Gattini e albero di Natale: come fare per non farglielo distruggere?

Gattini e albero di Natale: come non farglielo distruggere? Soluzioni e trucchi per mettere in salvo l'albero e la magia del Natale

gattini e albero di natale

È giunto quel momento magico dell’anno che spinge ad addobbare tutta casa con luci e palline, con pacchetti e fiocchi romantici. Ma anche quello del dilemma stagionale: gattini e albero di Natale possono convivere?

In molti rinunciano mestamente al tradizionale sempreverde limitando le decorazioni a pochi interventi. Ma creare una connessione è possibile, senza rovinare l’atmosfera delle feste: scopriamo come.

Gattini e albero, una vera passione: quale scegliere

gattini e albero di natale

Gattini e albero di Natale, quale combinazione più dolce se non questa, quale assetto più pericoloso se non l’unione dei due. I gatti amano l’albero delle feste, una vera tentazione che li spinge verso l’esplorazione.

Ma per la salute degli stessi è importante mettere in pratica una serie di strategie e accorgimenti importanti, soluzioni utili che preservino anche il benessere dell’albero stesso.

Partendo dalla scelta del sempreverde valutando qual è l’articolo più adatto per la propria dimora, se è meglio propendere per oggetto un sintetico o per un albero vero e del tutto naturale.

La passione per le arrampicate in solitaria sull’albero potrebbero incidere negativamente sulla salute dei felini di casa, ad esempio gli aghi di un pino naturale potrebbero conficcarsi nei loro occhi.

I micini potrebbero testarne il gusto cercando di masticarli ingurgitandoli, questi potrebbero conficcarsi in gola o creare problematiche di tipo intestinale.

Lo stesso tipo di disagio prodotto dagli aghi o dai rami di un albero di Natale sintetico, ma anche il formato potrebbe incidere perché un articolo dalle dimensioni importanti potrebbe cadere direttamente su di loro.

Meglio scegliere un albero dal formato più contenuto e da disporre a distanza di sicurezza, magari sopra una mensola o sopra un mobile impedendone l’accesso ai piccoli.

Inoltre una dimensione meno invadente potrebbe rivelarsi provvidenziale e meno pericolosa, in particolare nel caso i gattini decidessero comunque di arrampicarsi per scalarlo.

Cadendo per terra potrebbe semplicemente avvolgerli senza ferirli o fargli del male fisico.

Anche il formato del vaso riveste un ruolo importante, deve risultare in misura dell’albero e ben ancorato al pavimento. Sconsigliati i contenitori leggeri di plastica o di paglia.

Una base solida può fare la differenza permettendo all’albero di mantenere la posizione stabile anche se sotto attacco felino.

Preservando così la salute dei piccolini di casa, la loro voglia di giocare in sicurezza ma anche il benessere del povero albero di Natale.

Come addobbare l’albero a prova di gattini

gattini e albero di natale

Prima di addobbarlo è importante che i piccoli familiarizzino con la sua presenza, permettendogli di annusarlo e conoscerlo.

Gattini e albero dovranno convivere in questo modo per qualche giorno, in piena serenità e sicurezza: come abbiamo già illustrato l’articolo dovrà risultare stabile e privo di elementi pericolosi.

L’albero non dovrà mai rimanere incustodito in balia della presenza dei gattini, la stanza dove è posizionato andrà chiusa a chiave ma solo in assenza del proprietario.

Durante il momento deputato alla decorazione dello stesso i gattini non dovranno presenziare, ma andranno prontamente allontanati dalla zona.

È praticamente impossibile impedirgli di curiosare tra addobbi e palline per questo è meglio giocare d’anticipo scegliendo quelli meno pericolosi.

Via libera ad articoli poco scintillanti ma non privi di fascino, come palline di plastica magari opache anche se dorate, meglio se in legno o anche in carta.

Sconsigliato il vetro e tutto ciò che potrebbe rompersi divenendo pericoloso, meglio evitare anche di addobbarlo con dolci, caramelle, cioccolata e con la neve finta.

Attenzione anche ai festoni e i fili oro e argento che potrebbero catalizzare troppo l’attenzione, moderazione anche con le luci da ancorare perfettamente ai rami e da spegnere in assenza del proprietario.

Come dare torto a questi piccoli amici, se l’albero di Natale affascina grandi e piccini perché non dovrebbe catturare l’interesse dei gattini di casa.

Come gli stessi doni e pacchetti, che andrebbero posizionati solo la notte della vigilia evitando che vengano distrutti o che i fili finiscano nella gola dei piccoli.

L’albero è una presenza affascinante ma è importante che risulti inaccessibile e sicuro, per il bene degli amati micini di casa.

Come proteggerlo: idee e alternative

gattini e albero di natale

Proteggere l’albero dall’assalto dei gattini di casa? È possibile e praticabile, basta mettere in atto qualche soluzione e trucchetto utile.

Disponendo le bucce di un’arancia o di un mandarino intorno alla base del vaso, i gatti le detestano, oppure ricoprendo la terra interna del vaso con delle pigne che di certo non adorano.

ancora sistemando del biadesivo lungo la superficie intorno al vaso, non certo un’immagine poetica ma sicuramente un’idea molto utile per impedire attacchi e agguati felini.

Lo si può proteggere spruzzandolo con dell’aceto di mele o, come già anticipato, appendendo delle bucce di arancia essiccate magari tagliate a forma di stella.

Ma se queste strategie non dovessero funzionare allora è bene agire in modo decisivo, magari delimitando lo spazio intorno allo stesso con un recinto o una rete alta.

Meglio ancora, posizionandolo in posti inavvicinabili oppure fissandolo direttamente al soffitto a testa in giù: dimensioni e spazio permettendo.

Fino a decidere di rinunciare all’albero stesso, all’oggetto fisico, optando per qualcosa di più facile e concettuale da realizzare con il supporto dei bambini di casa e della loro inesauribile creatività.

Magari un grosso albero disegnato copra un maxi foglio di carta da pacco, colorato con pastelli e pennarelli e impreziosito con palline di carta e adesivi.

Le soluzioni possono essere tante, lo si può creare sul muro con il washi tape o applicando direttamente le lucine sulla parete stessa ricreando la sagoma dell’albero di Natale.

O ancora sostituendolo con tanti piccoli addobbi e decori o mini alberelli da disporre lungo mensole e ripiani, o dentro teche protette e inaccessibili agli stessi gattini.

Lo si può disegnare sulla finestra di casa utilizzando gli appositi pennarelli o ritagliando la sagoma nel cartoncino bianco, realizzando così un paesaggio invernale.

Infine si può riprodurre la stessa atmosfera spostando l’albero sul balcone o in giardino, ricoprendolo di luci e addobbi e sistemandolo in uno spazio riparato e protetto e non accessibile ai piccoli felini.

Un’idea alternativa ma sicuramente utile così da preservare l’impareggiabile magia del Natale e la possibilità di ammirare in pace le calde luci delle feste.