Kurilian Bobtail, storia: le origini, l’evoluzione e il percorso di questa razza

Chi è il Kurilian Bobtail e qual è la sua storia? Cerchiamo di scoprire qualcosa di interessante su questo splendido esemplare di gatto.

kurilian bobtail elegante

Cosa sappiamo della storia di un Kurilian Bobtail? Qual è la vicenda che ci racconta al meglio le sue origini? Da dove viene e com’è arrivato ai giorni nostri? Vediamo qualche informazione che ci aiutano a conoscere meglio questo felino dagli occhi grandi e lo sguardo profondo.

Kurilian Bobtail: storia e origini

cucciolo felino dolce

Qual è la storia del Kurilian Bobtail? Chi è questo gatto dal nome di difficile e strana pronuncia? Da dove viene e qual è la vicenda che ci introduce alle sue origini? Ecco qualche informazione che può aiutarci a conoscere meglio la razza.

Il Kurilian Bobtail è un gatto originario dell’arcipelago delle Curili, ovvero un insieme di 56 isole che si trovano fra il territorio giapponese di Hokkaidō e la penisola russa della Kamčatka.

Vari trattati russo-nipponici hanno cercato di stabilire con precisione i diversi confini per capirne la paternità di tali zone. Il Kurilian Bobtail, quindi, può essere considerato un gatto mezzo russo o mezzo giapponese? O entrambi? Scopriamolo!

È un gatto rarissimo, la cui diffusione non è ancora giunta in gran parte del mondo. Questo sia perché ne esistono pochissimi esemplari – fra l’altro impossibili da trovare – sia perché non è mai uscito dalla sua zona natia.

Il riconoscimento ufficiale della razza avvenne solo nel 1991 e fu firmato dalla Soviet Felenology Federation. Soltanto più tardi, invece, arrivarono anche altri documenti che certificavano lo standard e lo approvavano, ovvero quelli provenienti da altre importanti associazioni quali la FIFÉ, Fédération Internationale Féline e la Word Federation.

Veniamo ora alla vera e propria storia conosciuta del Kurilian Bobtail. Da dove viene lo abbiamo già affermato: un territorio compreso fra la nazionalità russa e giapponese.

Le specifiche caratteristiche fisiche del felino, però, ci fanno presumere una possibile discendenza del Kurilian Bobtail dal conosciuto Bobtail Giapponese.

Il primo, rispetto al secondo, sembra essere un po’ più grande di dimensioni, ma allo stesso tempo ha delle peculiarità che possono essere ritrovate facilmente nel suo presunto predecessore.

Dunque, la storia del Kurilian Bobtail ci fa pensare che lui sia un felino che può essere definito come di origine giapponese. Questo è sostenuto sia in base alla discendenza, sia in virtù del potere che il Giappone aveva, anticamente, sui suoi territorio natali.

La situazione, però, è più complicata di quanto sembra. Per capire per bene la storia del Kurilian Bobtail, dobbiamo prima fare qualche accesso alla vicenda del suo presunto predecessore, il Bobtail Giapponese.

Cenni sulla stirpe: breve storia del Bobtail Giapponese

kurilian bobtail coda

La storia del Bobtail Giapponese non è molto chiara. Quello che sembra certo, però, è il territorio (benché molto ampio) della sua prima comparsa. Questo, infatti, si aggira in una zona compresa fra la Corea, la Cina e il Giappone.

Il Bobtail Giapponese era un gatto molto versatile, che svolse svariati compiti di grande importanza. Nacque come felino utilissimo per proteggere carichi di oggetti preziosi, come seta o documenti, i quali venivano trasportati sulle navi in lunghe traversate.

Poi, in un secondo momento, data la bellezza, la purezza e la grazia degli esemplari, il gatto entrò a far parte della stessa Famiglia Reale, diventandone quasi una sorta di simbolo e segno distintivo.

