Foreign White, convivenza: chi è il padrone più adatto a questo gatto?

foreign white convivenza come gestirla

Foreign White, convivenza: qual è il padroncino adatto a questa particolare razza? Come si comporta all’interno di un appartamento un felino con queste caratteristiche? Vediamo insieme qualche informazione che può aiutarci a capire come gestire al meglio il rapporto con un esemplare di tale razza.

Carattere e temperamento: come si comporta questo gatto?

foreign white qual è carattere

Qual è il temperamento di un Foreign White? Come si comporta questo elegante gatto? È un felino molto socievole, ben disposto sia nei confronti dell’uomo che di altri animali, se educato a conviverci fin da molto piccolo.

È sempre molto disponibile nei confronti dell’uomo perché sa perfettamente come adattarsi ad ogni tipo di situazione. Ancora meglio: è in grado di considerare l’umano quasi come un suo simile. Questo aspetto è importantissimo perché lo aiuta a instaurare un bellissimo rapporto di amicizia e rispetto.

La caratteristica che contraddistingue un esemplare di Foreign White, inoltre, è la goffaggine. Molto spesso, nei movimenti o nei comportamenti, risulta buffo e divertente: ci farà sorridere come nessuno mai!

Osservare come affronta le giornate, soprattutto come gioca, è davvero uno spasso. Molti gatti, è risaputo, compiono delle azioni così buffe che ci possono sembrare innaturali, tanto da farci quasi preoccupare.

Ecco di seguito, al link, qualche esempio simpatico di video di gattini buffi che assumono posizioni strambe e particolari: di fronte a tutto questo, è impossibile non ridere!

Dobbiamo stare tranquilli: è tutto assolutamente normale. La percezione che i gatti hanno del mondo è ovviamente diversa dalla nostra. Tutto quello che fanno è dettato da un motivo specifico.

Per entrare in confidenza col Foreign White è importante dunque imparare a conoscere il  linguaggio particolare che utilizza. Una volta fatto questo, sarà ancora più facile comprendersi e capirsi: la convivenza a questo punto sarà tutta in discesa.

Per farlo, ovviamente, serve tempo, costanza e pazienza: crescere insieme, in fondo, significa anche venirsi incontro e comprendersi in ogni momento della giornata. Com’è la convivenza con un Foreign White? Vediamo qualche dettaglio.

Foreign White convivenza: con chi si trova meglio?

foreign white vivere insieme cosa significa

Il Foreign White è un animale da compagnia? E soprattutto: è adatto alla compagnia di chi? Questa razza si può definire davvero una gran compagnona. Il felino ama trascorrere le sue giornate col suo amico umano, giocare con lui e ricevere tutte le attenzioni che servono per sentirsi a casa.

Non appena capisce che si può fidare del suo amico, si prepara per condividere con lui al meglio ogni momento della sua esistenza. Quali sono i padroncini migliori? Il Foreign White e la convivenza vanno d’accordo? Dunque, la risposta è assolutamente sì.

Si attaccherà in modo quasi morboso al suo amico a “2 gambe”, così tanto che, quando viene lasciato solo in casa per qualche ora, potrebbe combinare qualche marachella. Questa è una specie di vendetta, o meglio ripicca, per essere stato “abbandonato” qualche ora.

Un aspetto particolare, legato a questo aspetto, è la tendenza all’alopecia. Questo sembra essere un problema a cui è soggetto ogni esemplare di Foreign White. Come avviene? A volte naturalmente, altre volte invece quando il gatto si sente “solo”, tende a leccarsi così tanto da provocare, a lungo andare, la caduta del pelo.

Il nostro gatto perde il pelo? Ecco al link qualche informazione utile su come avviene il tutto, con riferimento a possibili cause e soluzioni.

Ecco, allora, spiegato quanto sia importante il rapporto con i componenti della famiglia. Il Foreign White va perfettamente d’accordo con l’idea di convivenza in un appartamento perché ama stare in compagnia di chiunque, sia bambini, sia anziani, sia adulti.

Dunque, se dobbiamo uscire molto spesso di casa, banalmente anche solo per andare a lavoro, è bene abituarlo fin da piccolo alla nostra momentanea assenza e fargli capire che non lo stiamo abbandonato: da lì a qualche ora saremo di nuovo con lui. Così si potrebbe evitare di farlo innervosire o deprimere a tal punto d procurarsi qualche problema all’organismo.

I bambini possono stare tranquilli e giocare liberamente con questo esemplare. Lui capirà di dover essere più delicato in loro presenza, tanto da essere assolutamente in grado di occuparsi di loro e prendersene cura come suoi protetti. L’unica cosa che conta è preoccuparci che i bambini facciano altrettanto: lui rispetta se viene rispettato.

Con anziani e adulti non ha alcun tipo di problema a relazionarsi, a costo però che venga sempre riempito di coccole, affetto e riguardo. Il padroncino ideale, dunque, non esiste: tutta la famiglia va benissimo, anche se composta da altri animali.

L’importante è riuscire ad educarlo fin da piccolo alla presenza (o all’assenza) di persone/animali nell’appartamento. Con calma, pazienza e affetto si abituerà a tutto e imparerà ogni abitudini della casa. Così, saprà essere un ottimo compagno di vita.