Gatto anziano fa pipì in giro: come riuscire ad aiutarlo e limitare i danni

Cosa fare se il gatto anziano fa pipì in giro; comprendere determinati atteggiamenti del peloso è indispensabile per riuscire a trovare le cause e le relative soluzioni ad alcuni problemi comportamentali.

Spesso gli amici a quattro zampe compiono azioni che non sempre l’uomo riesce a comprendere; tuttavia con un po’ di pazienza e calma sarà possibile aiutare il gatto.

Perché il gatto non utilizza la lettiera?


Se il vostro gatto anziano da pipì in giro e mette in atto alcuni comportamenti strani, è possibile che qualcosa nel comportamento del gatto non va come dovrebbe. Proprio per tale motivo è quindi normale chiedersi perché il gatto non utilizzi la lettiera per effettuare i propri bisogni. Possono essere svariate le motivazioni che giustificherebbero la risposta a questa domanda e tra queste la prima risposta è la seguente il gatto in questione sta cercando di marcare il territorio. Questa volontà di marcatura può coinvolgere sia i gatti maschi che le femmine, indipendentemente dalla razza o dall’età.

L’altra motivazione, una delle più comuni, risiede nel fatto che le ciotole per il cibo e per l’acqua possano trovarsi troppo vicino alla lettiera; l’urina e gli altri bisogni sono caratterizzati da un odore particolarmente forte. Mettere quindi le ciotole vicino alla lettiera può dare molto fastidio al peloso, che per tale motivo decide di effettuare i bisogni fuori da questa.
Esistono poi altre motivazioni per cui un gatto anziano fa pipì in giro; tra queste c’è anche la possibilità che la lettiera sia sporca. Il gatto percepisce la sporcizia e la puzza, anche se si eliminano tutte le feci. Il gatto quindi potrebbe essere nauseato dal cattivo odore emanato dalla lettiera. Per tale motivo risulta necessario pulire la lettiera in maniera molto approfondita.

Legato alla lettiera, un altro motivo per cui il gatto anziano fa pipì in giro, può risiedere nella qualità della sabbia; per questo risulta necessario comprare sabbia di alta qualità; facendo in questo modo il felino si sentirà più sicuro e sereno nell’effettuare i propri bisogni. È possibile inoltre che il gatto faccia la pipì in giro a causa dalla presenza di un altro gatto in casa; il problema sussiste soprattutto nel caso in cui due gatti sono obbligati a condividere la stessa lettiera.

È quindi importante che ogni gatto abbia la propria, in modo tale da non creare fastidi o competizione tra i due. Infine un altro motivo per cui il gatto anziano fa pipì in giro è la presenza di un’eventuale malattia. In questo caso sarà necessario riuscire chiedere il parere di un veterinario. I gatti anziani sono particolarmente fragili e delicati; ciò significa che devono essere monitorati e tenuti sotto stretto controllo per cercare di capire quando questo sta male.

Il gatto urina in giro o sta solo spruzzando urina?

Se il vostro gatto anziano fa pipì in giro, ma vi rendete conto che l’urina non assumente le quantità normali, è possibile che il vostro gatto in realtà stia solo spruzzando. Gli spruzzi di urina e l’atto dell’urinare sono due azioni completamente differenti. L’urina per i gatti è da considerarsi a tutti gli effetti un segnale che serve per marcare il territorio; la marcatura è necessaria sia per se stessi, ma soprattutto per gli altri gatti.

Per questo è indispensabile comprendere se il gatto sta effettivamente urinando oppure se sta solo facendo degli spruzzi di urina per casa. Comprendere il tipo di atteggiamento assunto dal gatto è importante perché le soluzioni da adottare divergono in base alla motivazione di tale comportamento.

