American Wirehair, toelettatura: come farla anche a casa

L'American Wirehair è un gattone dal pelo ruvido e ispido, perciò occorre una toelettatura che sia adeguata alla consistenza e alle caratteristiche del mantello

L’American Wirehair è un gattone proveniente dagli Stati Uniti d’America caratterizzato da un particolarissimo pelo ruvido e ispido, motivo per il quale necessita di una toelettatura specifica. Niente di eclatante, ma è opportuno conoscere qualche accorgimento per prendercene cura al meglio.

Come il Cornish Rex, il Devon Rex e in generale tutti i gatti con la mutazione genetica “re”, questo Micio nasce con un mantello ben diverso dal solito. Non aspettatevi un gattone morbido al tatto, tutt’altro!

Ma in cosa consiste esattamente la toelettatura dell’American Wirehair? Ed è vero che occorrono strumenti speciali per spazzolare il suo mantello arricciato? Ecco tutto quel che c’è da sapere per mantenerlo bellissimo e soprattutto in salute!

Indice

American Wirehair, il gatto a pelo ruvido

american wirehair col pelo ispido

L’American Wirehair è famoso per il suo mantello ruvido, decisamente diverso da quello della maggior parte dei piccoli felini domestici. Una caratteristica che è apparsa in modo del tutto spontaneo e casuale a partire da una cucciolata di American Shorthair: negli anni Sessanta tra cuccioli a pelo corto tutti uguali, ne nacque uno (ribattezzato Adam) che aveva appunto il pelo corto ma ispido. Un’anomalia decisamente rara!

Non è l’unico caso di gatto a pelo ruvido negli Stati Uniti d’America. Anche gatti come il Selkirk Rex, originario del Montana e il LaPerm, proveniente dall’Oregon, possiedono lo stesso caratteristico mantello. La razza felina, comunque, è stata riconosciuta ufficialmente con il suo standard dalla Cat Fanciers Association nel 1978 e da allora alcuni allevamenti (decisamente pochi) si occupano della sua selezione, principalmente nel Nord America.

Mai il piccolo Adam avrebbe potuto immaginare di diventare il capostipite di una razza felina unica nel suo genere!

Toelettatura in casa dell’American Wirehair

american wirehair tigrato

Quando decidiamo di adottare un gatto, non possiamo farci trovare impreparati. È necessario munirsi di tutto ciò che occorre per la vita in casa come giochi, tiragraffi, giacigli caldi e comodi e – naturalmente – anche pappa buona e nutriente, che sia di alta qualità. Ma la toelettatura è un altro aspetto essenziale nella cura di un piccolo felino domestico, perché da essa dipende non solo il bell’aspetto di pelo e mantello ma anche e soprattutto la sua buona salute, insieme a quella della cute.

La toelettatura di un gatto, però, include anche altri aspetti di cui dobbiamo necessariamente tener conto. Parliamo, ad esempio, dell’igiene orale che diventa essenziale per evitare accumuli di tartaro, carie e altri problemi a denti e gengive. E parliamo anche della cura delle orecchie che, specialmente in un gatto a pelo ruvido come l’American Wirehair, diventa necessaria per evitare l’accumulo di sporcizia e la formazione di cerume. La toelettatura, inoltre, deve tener conto della cura degli artigli che, specialmente nei gatti che vivono in casa, possono incurvarsi, spezzarsi o causare lesioni.

La buona notizia è che gli esemplari American Wirehair sono piuttosto inclini a lasciarsi “maneggiare”, anche quando si parla di toelettatura. Sono gatti buoni e docili, hanno un carattere socievole e si fidano ciecamente del proprio umano del cuore. Perciò in linea generale considerate che non troverete mai un gattone che si agita e si dimena a più non posso per fuggire via.

Ciò non toglie che – come vi consigliamo per tutti i gatti del mondo – le pratiche di toelettatura dovrebbero diventare un’abitudine sin dalla più tenera età. Ricordate sempre di abituare il Micio sin da cucciolo al contatto con spazzole e pettini, così come al bagnetto e alla pulizia dei denti e delle orecchie. Diventando un’abitudine quotidiana, non causerete stress nel gatto una volta diventato adulto.

Quale spazzola scegliere

gatto sul divano

Il caratteristico “pelo a fil di ferro” dell’American Wirehair potrebbe sembrare all’apparenza difficile da curare. In realtà non è proprio così, basta conoscerne le peculiarità e agire di conseguenza, munendosi dei giusti strumenti per la toelettatura.

Nonostante possa sembrare forte e resistente, più di quello “normale”, il pelo dell’American Wirehair è estremamente delicato e tende a spezzarsi. Perciò ricordate sempre che la spazzolatura deve essere super delicata, meglio se con una spazzola a setole morbide che non strappi le ciocche e non causi lesioni alla pelle. Anche la cute del gatto è, infatti, molto sensibile al punto tale che in estate c’è il rischio che possa scottarsi.

In generale la manutenzione dell’American Wirehair non è complessa, ma ovviamente dobbiamo tener conto della sua delicatezza. Per fortuna, trattandosi di un gatto a pelo corto, non ne perde tantissimo e non tende particolarmente a formare nodi o grovigli. Perciò basta una spazzolatura alla settimana per mantenerlo bello e in salute!

Come lavare il gatto

gatto american wirehair

Lo stesso discorso fatto per la spazzolatura, vale naturalmente per il bagnetto. Premettendo che non è un’operazione che va fatta troppo spesso, specialmente se il gatto vive in casa e non ha la possibilità di entrare a contatto con terriccio o sporcizia, quando occorre lavare il gatto è bene munirsi di prodotti adatti. Nello specifico per un American Wirehair sarebbe opportuno scegliere shampoo delicati su pelle e pelo, che lo ammorbidiscano e lo detergano senza essere troppo aggressivi.

Dal momento che i peli dell’American Wirehair tendono naturalmente a spezzarsi e sono un po’ deboli, chiedete consiglio al vostro veterinario di fiducia per scegliere prodotti che aiutino a rinforzare il mantello. Come diciamo sempre, mai gestire la situazione in modo autonomo e seguendo l'”ispirazione”: prendersi cura di un gatto è una faccenda seria e non possiamo improvvisarci toelettatori esperti!

È giusto spuntare il pelo dell’American Wirehair?

gatto con gli occhi gialli

Abbiamo imparato che la toelettatura dell’American Wirehair non è poi così complessa, a patto di rispettare la consistenza e le caratteristiche del suo pelo. Ma c’è una cosa che in molti si chiedono, ovvero se sia giusto tagliare il pelo al proprio gatto. Vi diciamo subito che non è un’operazione necessaria, specialmente per un gatto a pelo corto come l’American Wirehair, e che anzi potrebbe causare più problemi che benefici.

La tosatura può essere una soluzione per i gatti a pelo lungo che hanno il manto ricoperto di nodi e grovigli, impossibili da districare con la spazzola. Ma deve essere effettuata da un professionista, perché il mantello del gatto comprende non solo i peli normali, ma anche le vibrisse che sono veri e propri organi sensoriali che contribuiscono a funzioni importanti come l’orientamento e l’equilibrio.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati