Come capire se il gattino ha i vermi: i segnali e che cosa bisogna fare

Come capire se il gattino ha i vermi: ecco tutti i suggerimenti utili per i padroni di felini.

come capire se il gattino ha i vermi

Non appena si adotta un cucciolo, ci si pongono davvero molte domande sulla sua salute, soprattutto se si tratta del salvataggio di un piccolo randagio. Uno dei quesiti più diffusi tra i padroni di felini è senza dubbio come capire se il gattino ha i vermi. Nei primissimi mesi di vita, infatti, questo problema può presentarsi con grande probabilità, soprattutto considerando che il gattino può ingerire le uova di questi parassiti intestinali attraverso il latte materno. In gergo, noi li conosciamo come vermi, ma si tratta di parassiti che possono creare problemi anche piuttosto gravi al nostro amico a quattro zampe. Vediamo allora quali sono i segnali che ci dicono che il nostro gatto ha problemi con i parassiti, e capiamo anche quando (e come) ricorrere ad un vermifugo.

Verificare se il gattino ha sintomi fisici

Il primo dettaglio da esaminare per verificare se il vostro micio ha ingerito dei parassiti è la pancia. Se notate che il piccolo ha il ventre gonfio e pieno, soprattutto nella parte bassa dell’addome, ma poco grasso in corrispondenza della colonna vertebrale o del bacino, è probabile ci sia una brutta infestazione in corso. Si tratta della tipica “pancia da vermi”, che si differenzia da quella di un gatto sovrappeso. Come abbiamo già detto, nel caso della presenza di vermi, il piccolo sarà molto magro su tutto il corpo, ma presenterà un’addome gonfio e tondeggiante. Riconoscerlo a vista d’occhio non sarà difficile. Ma se volete una maggiore certezza, vi suggeriamo di tastare le vertebre della colonna per verificare se ci siano qui presenza di grasso o meno. Se lo trovate ben riconoscibili e da una forma spigolosa, allora è molto probabile che la pancia gonfia del gattino sia da riferire ad un’infestazione piuttosto che al sovrappeso. Generalmente, il ventre pieno è sintomatico dell’infestazione di nematodi, anche se ci sono altri parassiti che provocano gli stessi sintomi.

come capire se il gattino ha i vermi

Un altro dettaglio da monitorare è la salute del pelo del gattino. Tendenzialmente, i parassiti intestinali assorbono molti nutrienti dall’alimentazione del piccolo (insediandosi nell’intestino, sottraggono le sostanze nutritive al micio). Questo significa che sarà davvero difficile per il gattino assimilare proteine, sali minerali e vitamine, con conseguenze anche piuttosto evidenti dall’esterno. E la salute del pelo, in questo senso, è il campanello d’allarme più evidente. In presenza di un’infestazione da vermi, il pelo tende a diventare opaco arruffato, finendo col perdere la sua brillantezza originaria. Se cominciate a notare qualche cambiamento sul mantello del micio, è bene che teniate in considerazione la possibilità che ci sia un’infestazione in corso. Soprattutto che questo sintomo si va ad aggiungere a quelli che stiamo andando a vedere.

Monitorare lo stato di salute del micio

Al di là dei sintomi fisici, ci sono tutta una serie di alterazioni dello stato di salute che possono aiutarci come capire se il gattino ha i vermi. Anzitutto, episodi di vomito e/o diarrea possono consideri segnali piuttosto chiari di un’infestazione. La presenza dei parassiti può portare ad un’infiammazione delle pareti di stomaco o intestino, finendo così con lo scatenare episodi di questo tipo. Se notate che il micio vomita ripetutamente, e soprattutto se il vomito ha un cattivo odore, allora è il caso di mettersi in allerta. Anzi, vi consigliamo anche di controllare cosa vomita davvero il piccolo. Vi potrebbe capitare di vedere qualche piccolo verme che vi da l’occasione di accertarvi che c’è un’infestazione in corso. In ogni caso, se notate episodi di vomito o diarrea ripetuti e persistenti, vi suggeriamo di portare il piccolo dal veterinario. Nei casi più gravi, infatti, la presenza di questi parassiti può provocare un’ostruzione intestinale ed un vomito ripetuto, finendo così col compromettere la vita del gattino.

Questi sintomi sono piuttosto evidenti, per cui vi consigliamo davvero di tenere in considerazione l’ipotesi di un’infestazione non appena si presentano. Ma ce ne sono altri che possono aiutarvi a capire se il gattino ha i vermi. Alcuni tipi di parassiti – gli anchilostomi, ad esempio – possono provocare un’emorragia intestinale nel piccolo. Si tratta di una perdita di sangue, lenta e costante, che può portano il micio all’anemia. Proprio per questo, quando questo problema si presenta, il felino tende ad essere pigro e debole, il che nei cuccioli può anche avere conseguenze drammatiche. In caso di anemia non controllata, il piccolo può addirittura morire. Ecco perché è importante controllare se il vostro amico a quattro zampe soffre di anemia. Come? Verificando il colore delle gengive. Se il piccolo è sano, allora queste avranno un colorito rosa. Viceversa, se qualcosa non va, noterete che le gengive appaiono biancastre, grigiastre o addirittura di un rosa molto chiaro. Se avete adottato un cucciolo da poco, noi vi consigliamo di controllarlo piuttosto spesso, così da essere sicuri che sia in buona salute.

come capire se il gattino ha i vermi

Come capire se il gattino ha i vermi: consigli utili

Riconoscere se il vostro gattino ha i vermi può essere difficile, eppure i segnali a vostra disposizione sono davvero tanti. Dovrete solo essere attenti. In genere, un cucciolo affetto da parassiti tende ad essere sempre stanco, a dormire molto e a crescere poco. L’aspetto del piccolo è abbastanza identificativo della sua infestazione. Questo si presenta piccolo, poco energico, con il pelo opaco e la pancia gonfia. Riconoscerlo non sarà affatto difficile, soprattutto se vive in compagnia degli altri membri della cucciolata. La differenza tra un gattino sano ed uno no sarà ben evidente. Un cucciolo sano ha sempre voglia di giocare, ha il pelo morbido, e tende ad essere attivo e curioso. E chiarito questo, davvero pensate di non saper riconoscere un micio in una fase da infestazione? Siamo certi che ci riuscirete, anche grazie ai consigli che vi abbiamo fornito.

A quelli che vi abbiamo già dato potete anche aggiungerne un altro. Controllate l’eventuale presenza di pulci, soprattutto perché queste possono portare con sé le larve delle tenie. Pulendosi il pelo, il piccolo non farà altro che mangiare le pulci e ingerire le uova, mettendo così i parassiti in circolazione nell’organismo. Vi consigliamo quindi vivamente di controllare che non ci siano pulci sul pelo del gattino, o escrementi delle pulci stesse, così da assicurarvi che il piccolo stia bene. Ma se invece doveste trovare qualcosa, allora è il caso di sottoporre il felino e l’ambiente in cui vive – inclusi cuccia e giochi – ad un trattamento antipulci, onde evitarne la ricomparsa. E una volta verificata la presenza di pulci, è importante che teniate sotto controllo il vostro amico a quattro zampe, così da capire se effettivamente ci sono sintomi di un’infestazione. Vi abbiamo già detto quali sono i segnali di questa condizione, per cui dovreste già sapere come capire se il gattino ha i vermi.

Cosa fare se il cucciolo ha i vermi?

Se notate che il gattino presenta uno di questi sintomi, o anche più di uno, è bene rivolgersi immediatamente ad un veterinario. Come vi abbiamo anticipato, trascurare l’infestazione non farà altro che aggravare le condizioni di salute del piccolo, in alcuni casi portandolo addirittura alla morte. Una volta che avete chiarito che si tratta di un’infestazione, è bene agire subito. In genere, si tratta di una problematica che può essere affrontata con l’aiuto di un vermifugo, ma che comunque richiede una cura piuttosto lunga ed attenta. E nel caso in cui doveste scoprire che il gattino è soggetto ad un’infestazione di vermi, non fatevi troppe colpe. Fatta eccezione per la dirofilaria, è pressoché impossibile prevenire l’insorgere di parassiti, anche se comunque potete prestare particolare attenzione alle condizioni di igiene del cucciolo.

come capire se il gattino ha i vermi

In ogni caso, ricordatevi che è anche importante capire quali tipi di vermi hanno attaccato il vostro gattino, perché questo vi permetterà anche di decidere come comportarvi. Ci sono, infatti, alcuni parassiti che possono essere trasmessi anche all’uomo, ed è bene che voi riusciate a salvaguardare voi stessi ed i vostri bambini, nel caso in cui li abbiate. E non solo. Sapendo che tipo di vermi hanno infestate il gattino, saprete anche come prendervi cura di lui nel futuro. Alcune infestazioni, infatti, possono ripercuotersi sulla salute del felino, ed è bene sempre tenerlo in considerazione. In ogni caso, per quanto possa trattarsi di un’esperienza piacevole, non è poi così raro che i gattini abbiano problemi con i parassiti. L’importante è definire come capire se il gattino ha i vermi, in modo tale che poi possiate agire di conseguenza, senza far passare troppo tempo. Come abbiamo detto, il proliferare dei parassiti non farà altro che aggravare le condizioni di salute del cucciolo, rischiando anche di portarlo alla morte. È bene evitare di arrivare a situazioni tanto estreme, per cui vi consigliamo di monitorare sempre la salute del cucciolo, così da vivere insieme nel migliore dei modi. Felici, e sani.