American Wirehair, pelo: cosa sapere, come curarlo e pulirlo

Tutti i gatti hanno bisogno della toelettatura, ma il pelo ruvido dell'American Wirehair richiede qualche attenzione in più

C’era una volta un gattino American Shorthair di nome Adam, nato con una caratteristica che nessuno aveva mai visto prima nella sua razza. Da lì il resto è storia: così è apparso il primo esemplare di American Wirehair, un particolarissimo gatto con il pelo ruvido.

Siamo nel 1966 quando l’allevatrice del piccolo Adam, Joan O’Shea, decide di sfruttare la sua insolita mutazione per dare origine a una nuovissima razza felina. E aveva assolutamente ragione perché gli esemplari che ne derivarono ebbero un grandissimo successo.

Bello, simpatico, dolcissimo e anche affettuoso. L’American Wirehair e il suo pelo ruvido e ricurvo sono una delle cose più interessanti dell’intero mondo felino. E sì, vale proprio la pena approfondirli!

Indice

American Wirehair, il gatto dal pelo riccio

american wirehair a pelo riccio

L’American Wirehair non è altro che la versione “ruvida” dell’American Shorthair, il classico gatto americano a pelo corto tanto diffuso negli USA. La sua peculiarità è il frutto di una mutazione genetica dominante (e spontanea) che, grazie al lavoro dell’allevatrice sopracitata, mediante alcuni incroci si è stabilizzata dando vita a esemplari davvero unici nel loro genere. Si tratta del gene “re” che dà vita ai cosiddetti gatti “Rex”, come ad esempio il Cornish Rex e il Devon Rex che provengono dalla parte sud-occidentale dell’Inghilterra, oppure il Selkirk Rex originario del Montana e il LaPerm, anch’esso proveniente dagli USA e precisamente dall’Oregon.

La razza felina è stata ufficialmente registrata come tale e riconosciuta nel 1978 dalla Cat Fancy Association. Un gatto dall’aspetto rustico, molto socievole ed estroverso ma a distanza di tanti anni ancora non molto diffuso. Del resto tutti gli American Wirehair esistenti discendono direttamente da Adam (il capostipite della razza) o da una delle sue figlie, Amy, e vivono per lo più nel Nord America.

Come pettinare il pelo dell’American Wirehair

american wirehair in casa

Se dovessimo tradurre il nome di questo gatto, ne risulterebbe qualcosa di molto simile a “peli a fil di ferro”. Che poi è una definizione piuttosto calzante per il mantello tanto particolare dell’American Wirehair, un gatto con un pelo molto diverso dal solito. Non aspettatevi il classico gattone morbido al tatto, piuttosto un animale ruvido che – a dispetto di quanto possiate credere – non richiede una manutenzione difficile, anche per le persone meno esperte.

È ovvio che la prima domanda che viene in mente sia “come si spazzola un mantello del genere?”. La buona notizia è che l’American Wirehair non perde molto pelo, nonostante il manto denso e fitto, perciò basta spazzolarlo una volta alla settimana, onde evitare che il pelo si aggrovigli e si formino fastidiosi nodi.

L’unica accortezza necessaria è che la spazzolatura sia delicata. Nonostante l’aspetto dell’American Wirehair sia “rude” e massiccio, il suo pelo tende a spezzarsi facilmente ed è per tale motivo che è meglio usare una spazzola a setole morbide che massaggi il manto con estrema delicatezza.

Mantenimento e pulizia del pelo

american wirehair sotto a un albero

Alla luce di tutto ciò, è bene sapere qualche altra cosa a proposito del pelo dell’American Wirehair. Mantenerlo bello e in salute non è difficile, basta solo impegnarsi con costanza e pazienza, utilizzando gli strumenti giusti per evitare danni sia al manto che alla cute.

A differenza della gran parte dei piccoli felini domestici, infatti, questo bel gattone rustico ha una cute piuttosto delicata e sensibile che tende a diventare grassa. Perciò oltre alle spazzolature a cadenza settimanale, richiede bagnetti regolari (basta anche una volta al mese) con prodotti adatti ai gatti con la pelle sensibile e che contribuiscano a rinforzare il suo pelo con tendenza a spezzarsi.

L’American Wirehair per fortuna è un gattone molto docile, perciò non fa tante storie e si lascia maneggiare con facilità. Ma attenzione, non dimentichiamo che per assicurarci che il gatto si abitui alle operazioni di toelettatura è giusto che le conosca sin da quando è cucciolo. Soltanto così potremo pulirlo e spazzolarlo per bene evitando che si agiti e si stressi troppo, una volta adulto.

Toelettatura dell’American Wirehair

gatto con gli occhi arancioni

Come diciamo sempre, spesso dimentichiamo che la toelettatura di un gatto non consiste soltanto nella spazzolatura o nei bagnetti. Di certo sono due operazioni fondamentali se vogliamo tenere a bada un mantello particolare come quello di un American Shorthair, ma non basta: dobbiamo prenderci cura anche di altre parti del corpo altrettanto delicate del nostro Micio.

C’è ad esempio la questione delle orecchie. Quelle dell’American Wirehair sono piuttosto ampie e, per via della presenza di peli ispidi, tendono ad accumulare più cerume rispetto alle orecchie di altre razze feline. Perciò dobbiamo assolutamente munirci di garze e prodotti per l’igiene auricolare, in modo tale da mantenerle sempre pulite ed eliminare eventuali tracce di sporcizia o polvere. Per il cerume potrebbe essere necessario l’utilizzo di apposite gocce auricolari che servono proprio a scioglierlo. Ma attenzione al fai da te, ricordate di consultare sempre il veterinario prima di procedere all’acquisto di tali prodotti!

Per quanto riguarda la toelettatura, badiamo anche alla pulizia dei denti che anche nei gatti possono accumulare sporcizia e tartaro, provocando infezioni e problemi di salute. E, dulcis in fundo, la manicure! Se avete un po’ di manualità con i tagliaunghie, procedete periodicamente alla spuntatina degli artigli. Altrimenti, come sempre vi diciamo, meglio rivolgersi a un professionista.

A chi è adatto l’American Wirehair

gattone che vive in casa

Dal momento che l’American Wirehair ha un pelo particolare che richiede cure specifiche, certamente è un gatto adatto a una persona disposta a prendersene cura al meglio. Lo ripetiamo sempre e non è un caso: prima di adottare un Micio dobbiamo esser certi di potergli offrire tutte le cure di cui ha bisogno. L’amore è importante, ma non si vive soltanto di questo!

Per il resto questo gattone è a dir poco adorabile, con un carattere mite e tranquillo che ben si adatta alla vita domestica. È ovvio che abbia la necessità di muoversi e stare in attività (più di altri gatti), ma state certi che non disdegnerà mai un momento di coccole e relax sul divano in vostra compagnia!

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati