Kurilian Bobtail, toelettatura: tutti i trucchi per riuscire a farla alla perfezione

Toelettatura di un Kurilian Bobtail? Come farla al meglio? Ecco qualche informazione utile a riguardo.

gattini bobtail

Cosa sappiamo della toelettatura di un Kurilian Bobtail? Quali sono i passaggi da seguire? Quali sono le informazioni principali che ci aiutano a comprendere com’è fatto il suo pelo? Ecco qualche dettaglio a riguardo.

Kurilian Bobtail: caratteristiche generali

gatto coda pon-pon

Chi è il Kurilian Bobtail? Da dove viene questo splendido esemplare dal pelo morbido e dallo sguardo intenso e profondo?

È un gatto originario delle Isole Curili, un arcipelago la cui paternità oggi risulta da attribuirsi alla Russia. È un felino dalle origini discusse e particolari, che si presume possa derivare da incroci fra gatti selvaggi ed esemplari dell’assai noto Bobtail Giapponese.

La razza, nonostante la sua poco diffusione, è ufficialmente riconosciuta da varie associazioni internazionali fra cui la Soviet Felenology Federation, la FIFÉ, la Fédération Internationale Féline, e la World Cat Federation.

Il gatto è di taglia megio-grande, con un’aspettativa di vita media che si aggira circa intorno ai 15-17 anni. Difficile stabilirne un prezzo orientativo, visto che nel mondo oltre i confini del suo territorio natale non è molto diffuso.

I pochi allevamenti che stanno ancora tentando di salvaguardare la selezione e la riproduzione, cercando di diffondere la razza nel resto del mondo, stimano un costo fra i 700 e i 1000€ circa.

Cosa sappiamo delle caratteristiche fisiche che contraddistinguono un esemplare di razza pura di Kurilian Bobtail? Il suo aspetto generale è molto intrigante, elegante e raffinato. La sua corporatura è forte e resistente, la sua muscolatura e ossatura sono altrettanto toniche e piazzate.

Il corpo di un Kurilian Bobtail, infatti, nel corso della sua storia, si è temprato anche in base all’ambiente angusto in cui si è trovato a vivere.

Infatti, sembra proprio che le Isole Curili non siano poi un luogo così accogliente o di facile ambientazione. Il clima è assai rigido, le temperature bassissime e il territorio impervio e pieno di vegetazione selvaggia. Per sopravvivenza, il gatto si è dovuto adattare a tale prospettiva.

Quali sono le altre caratteristiche fisiche tipiche della razza? Sicuramente, non si può non considerare quella più evidente: la coda.

Il Kurilian Bobtail, infatti, è anche conosciuto come il “gatto dalla coda a pon-pon“. Questo elemento è stato di certo ereditato dal suo precedessore, il Bobtail Giapponese, felino a cui somiglia moltissimo.

La coda, inoltre, è completamente ricoperta di pelo folto, fitto e morbido. Essendo, appunto, una sorta di pon-pon, il manto presente nella coda non è altro che un piccolo ciuffo pieno di peli dritti e arruffati. La sua lunghezza varia fra i 3 e gli 8 cm massimo.

Il peso di un esemplare di tale razza si aggira fra i 4 e i 5 kg per una femmina, fra i 5 e i 7 kg per un maschio.

Altra peculiarità specifica sono gli occhi. Essi, grandi, intensi e di forma arrotondata, sono ben distanti fra loro e hanno una leggera ondulazione che li rende a mandorla. I colori principali sono il verde e il giallo, che vanno a creare un contrasto perfetto con il colore tipico del pelo (di cui parleremo fra un attimo).

Quello di cui vorremmo occuparci oggi più nello specifico, però, è questo: quali sono i trucchi per una migliore toelettatura da offrire a un Kurilian Bobtail? Quali sono i tratti distintivi del suo pelo? Come prendersi cura al meglio di questo folto e splendido manto? Ecco qualche consiglio.

Pelo e colori: cure e attenzioni

kurilian bobtail coda corta

Il manto del Kurilian Bobtail è morbido, brillante e luminoso. Volendo classificare gli esemplari conosciuti, possiamo dire che esistono tre tipologie di razza: quella a pelo corto, a pelo intermedio o a pelo lungo.

Il Kurilian Bobtail a pelo corto ha un manto raso a pelle, delicato e sensibile; quello a pelo intermedio ha una consistenza forte e resistente, che si aggiunge a un sotto-pelo fitto e folto. Infine, l’esemplare a pelo lungo, quello più conosciuto e forse anche più diffuso, presenta un manto denso, compatto e soffice.

E i colori? Lo standard prevede una grande varietà di toni: sono ammesse, infatti, la maggior parte delle sfumature esistenti. Quella più comune, tipica della maggior parte degli esemplari, è questa: base bianca, con sfumature lungo tutto il corpo, coda e testa comprese, di colore rossiccio, marroncino, beige scuro.

Le tonalità NON riconosciute, invece, sono: chocolate, cinnamon (sabbia tendente al caffè), fawn (beige chiaro tendente al rosa), lavanda e tutte le varietà colourpoint.

Come ci si prende cura di tale manto? Quali sono i trucchi per una toelettatura perfetta del Kurilian Bobtail?

Toelettatura

kurilian bobtail coda corta

Come abbiamo visto, il pelo del Kurilian Bobtail è molto bello, folto e brillante. Per mantenere non solo questa meravigliosa visione, ma per favorire anche un’accurata cura e pulizia del gatto, è necessaria una toelettatura attenta.

Di per sé, non richiede particolari o specifiche pratiche, se non quelle che dovrebbero essere concesse a qualunque esemplare dal pelo lungo o semi-lungo.

Il Kurilian Bobtail richiede una spazzolata ogni 3-4 giorni – che ovviamente all’occorrenza può anche essere più frequente. Nei periodi di muta, invece, necessita di una maggiore attenzione.

Qualora, infatti, non volessimo ritrovarci la casa infestata completamente da peli svolazzanti su qualunque superficie o ambiente, è fondamentale prendere precauzioni.

Questo può tornare utile non solo allo stato psichico del gatto che si sentirà più pulito e igienizzato, ma anche a quello prettamente legato alla sua salute. Essendo il felino un animale che tiene in modo particolare alla propria igiene personale, sappiamo quanto ami leccarsi costantemente e quotidianamente.

Se noi non lo pettinassimo con la giusta frequenza, i peli morti che rimangono attaccati al corpo potrebbero essere ingeriti e formare dei boli nell’intestino. Questo non è di certo salute per Micio!

Inoltre, ritrovarci la casa piena di peli sparsi potrebbe essere dannoso anche per eventuali membri della famiglia allergici “al gatto”. Oltre a igiene e pulizia, c’è di mezzo anche la salute di tutti!

Quindi, non solo la muta deve essere il fattore che ci allarma e ci ricorda di pettinarlo! Questa pratica va fatta sempre, costantemente. Una spazzola a setole morbide può essere utile alla nostra causa.

Inoltre, per quanto riguarda la toelettatura del Kurilian Bobtail, potremmo considerare l’idea del bagno. Lui è uno dei pochi gatti esistenti che non è spaventato a morte dall’acqua, tutt’altro! Adora l’acqua, gli piace moltissimo tuffarcisi e giocarci, divertendosi e, con l’occasione, provvedere, in solitudine e poi in compagnia, alla propria pulizie generale.

Altri elementi da non sottovaluta mai quando si parla di toelettatura sono: orecchie, occhi e denti! Questi devono essere controllati ogni giorno e puliti ogni 3-4 giorni. Per non dimenticarci di nulla, ogni qualvolta provvediamo a spazzolarlo, potremmo anche preoccuparci di sistemare queste parti del corpo fondamentali.