoli e gli fanno benissimo, proprio come a noi umani.

Non tutti i nostri alimenti vanno bene per Micio e dobbiamo essere sempre molto attenti nella scelta di quelli da condividere con lui.

Quante volte capita che ci faccia gli occhioni dolci pregandoci di dividere un piccolo boccone del nostro pasto?

Sarebbe opportuno non viziarlo e limitarci a fargli mangiare la sua pappa ma, diciamolo, di tanto in tanto uno strappo alla regola si può fare per coccolarlo!

gatto che guarda il piatto con le verdure

E per farlo è meglio affidarsi a cibi sani e naturali che possono sostituire gli snack commerciali, ricchi di conservanti e sostanze che possono far male al gatto.

Naturalmente dobbiamo partire dalla premessa che il gatto non è un animale vegetariano e che in natura si ciberebbe di carne, quindi proteine.

Gli alimenti di ottima qualità in commercio, sia croccantini che scatolette di umido, sono completi e bilanciati e danno al gatto tutti i nutrienti di cui necessita.

Ma dal momento che i gatti possono mangiare anche verdura, proprio come i broccoli, possiamo introdurli nella dieta a patto che siano in piccole quantità.

Per qualsiasi dubbio e per ricevere i consigli più appropriati è bene, come sempre, rivolgerci al nostro veterinario di fiducia.

I gatti possono mangiare i broccoli: ecco perché

Non aspettatevi che Micio faccia i salti di gioia non appena vede un piatto di verdure in tavola.

gatto con la testa sul tavolo

Proprio come accade ai nostri bimbi (ma anche a molti adulti) non è molto attratto da questo tipo di alimenti.

Ma come sempre c’è l’eccezione alla regola e non di rado il gatto si avvicina a noi mentre ceniamo perché vuole assaggiare quello che stiamo gustando.

Perciò niente paura se stiamo mangiando broccoli, il gatto può mangiare questo ortaggio dalle moltissime proprietà benefiche.

Naturalmente parliamo di un assaggino, non possiamo di certo riempirgli la ciotola di broccoli (anche perché molto probabilmente non la svuoterebbe!).

I broccoli sono una di quelle verdure che tutti i nutrizionisti ci implorano di mangiare per una dieta sana e bilanciata.

Per i gatti non è necessario ma se qualche volta vogliono addentarne un pezzettino non c’è assolutamente niente di sbagliato.

Anzi i broccoli sono ricchissimi di antiossidanti e svolgono una potente azione contro i radicali liberi.

gatto che mangia i broccoli

Inoltre per la stessa ragione sono considerati ortaggi utili per la prevenzione del cancro quindi, di fatto, possono ridurre il rischio che il nostro micio sviluppi una qualche forma di tumore.

Altra caratteristica dei broccoli è l’azione di riduzione del colesterolo cattivo nel sangue oltre alla grande quantità di fibre che contiene, utile per la regolare la funzione intestinale.

Non a caso sono specificatamente indicati per i gatti che soffrono di stitichezza e che non riescono a fare i propri bisognini.

Se somministrati in piccole quantità possono risolvere questo fastidioso problema nel giro di pochi giorni.

I broccoli sono anche ricchi di vitamine come la E, la K e la B6 e contengono altre sostanze utili all’organismo come la tiamina, l’acido pantotenico e il calcio.

Come dare i broccoli al gatto

I gatti possono mangiare i broccoli ma solo se ben cotti e mai direttamente da crudi perché risulterebbero difficili da digerire oltre che poco appetibili per Micio.

broccoli cotti in padella

I germogli vanno sempre bolliti in acqua (non salata) mentre il resto dell’ortaggio va cotto preferibilmente a vapore.

In questo modo manteniamo le proprietà del broccolo e consentiamo al gatto di assimilare tutti i nutrienti di cui è ricco.

Il broccolo può essere dato al micio che sta bene e non ha problemi digestivi particolari e, anzi, contribuisce alla regolarità intestinale.

Badiamo bene, però, alle quantità. Riempire un’intera ciotola di broccoli al vapore sarebbe un grosso errore e potrebbe causare al gatto qualche problema.

Il gatto potrebbe iniziare a soffrire di mal di stomaco o, peggio, di frequenti conati di vomito o diarrea. Troppi broccoli causano non poco malessere.

gatto che si lecca i baffi

I broccoli cotti in questo modo, al vapore o bolliti, sono l’ideale per chi prepara la pappa in casa preferendo una dieta casalinga a quella industriale.

Ma l’unico modo per stilare un corretto piano alimentare che non faccia mancare nulla al micio è rivolgersi al veterinario. Mai fare di testa propria!

I pasti preparati in casa devono essere cucinati con amore ma soprattutto con criterio: la base deve sempre essere di proteine e tutto il resto, come frutta o verdure, devono costituirne una minima percentuale.

Così i gatti possono mangiare i broccoli come snack ma anche come contorno per la carne o il pesce ben cotti. Un vero pranzetto coi baffi per rendere felice il nostro micio.

Non solo broccoli: quali verdure possono mangiare i gatti

Oltre ai broccoli possiamo inserire nella dieta del nostro micio anche altri tipi di verdure, tutte benefiche per la sua salute.

Tra queste possiamo citare i cetrioli, anche se è risaputo che i gatti ne siano spaventati, le carote, ricca di vitamine e facile da digerire, e persino fagioli e piselli, a basso contenuto calorico e ricchi di fibre e di vitamine come la B12.

gatto che morde una lattuga

In estate spesso è consigliato dare al gatto la lattuga perché oltre a essere ricca di vitamine e sali minerali contiene molta acqua, ideale per reidratarlo specialmente nelle giornate più calde.

Anche la zucca apporta tanti benefici alla salute del micio, soprattutto riesce a regolare la digestione ed evita che abbia problemi di gas intestinali o mal di stomaco.

Gli asparagi hanno un sapore un po’ forte e pungente e non sono tutti i gatti ad apprezzarli. Per i mici dal palato più “coraggioso” vanno benissimo, sempre cotti e offerti come accompagnamento alla carne o al pesce.

Ricordiamo alcune cose fondamentali prima di dare le verdure al gatto. Prima di tutto dobbiamo sempre lavarle bene sotto l’acqua corrente, specialmente se non togliamo la buccia o la pelle.

Poi dobbiamo sempre bollirle o cuocerle al vapore, un modo per renderle più appetibili ma anche più facili da mescolare con la carne e da digerire.

Altra cosa importante è non esagerare mai con le quantità, perciò limitiamoci ad alternare i broccoli e le varie verdure un paio, massimo tre volte alla settimana.

E la frutta?

I gatti possono mangiare anche la frutta cruda, sempre privata della buccia, dei semini o dei noccioli e naturalmente tagliata a pezzettini.

La frutta può essere un’alternativa salutare ai soliti snack confezionati, spesso troppo grassi e ricchi di calorie.

Quindi possiamo sbizzarrirci con mele, pere, banane, kiwi, albicocche, melone e perfino i frutti di bosco, soprattutto i mirtilli.

Naturalmente non possono mancare le fragole, a cui dobbiamo però prestare più attenzione perché contengono molti allergeni, e la frutta esotica come l’ananas e il mango.