Per comprendere se il gatto sta urinando o sta semplicemente spruzzando urina è necessario analizzare i comportamenti. Ad esempio, se il gatto sta effettivamente urinando si possono notare i seguenti movimenti: il gatto si accovaccia, urina copiosamente e inizia a scavare nella zona limitrofa all’urina. In genere i luoghi preferiti dai felini per fare la pipì sono i tappeti, i divani e i lavandini.

Nel caso in cui invece il gatto sta semplicemente spruzzando urina, l’atteggiamento assunto è il seguente; il gatto rimane in piedi, muovendo leggermente le zampe posteriori e muovendo la coda. In questo caso i luoghi preferiti per spruzzare urina sono i muri, le finestre, le tende, le borse della spesa e tanto altro. Una volta aver analizzato e compreso di quale gesto si tratta è possibile cercare di trovare una soluzione in merito.

Cosa fare per non far fare pipì al gatto

Nel caso in cui siete in presenza di un gatto adulto, pipì in casa o spruzzo di pipì sono comportamenti che devono necessariamente essere corretti. Per prima cosa è importante comprendere se dietro questo atteggiamento non si celi un problema di tipo clinico, soprattutto vista e considerata l’età del felino. Per questo è indispensabile portare il gatto dal veterinario; questi visiterà molto attentamente il gatto e stabilirà se effettivamente il gatto ha un problema di salute o meno.

È possibile che il gatto anziano possa non riuscire più a trattenere l’urina; il veterinario dovrà quindi comprendere quali sono le cause e cercherà di stabilire una cura efficace. Nel caso in cui invece il veterinario non dovesse constatare un problema di tipo clinico, risulta necessario riuscire a correggere tale comportamento. Cercate quindi di limitare l’area soggiorno del gatto, limitando in questo modo, il suo ingresso ad uno o due stanze; in questo modo cercherete di aumentare la sua sicurezza e di ridurre la volontà di marcare il territorio in toto. Nel caso in cui il problema fosse l’arrivo di un nuovo gatto è importante cercare di dividere, quantomeno i primi tempi, gli spazi dei due felini.

Infine per risolvere il problema si può ricorrere alla sterilizzazione, soprattutto se ancora questa non è stata effettuata sul gatto anziano; la sterilizzazione diminuisce sensibilmente o addirittura elimina la volontà di assunzione di tale atteggiamento. Le femmine infatti non andando in calore non necessitano di emanare i segnali che darebbero agli altri gatti un segnale della sua presenza; i maschi castrati, di contro, non cercheranno l’attenzione delle femmine.

Conclusione

In definitiva, se il vostro gatto anziano fa pipì in giro e assume altri atteggiamenti che possono seriamente compromettere la qualità di vita del gatto e la convivenza stessa, è necessario riuscire a trovare una soluzione. Per tale motivo è quindi importante comprendere e capire se effettivamente il gatto sta urinando o se sta semplicemente spruzzando urina. I due comportamenti sono caratterizzati da motivazioni diverse; inoltre anche i due atti sono eseguiti dal gatto in maniera differente.

Riuscire a comprendere di che atteggiamento si tratta è fondamentale per riuscire a trovare una soluzione adeguata. Bisogna tener presente che è necessario comunque chiedere il parere del veterinario, per escludere eventuali patologie; il gatto anziano potrebbe anche assumere atteggiamenti che sono il tipico segnale di una malattia. Il gatto anziano che urina eccessivamente può essere anche un gatto anziano che sbava o un gatto anziano che si isola. Una volta escluse tutte le cause più gravi è necessario riuscire ad eliminare questo comportamento nel gatto.

Eventualmente è possibile anche richiedere il parere di un comportamentista, che cercherà di comprendere la radice del problema per trovare una soluzione efficace. È bene sottolineare che sfortunatamente un gatto anziano è un gatto che necessita di costanti attenzioni e di poco stress; i nostri amici a quattro zampe invecchiano molto prima degli umani e purtroppo sono destinati a restare meno tempo con noi di quanto vorremmo.