Gatta mangia cacca dei gattini: è una cosa normale?

Perché la gatta mangia cacca dei gattini? Purtroppo è più frequente di quanto si possa pensare. Ecco perché succede

Non allarmatevi se la gatta mangia la cacca dei gattini, si tratta di un comportamento anomalo e inconsueto, ma che si può risolvere.
Le cause sono molte, sia di tipo comportamentale ma purtroppo potrebbe riguardare anche la sua salute.

Si tratta di un, seppure inconsueto, comportamento abbastanza normale, anche se vi consigliamo di rivolgervi al vostro veterinario di fiducia per capire insieme a lui le cause e come risolverle.
La gatta potrebbe soffrire di coprofagia, vi spieghiamo cos’è e come comportarvi.

La gatta mangia la cacca dei gattini: cosa gli succede?

gatto in primo piano

Nessun allarmismo, ma è bene che approfondiate le cause di questo insolito comportamento.
La gatta potrebbe soffrire di coprofagia un disturbo legato sia a fattori fisici e quindi di salute che a fattori comportamentali.
Prima di capire insieme le reali cause di questo disturbo è opportuno fare una dovuta premessa.
Esistono diversi tipi di coprofagia:

Autocoprofagia: questo particolare disturbo si verifica quando i gatti tendono a mangiare le loro feci.

Coprofagia interspecifica: quando i gatti si ritrovano, invece, a magiare la feci o di altri animali o di altri animali suoi simili, come i gattini.

Purtroppo è opportuno, se doveste ritrovarvi davanti ad un atteggiamento di questo tipo, approfondire con un esperto le cause del disturbo e porvi immediatamente rimedio.

La coprofagia: quali sono le cause di questo antipatico disturbo?

gatto bianco

Anche se particolarmente inconsueto e inaccettabile, la coprofagia è un disturbo più frequente di quanto si possa credere.
Ma quali sono le vere cause di questo disturbo?
In realtà ci si sta ancora interrogando, molti esperti non sono ancora arrivati ad avere chiaro il quadro, ma sono stati ad ogni modo in grado di delineare alcuni aspetti che possono essere messi in relazione alla coprofagia.
Vediamo quali.

Ansia e stress: anche i gatti soffrono lo stress. Nonostante siamo abituati a vederli poltrire spesso e volentieri sul divano o dentro la sua calda cuccia, non sempre sono sereni e tranquilli.
Un gatto, se non abituato ad avere nuovi stimoli o se viene lasciato ogni giorno da solo e per molto tempo, potrebbero col tempo accumulare talmente tanto stress da assumere comportamenti anomali come questo.

Dieta: un’alimentazione sbagliata potrebbe causare coprofagia.
Se non è equilibrata o sana alla lunga il gatto soffrirà la mancanza di sostanze nutritive che gli servono.
Per questo motivo è bene avere chiari gli alimenti che un gatto deve necessariamente assumere per crescere bene e in salute.

Problemi comportamentali: la coprofagia potrebbe essere legata anche ai disturbi del comportamento.
In questi casi è bene rivolgersi ad un veterinario comportamentalista che saprà intervenire anche col vostro aiuto e risolvere eventuali problemi di questo tipo.

Malattie legate alla salute: purtroppo però la coprofagia potrebbe essere la conseguenza ad una serie di altri disturbi, più o meno gravi, legati alla salute del gatto.
Problemi come il diabete o disturbi legati alla tiroide o alla gastrite potrebbero stimolare un atteggiamento del genere.
Altresì comune come causa alla coprofagia potrebbe riguardare il tenia.
Un parassita interno che potrebbe assorbire tutte le sostanze nutritive ingerite dal gatto e in assenza di queste il micio potrebbe cercare altrove le sostanze perse.

Vi consigliamo di monitorare sempre i comportamenti del gatto e di rivolgervi tempestivamente al veterinario di fiducia per capire le cause e risolverle nel più breve tempo possibile.

La gatta mangia la cacca dei cuccioli: come mi comporto? Attenzione alla sua dieta

gatto con gomitolo

Una gatta durante il periodo della sua gravidanza necessita di cure fisiche, ma soprattutto di attenzioni alimentari non indifferenti.
Dunque è opportuno che abbiate chiari quali cibi e sostanze sono necessari per una gatta in gravidanza per evitare che ai cuccioli manchi qualcosa successivamente alla nascita, ma soprattutto che la gatta abbia in gravidanza tutto quello di cui ha bisogno.

Alto contenuto di cibi grassi, alternando alimenti secchi ad umidi.
Poiché il fabbisogno della gatta incinta cambia man mano che si va avanti con la gravidanza, è opportuno monitorare grammi e cibi.
Per far questo è bene seguire un’alimentazione varia e sempre equilibrata.
Molto importante altresì mantenere costante il peso della gatta per evitarle ulteriori problemi.

Successivamente alla nascita dei cuccioli se doveste notare che la gatta mangia la cacca dei gattini vi consigliamo innanzitutto di evitare qualsiasi tipo di rimprovero.
In fondo sta vivendo un disagio ed è bene aiutarla piuttosto che metterla sotto pressione.

Curare l’alimentazione: è il primo passo per risolvere questo fastidioso problema

gatto si lecca i baffi

Sfatati tutti i dubbi legati alla salute del gatto, la coprofagia potrebbe essere risolta o addirittura evitata se riuscite a curare l’alimentazione dei vostro gatto.
Ecco come.

No a cibi scadenti: i cibi troppo economici potrebbero nascondere delle grosse insidie e alla lunga causare dei danni alla salute del vostro gatto.
Fate attenzione quindi a quali cibi acquistate e cercate il più possibile di variare la dieta alternando cibi umidi a cibi secchi.
Inoltre i cibi scadenti non prevedono al loro interno un equilibrio di tutte le sostanze nutritive necessarie e spesso sono troppo pieni di carboidrati o proteine scadenti che non vengono assimilati dal micio bensì scartati attraverso le feci.
Potreste anche risolvere dandogli del cibo crudo e del tutto naturale.
Le feci in questo modo saranno Inodore e il gatto non vi sarà attratto.

Confronto frequente col veterinario: ad ogni modo è importante in tutte le fasi di vita del gatto farsi aiutare dal veterinario.
Già dai primi mesi di vita è fondamentale che il gatto segua una dieta specifica e ben definita in relazione anche e soprattutto alla razza del gatto e alla possibilità che ha di fare un po’ di attività fisica.
Una dieta sana e varia potrebbe prevenire l’insorgere di molte malattie e disturbi tra cui la coprofagia.

Tuttavia, nonostante non vi aggrada l’idea, sappiate che se la gatta mangia la cacca dei gattini è una cosa assolutamente normale e che accade fin troppo spesso purtroppo.
Come alcuni esperti affermano però, questo disturbo è più frequente nei gatti confinati a vivere in ambienti poco familiari e accoglienti.
Per questo motivo non è importante solo la cura dell’alimentazione, ma è fondamentale avere a cuore anche lo stato psicofisico del micio, farlo sentire protetto e amato è il segreto per farlo sentire anche felice.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati