I gatti si salutano tra loro oppure no? Ecco i modi in cui si dicono ciao

I gatti si salutano tra loro in un modo tenerissimo: scopriamo come e soprattutto perché lo fanno. A "naso" ne rimarrete sorpresi...

gatti si strusciano le teste

I nostri piccoli amati felini sono animali molto socievoli, più di quanto molti erroneamente credano, solo che hanno dei modi molto particolari per esprimerlo. Ad esempio i gatti si salutano tra loro con dei gesti ben precisi che ripetono di volta in volta quando incontrano un amico a quattro zampe (e non solo).

I rituali di saluto, anzi, sono probabilmente alcuni tra i comportamenti felini che possiamo osservare con più frequenza.

Anche il micio più schivo e riservato prima o poi si ritrova nella situazione in cui socializza sia con i propri simili che con gli umani (come nel caso dei gatti domestici).

Alcuni gatti appaiono più freddi e distaccati di altri, non possiamo negarlo, ma è tutta una questione di carattere e nella maggior parte dei casi di apparenze.

Dipende spesso dal fatto che non sappiamo interpretare bene il linguaggio felino con tutti i segni e gesti che lo compongono e che danno vita a un particolarissimo “vocabolario” che non riusciamo a comprendere.

Capirlo ci aiuta a saldare ancora di più il nostro rapporto con il micio, a creare quel rapporto di fiducia che dovrebbe contraddistinguere qualsiasi coppia uomo-gatto.

I gatti si salutano tra loro: ecco come fanno

gatti si danno un bacio

Vedere due gatti che si salutano tra loro è una scena davvero tenera ed emozionante che ci fa capire meglio quanto sia particolare e speciale l’approccio felino.

In questo rituale i gatti si servono principalmente dell’olfatto, un senso a dir poco sopraffino che gli consente di percepire anche la traccia odorosa più lieve e apparentemente insignificante.

L’incontro tra gatti si suddivide in alcuni precisi passaggi. Per prima cosa i due felini si avvicinano l’uno verso l’altro con lentezza e movimenti molto discreti.

Un momento decisivo in cui sondano il terreno per capire se effettivamente sia il caso continuare con il rituale del saluto oppure no.

Se l’incontro prosegue si arriva al saluto vero e proprio: dapprima i due gatti avvicinano le teste e poi iniziano a strofinarsi i nasi!

Quello che a noi sembra un semplice gesto tenero e affettuoso in realtà per i piccoli felini ha un valore incommensurabile, legato proprio alle loro doti olfattive.

Quando i mici si strofinano i nasi stanno annusando le ghiandole poste sul muso. In questo modo non si limitano a percepire l’odore del proprio simile ma grazie al loro incredibile olfatto riescono ad analizzare ogni sua minima caratteristica.

Attraverso l’olfatto un micio può capire se l’altro gatto è un “parente”, se lo ha già incontrato prima di quel momento e persino se è in dolce attesa o soffre di qualche malattia o disturbo.

Miagolii e altri vocalizzi

gatto che miagola

I gatti si salutano tra loro strofinandosi i nasini ma a questo gesto si possono aggiungere anche altri comportamenti che completano il rituale del saluto.

Precisiamo innanzi tutto una cosa importante: sia strofinarsi i nasi che i gesti che vedremo qui di seguito sono prerogativa di gatti che già si conoscono e che quindi si salutano riconoscendo il proprio compagno felino.

Talvolta può capitare che mentre si salutano inizino ad emettere un miagolio un po’ particolare, una sorta di lieve trillo.

Gli esperti, però, confermano che è molto raro nel saluto tra gatti e comune quando i felini salutano le persone. I vocalizzi non hanno una particolare influenza nella socializzazione tra gatti ma al contrario ha un grande peso in quella tra micio e uomo.

Tra l’altro tutto ciò si deve a un particolare a cui probabilmente non abbiamo mai pensato: convivendo con il padroncino il micio impara che miagolando ha più possibilità di attirare la sua attenzione e ottenere ciò che vuole.

Quando a salutarsi sono due gatti che si conoscono non è raro vedere che si fanno le fusa a vicenda. Se sono proprio intimi amici arrivano perfino a “impastarsi” l’un con l’altro!

Ma anche le fusa nel linguaggio felino sono prerogativa degli esseri umani ed è molto più probabile che il micio le faccia al proprio padroncino (perfino agli oggetti) più che a un suo simile.

Non dimentichiamo, infine, che ogni gesto o vocalizzo va sempre contestualizzato e anche quando sembra che i mici si stiano salutando possono esserci segnali negativi che indicano tutt’altro.

Facciamo un esempio molto semplice: due gatti si avvicinano e si annusano ma improvvisamente si mettono di lato inarcando schiena e coda. Non si stanno esattamente salutando, anzi è evidente che si preparino a una rissa all’ultimo graffio!

Quando i gatti salutano gli umani: ecco come fanno

accarezzare un gatto

I gatti che si conoscono si salutano ogni volta che si incontrano ma non lo fanno solo tra loro. Anche a noi umani è riservato questo privilegio!

Sono diversi i modi con cui il micio ci saluta a cominciare dal fatto che si struscia sulle nostre gambe ogni volta che gli capiti l’occasione.

Per noi all’apparenza è l’equivalente di un abbraccio ma per il gatto è una questione di “proprietà”. Strusciandosi addosso al padroncino che ama tanto lo ricopre del suo odore, come se volesse urlare al mondo che è tutto suo!

Se abbassiamo la testa e la avviciniamo alla sua vedrete che ripeterà il naso-naso anche con noi, dando come delle piccole e dolci testate contro il nostro capo.

Questo gesto è davvero intimo e speciale e soltanto chi è riuscito a creare un profondo legame di fiducia col micio ha la possibilità di viverlo in tutta la sua tenerezza.

Senza dubbio, però, la parte del corpo più espressiva dei gatti è la coda che rappresenta una vera e propria cartina di tornasole per capire le emozioni e gli stati d’animo dei piccoli felini.

Ogni movimento o posizione della coda ha un preciso significato, in particolare quando i gatti si salutano tra loro o salutano il padroncino la tengono alta e dritta oppure con quella graziosa forma a “punto interrogativo” che tanto ci piace.

Quando i gatti vogliono esprimere non solo il loro amore ma anche la loro totale fiducia nei confronti di una persona, inoltre, si sdraiano sulla schiena mostrando la pancia.

Anche questo è un gesto intimo e speciale che purtroppo spesso fraintendiamo. I gatti non sono come i cani e non amano molto le carezze sulla pancia, perciò quando ce la mostrano evitiamo di toccarli!

Conclusioni

Conoscere il modo in cui i gatti si salutano tra loro o quello che riservano ai loro umani del cuore è un ulteriore passo per comprendere a fondo il loro linguaggio.

Gesti e comportamenti che spesso all’apparenza non hanno importanza in realtà possono avere dei significati profondi per ciascun micio.

Spesso è proprio la nostra mancanza di informazioni al riguardo che provoca qualche “cortocircuito” nel rapporto con il nostro felino.

Teniamo sempre a mente che accudire e crescere un gatto significa nutrirlo, curarlo ma anche rispettarne la natura.

Non dobbiamo piegarlo a nostra immagine e somiglianza e, anche quando il suo comportamento sembra incomprensibile, cerchiamo di metterci nei suoi panni sforzandoci di capirlo.