Oltre alle varie leggende e mitologie legate a questa particolare razza, si sa bene quanto si rendesse effettivamente utile per proteggere anche da eventuali animali scomodi, come ad esempio i roditori.

La Famiglia Reale se ne avvalse più volte, infatti, per liberare i territori invasi da questi roditori che rovinavano qualunque cosa gli si presentasse di fronte. Fra le altre cose, andavano anche a compromettere il commercio, rovinando seta e tessuti vari.

Il Bobtail Giapponese, grazie al suo spirito di avventuriero e di cacciatore si rese un ottimo elemento per ricoprire tale compito.

Mano a mano che si diffondeva la sua fama, poi, il gatto uscì dalla Famiglia Reale e andò anche verso gente di più umili origini, entrando nelle case come gatto domestico.

Se dovevamo parlare della storia del Kurilian Bobtail, come mai ci siamo soffermati sulle origini del Bobtail Giapponese? Scopriamo subito la discendenza diretta (benché presunta, ma molto probabile!) dal Kurilian Bobtail dal Bobtail Giapponese.

Come si giunse al vero Kurilian Bobtail?

gatto sguardo profondo

Il Botail Giapponese è sempre stato molto famoso in tutte le zone di competenza, appunto, giapponese. Le isole Curili, che fino al Novecento circa erano sotto il dominio giapponese, non conoscevano ancora questa razza.

Tuttavia, a seguito della Seconda Guerra Mondiale, quando i Russi presero il pieno controllo su questo arcipelago, la situazione cambiò.

Il Bobtail Giapponese, dunque, fu letteralmente trasferito nelle zone dove ormai dominava soltanto il potere russo. Qui, la razza non fu lasciata allo sbaraglio totale, anzi.

I Russi sembrarono molto interessati alla sua selezione e all’allevamento. Infatti, provvidero per salvaguardare la specie e fare in modo che andasse avanti, procreando.

La natura, però, di per sé, aveva già fatto il suo corso. Il Bobtail Giapponese, infatti, iniziò ad accoppiarsi con altri felini di tipo soprattutto domestico presenti nei territori ormai occupati da persone e cultura russe.

Come spesso avviene, insomma, il patrimonio genetico dell’antico Bobtail Giapponese cambiò. Questo successe nel momento in cui entrò in contatto con altri geni di felini non ben identificati, ma sicuramente assai differenti.

Questi gatti autoctoni erano di certo molto più resistenti, forti e tosti sia fisicamente che caratterialmente. In un clima rigidissimo e freddissimo come quello caratteristico di tali isole, infatti, non potevano di certo sopravvivere animali deboli e delicati.

Dall’incrocio fra il Bobtail Giapponese e gatti domestici tipici di quelle zone venne fuori, dopo vari accoppiamenti, quello che oggi conosciamo con il nome di Kurilian Bobtail.

Dunque, si può affermare che la storia del Kurilian Bobtail protenda più per una paternità russa che giapponese. Tuttavia, questa versione non può assolutamente non considerare la discendenza diretta da cui il Kurilian Bobtail ha avuto origine.

Insomma, la soluzione migliore, come già accennato precedentemente, sarebbe quella di considerare le sue origini come mezze russe e mezze giapponesi.

Oggi rimane un gatto assai sconosciuto perché, da quel momento in poi, il Kurilian Bobtail non varcò mai il confine delle Isole Curili.

Quello che sappiamo attualmente è che il gatto ora vive in uno stato selvaggio, facendo prevalere la sua indole da cacciatore su qualunque altro tipo di attività.

Fra caccia, pesca e varie pratiche di sopravvivenza, il Kurilian Bobtail è ormai un gatto che vive allo “stato brado” a tutti gli effetti.

Ci sono alcuni appassionati in Germania, negli Stati Uniti d’America o anche in Italia che stanno tentando una campagna di diffusione nel resto del mondo di questo splendido esemplare. Comunque, la sua fama è ancora assai sconosciuta.