Perché i gattini randagi si infilano nelle marmitte?

Perché i gattini randagi si infilano nelle marmitte, quando avrebbero a disposizione moltissimi altri posti? Ecco spiegato questo comportamento

gattino randagio sul prato

Perché i gattini randagi si infilano nelle marmitte? Un bel problema, considerando che nella maggior parte dei casi quando lo fanno nemmeno ce ne accorgiamo. Purtroppo spesso i teneri ricetti randagi perdono la vita per questo motivo, perché chiaramente si nascondono e non sempre li vediamo rannicchiati lì, in quel piccolo spazietto. Ma perché si comportano in questo modo? Cosa li spinge a infilarsi proprio dentro la marmitta quando avrebbero a disposizione decine di altri posti più sicuri? Come sempre un motivo (anzi più di uno) c’è, dobbiamo solo comprendere il loro linguaggio e le loro esigenze per decifrare il comportamento dei gattini. Anche quello dei gattini randagi che si infilano nelle marmitte.

I gattini randagi cercano calore

gattino randagio arancione

Perché i gattini randagi con tutti i posti disponibili scelgono di infilarsi proprio dentro le marmitte? La risposta è più semplice di quanto si creda: cercano di stare al calduccio! Per la stessa ragione i gatti randagi spesso dormono sulle macchine, proprio perché quando spegniamo il motore la carrozzeria resta calda per un bel po’.

I gattini randagi sono creature molto delicate e, come tutti i piccoli felini, amano il caldo. Non dimentichiamo che i mici che vivono in strada non hanno la fortuna dei gatti domestici, che vivono dentro una bella casa spaziosa e possono rannicchiarsi in tanti angolini caldi e sicuri.

Quindi fondamentalmente i gattini randagi si infilano nelle marmitte e ci dormono dentro quando sentono freddo. Capita il più delle volte durante l’inverno, quando appunto le temperature esterne si abbassano tantissimo ed è inevitabile che i dolci piccoli felini cerchino un riparo ma soprattutto un posto in cui stare al calduccio.

I gattini randagi hanno bisogno di un riparo sicuro

gattino che guarda all'insù

I gattini randagi si infilano nelle marmitte delle automobili anche per un’altra ragione. Da una parte cercano calore e questo piccolo anfratto che sembra fatto su misura per loro è semplicemente perfetto. Ma si comportano così anche quando hanno bisogno di stare al riparo, quando cercano un rifugio in cui restare tranquilli e al sicuro dai pericoli della strada.

La marmitta ha due caratteristiche essenziali, che sono congeniali a qualsiasi gattino: prima di tutto è un tubo stretto e i gatti amano gli spazi piccoli, ma è anche ad altezza di gattino. Perciò se un piccolo micino che vive in strada a un certo punto si ritrova inseguito da un cane randagio oppure sente un rumore forte e si spaventa, scappa dove possa stare al sicuro. E se c’è una macchina a portata di mano si infila dentro la marmitta dove nessuno possa trovarlo né acchiapparlo.

Quando i gattini randagi crescono e diventano grandicelli la situazione si evolve. Così vediamo che i gatti randagi adulti abitualmente dormono sulle macchine e, sappiatelo, lo fanno esattamente per gli stessi motivi. Stando sulla macchina soddisfano il loro bisogno di altezze, stanno al calduccio quando il motore è stato appena spento e la carrozzeria emana un bellissimo tepore e in più si riparano in un luogo difficile da raggiungere e dal quale scappare facilmente.

Come tenere i gatti lontano dalle auto?

gattino tigrato a pelo lungo

Questa è proprio una bella domanda a cui, ahinoi, non esiste una risposta precisa. I gatti randagi sono spiriti liberi, come tutti i gatti del resto. Ma con l’unica differenza che non hanno una casa in cui vivere come i mici domestici, perciò vivono alla giornata e devono arrangiarsi con quel che trovano in strada. Lo fanno per cercare il cibo con cui nutrirsi, anche se talvolta delle persone di buon cuore gliene lasciano un po’ a disposizione tutti i giorni per non farli morire di fame. E sì, lo fanno anche quando hanno bisogno di un riparo. Dove volete che vada un piccolo gattino randagio sotto la pioggia e che magari è stato appena abbandonato dalla mamma?

Possiamo fare ben poco per evitare che i gattini randagi si infilino nelle marmitte delle automobili. Potremmo provare a tappare questo foro di ingresso, in modo da impedirgli di entrare e magari restare intrappolati. La situazione purtroppo è molto pericolosa perché spesso i piccoli randagi si intrufolano fino in profondità e non riescono più ad uscire fuori. E, quando accendiamo il motore della macchina, sono in serio pericolo.

Gatto incastrato sotto la macchina: che fare?

ragazzo con gli occhiali che tiene in mano un gattino

In inverno le probabilità di trovare un gattino intrappolato nella marmitta dell’automobile o addirittura in fondo, tra le componenti del motore, sono piuttosto alte. Fa freddo, piove, in certi posti addirittura nevica perciò i gattini randagi cercano un riparo che li tenga al calduccio e al sicuro. Come possiamo accorgerci della loro presenza ed evitare che una tranquilla e normale giornata finisca in tragedia?

Innanzi tutto è buona norma prendere l’abitudine di controllare l’interno della marmitta, specialmente se sappiamo che nel nostro quartiere vivono molti gatti. Prima di accendere la macchina facciamo un controllino, anche guardando nel cofano con il motore.

Se effettivamente c’è un gattino nella marmitta dobbiamo passare all’azione. Evitate di spaventarlo o fare rumore, perché in questo modo non fate altro che mettergli ansia e farlo andare nel panico. Cosa che, di fatto, si traduce solo in un modo: il gattino si addentra ancora più in profondità e a quel punto diventa davvero impossibile farlo uscire.

Possiamo tentare la cartuccia delle crocchette. Tendenzialmente i gattini randagi hanno fame, oltre a sentire freddo, perciò potremmo provare a mettere davanti alla marmitta un piattino o una ciotola con delle crocchette gustose e profumate. Non demoralizzatevi se il gattino non esce subito, in fondo immaginate che incubo debba essere per lui una situazione simile. Vede una persona che non conosce e magari non ha mai avuto la possibilità di interagire con gli esseri umani. E poi ha paura, sente freddo ed è senza la sua mamma.

Ci vuole molta calma e soprattutto occorre avere pazienza. Per rapportarsi con i gatti o i gattini randagi bisogna assumere un atteggiamento pacato, senza dare in escandescenze subito. Se non funziona con le crocchette proviamo a mettere a disposizione del gattino intrappolato un po’ di acqua fresca. Alcuni consigliano di usare l’acqua per spaventarlo, ma di fatto anche questa non è un’opzione molto intelligente. Il gattino spaventato si terrorizza ancora di più ed entra più in profondità nell’automobile.