Gatto anziano con mal di denti: cosa può significare e come aiutarlo

La salute dentale del gatto è importante affinché questo possa stare bene e possa vivere senza difficoltà; ecco quindi da cosa è causato il mal di denti; gatto anziano e gatto con problemi di salute possono incorrere in questo fastidioso e doloroso problema che deve essere necessariamente risolto in tempi brevi.

Prendere un peloso richiede un’enorme responsabilità e quando si ha a che fare con un problema ai denti del gatto è importante riuscire ad essere tempestivi. La salute del peloso dipende anche dai denti; questi sono fondamentali per avere una buona qualità di vita ed è vostra responsabilità fare in modo che questa sia sempre mantenuta.

Com’è formata la dentatura del gatto

Prima di parlare del mal di denti del gatto anziano è importante conoscere com’è composta la dentatura del felino. È bene ricordare che come per tutti gli esseri viventi dotati di denti, la dentatura del cucciolo è totalmente diversa dalla dentatura del gatto che ha raggiunto l’età adulta. Anche i gattini hanno i denti da latte; questi tendono a cadere dopo alcuni mesi di vita del cucciolo, per lasciare spazio alla dentatura completa e definitiva.

Per quanto concerne la dentatura da latte, questa è caratterizzata da:

  • Due canini, uno nella parte superiore e uno nella parte inferiore
  • Tre incisivi nella parte superiore e tre in quella inferiore
  • Tre premolari nella parte superiore e due in quella inferiore

Per quanto concerne la dentatura definitiva, questa è composta nel modo seguente:

  • Tre premolari superiori e due inferiori
  • Tre incisivi nella parte superiore e tre nella parte inferiore
  • Un canino superiore e uno inferiore
  • Un molare superiore e uno nella parte inferiore
  • La dentatura completa è quindi formata da trenta denti.

Malattie legate al dolore ai denti

Quando si uniscono mal di denti, gatto e anziano e malato è normale che si abbia sempre un po’ di timore legato alla salute del peloso. Esistono numerose malattie legate a tale condizione, che possono essere più o meno gravi. Tra le patologie è possibile quindi elencare la gengivite che provoca dolore, rossore e perfino sanguinamento. Tale condizione spesso è determinata da un accumulo di tartaro nei denti, che non è stato rimosso. Esistono diverse altre malattie che possono provocare il dolore ai denti e la sua probabile caduta e questi sono:

  • Infiammazione della bocca causata da parodontite e stomatite con insorgenza di sintomi che vanno dall’alitosi alla produzione eccessiva di bava. Si devono inoltre aggiungere sintomi come febbre e inappetenza
  • Trauma o fratture
  • Tumore alla bocca

Queste sono tutte condizioni che necessitano di un parere clinico, per cercare di diminuire il dolore del gatto e per cercare di farlo vivere il più serenamente possibile.

Sintomi di un problema orale

I problemi ai denti comportano l’insorgenza di una sintomatologia che può essere particolarmente fastidiosa; questa deve essere necessariamente trattata in tempi molto brevi per evitare che possa peggiorare e che il gatto possa soffrire in maniera particolare. Il mal di denti nel gatto anziano è caratterizzato dalla seguente sintomatologia:

  • Dolore
  • Senti che si muovono
  • Rifiuto totale a mangiare
  • Fastidio costante
  • L’animale si allontana se cercate di toccare loro la bocca
  • Sanguinamento improvviso e massiccio delle gengive
  • Bordo delle gengive arrossato e infiammato
  • Salivazione incontrollata
  • Caduta dei denti

Cosa fare in caso di infezione dentale nel gatto

Appurato quali sono i segni di infezione del dente del gatto, è importante comprendere che qualsiasi forma di pulizia attuate in queste circostanze, non può avere l’esito sperato. È quindi necessario che andiate dal veterinario, che dopo attenta visita, cercherà di comprendere a che stadio è arrivata l’infezione, per poi iniziare a procedere con il trattamento.

Solitamente il trattamento prevede due possibilità:

  • Tentativo di salvare il dente, cercando di sistemare le radici del dente stesso. Questa seconda scelta necessita di un veterinario esperto in denti e che sia particolarmente bravo; inoltre questa decisione richiede moltissima pazienza e anche un costo in più
  • Estrazione del dente interessato da tale problema; questa è non solo la scelta più economica, ma a quella più facile. Il gatto infatti verrà sedato con anestesia totale e non sentirà nemmeno il fastidio causato dall’estrazione

È necessario fare tutto ciò il veterinario reputa necessario per cercare di aiutare il gatto nella gestione di questi problemi. Le malattie dentali compromettono, anche in maniera seria, la qualità di vita del peloso e quando queste non vengono trattate accuratamente anche la salute del gatto è in pericolo.

I denti sono una parte del corpo fondamentale per il benessere fisico e mentale. Avere problemi ai denti e dolore dentale compromette anche la salute mentale del peloso, oltre che quella fisica; ciò non permette al gatto di vivere bene e in modo del tutto sereno.

Cercare di agevolare il gatto quando mangia

Se si parla di mal di denti nel gatto anziano, cercare di ammorbidire il cibo che si assume loro non è una cosa difficile da fare; semplicemente sarà necessario spendere qualche minuto in più, prima di somministrare il cibo al gatto.

Sono pressoché tutti modi abbastanza semplici e anche veloci e aiuteranno il vostro peloso ad alimentarsi correttamente. Inoltre ammorbidire il cibo ha dei benefici che non devono essere sottovalutati.

Ammorbidire il cibo avrebbe le seguenti caratteristiche:

  • Aiutare ad avere una migliore digestione
  • Aumenta l’assunzione di acqua
  • Migliorare la circolazione sanguigna
  • Aiutare la masticazione del gatto
  • Prevenire malattie causate da un’eventuale disidratazione del gatto

Questi sono vantaggi incredibili che migliorano in generale le condizioni di salute del vostro peloso; se doveste avere dei dubbi, sarà comunque necessario che vi avalliate dell’aiuto del vostro veterinario. Questi infatti prendendo in considerazione alcuni presupposti del vostro felino, potrà essere più specifico e mirato.

Cercare di prevenire le malattie dentali


È possibile abbassare la soglia di rischio di contrarre problemi ai denti, attraverso una prevenzione continua e praticata in maniera corretta. È quindi necessario riuscire a pulire i denti al gatto ogni giorno. Inoltre vendono degli snack che hanno lo scopo di prevenire l’accumulo di placca nei denti del gatto.
Se volete essere ancora più previdenti, è possibile, sempre con il lascia passare del veterinario, far fare al cane un vaccino allo scopo di prevenire l’insorgenza di questa forma batterica.
Cercate inoltre di evitare di dare spesso dolciumi al gatto; è da ricordare che non solo questa cattiva abitudine potrebbe comportare l’insorgenza dell’obesità ma anche la comparsa del diabete nel gatto.

Perché è importante l’igiene dentale del gatto

Riuscire a pulire i denti al gatto e abituarlo ad una pulizia giornaliera sin da cucciolo, può prevenire diversi problemi. Le malattie dentali sono davvero fastidiose perché non solo rendono impossibile la masticazione, ma possono anche comportare l’insorgenza di altri fastidi come l’alitosi e la perdita dei denti.

Tuttavia i problemi non finiscono qua; i batteri dentali possono causare l’insorgenza di altre problematicità ben più gravi che possono interessare cuore, fegato e anche i reni. È stato stimato che i problemi ai denti del felino, compaiono principalmente già all’età di tre anni, ma una corretta igiene dentale, può decisamente rallentarne l’insorgenza.
Prima di lavare i denti al gatto, cercate di farlo familiarizzare con lo spazzolino e con il dentifricio. Soprattutto per le prime volte cercate di pulire i denti al peloso in momenti di serenità, magari mentre gioca con voi. All’inizio avrete difficoltà, ma se la pulizia viene effettuata con costanza, nel giro di poche settimane il gatto riconoscerà come normale questo comportamento.

La pulizia è indispensabile per cercare di evitare l’insorgenza di queste malattie legate ai denti; malattie che spesso compaiono quando il gatto è adulto o anziano. L’accumulo di tartaro, di cibo e di altre sostanze a lungo andare sono davvero pericolose per la salute del peloso; riuscire ad attuare questa forma di prevenzione, vi permetterà di vivere con il peloso serenamente. Inoltre il gatto stessa potrà, anche da adulto, ritrovarsi in una condizione clinica dentale non del tutto tragica.

Ciò significa che la masticazione, anche in età adulta, non sarà intaccata da problemi come dolore o difficoltà di masticazione. Questi problemi specifici inoltre non permettono al gatto di alimentarsi correttamente; questa mancata alimentazione comporta purtroppo infatti anche altri problemi di salute che possono essere più o meno gravi.

Conclusione

In definitiva quando si parla di mal di denti nel gatto anziano è importante prendere i dovuti accorgimenti per evitare che il felino possa soffrire in maniera esagerata. Se doveste quindi notare l’insorgenza di uno o più sintomi, risulta necessario chiedere il parere del veterinario. Questi visiterà attentamente il peloso, prenderà in considerazione una serie di fattori e dopo un controllo approfondito, prenderà la decisione più opportuna. Il trattamento varia a seconda della problematicità da cui è affetto il gatto, per questo l’intervento del veterinario è indispensabile.

Per qualsiasi altro dubbio in merito o per qualsiasi altra informazione in merito è necessario chiedere il parere di un esperto; il veterinario risulta fondamentale in queste occasioni per cercare di permettere al gatto anziano di vivere senza ulteriori problemi. La salute del peloso dipende da voi e da come decidete di trattare le eventuali patologie che si presentano e che compromettono la qualità di vita del peloso.