Un gatto castrato può spruzzare?

Un gatto può spruzzare urina in casa anche se è stato castrato? Sì e questo comportamento può avere diverse cause. Ecco cosa sapere

gatto sotto il tavolo

Un gatto castrato può spruzzare o è una prerogativa dei mici che non hanno subito l’operazione? Ebbene sì, anche se Micio tecnicamente non va più in calore può comunque spruzzare urina in casa sui muri, le pareti, i mobili e quant’altro. In linea generale è vero che questo comportamento non è così frequente nel gatto castrato, lo è decisamente di più in quelli che ancora possono riprodursi e quindi vivono lo stimolo sessuale. Non ci resta che comprendere perché un gatto castrato può spruzzare come un gatto “intero” e quali sono le cause comuni di questo comportamento.

Gatto castrato marca il territorio

gatti che si guardano da una finestra

Solitamente quando un gatto spruzza urina sulle pareti, sui mobili e ovunque in giro per casa è perché lancia un segnale per un possibile accoppiamento. Nella maggior parte dei casi è uno dei comportamenti tipici dei gatti non sterilizzati che percepiscono l’odore della femmina in calore. Ma se il gatto castrato spruzza? In questo caso le ragioni sono sicuramente altre, sta a noi cercare di individuarle per risolvere l’increscioso problema.

Il gatto castrato spruzza la pipì in genere quando intende marcare il suo territorio. Non è un comportamento legato all’istinto di accoppiamento bensì l’indice che con molta probabilità sente l’esigenza di definire i suoi confini. Succede soprattutto quando in casa ci sono tanti gatti, per cui è naturale che nascano delle rivalità specialmente tra esemplari maschi. Quando accade è segno che evidentemente qualcosa non va, magari Micio non si sente a suo agio e in qualche modo è come se vedesse minacciata la sua presenza all’interno della casa.

Se il gatto castrato spruzza per questo motivo, dobbiamo cercare di capirne le ragioni. I gatti che vivono in casa hanno le proprie ciotole separate le une dalle altre? Hanno a disposizione più lettiere per fare i bisognini? Gli abbiamo messo a disposizione abbastanza nascondigli e giacigli in cui poter fare i loro pisolini in solitudine? Se la riposta a queste domande è no, dobbiamo rimediare al più presto.

Ma se vediamo che il gatto castrato spruzza in casa anche se è l’unico animale domestico a viverci? In questo caso controlliamo che non vi siano presenze esterne, magari un randagio che gironzola in giardino e nei dintorni e che lascia quindi il suo odore in quello che dovrebbe essere territorio esclusivo del nostro micio. Allontanare un gatto randagio dal gatto di casa in questi casi è di fondamentale importanza.

Gatto sterilizzato fa pipì in casa

gatto nella lettiera

Come abbiamo visto, quando un gatto sterilizzato spruzza è probabile che stia cercando di segnare il territorio. Ma siamo sicuri che sia sempre così? In realtà il linguaggio dei gatti è molto più complesso e talvolta Micio manifesta dei segnali che dovrebbero metterci in guardia. Ad esempio tra spruzzare e orinare tecnicamente c’è una bella differenza e dovremmo essere in gradi di distinguere questi due comportamenti.

Quando un gatto sterilizzato (e non) spruzza per marcare il territorio sta dritto sulle zampe e direziona il getto sulle superfici verticali, come le pareti o i mobili appunto. Se, invece, troviamo per casa tanta pipì sul pavimento non possiamo parlare semplicemente di marcatura. Anzi è molto probabile che Micio abbia qualche problema a orinare come farebbe normalmente, quindi nella lettiera.

I gatti sono maniaci dell’igiene, si puliscono in continuazione e pretendono di contro che tutte le loro cose siano sempre impeccabili. Talvolta se la lettiera non è pulita e non abbiamo rimosso i bisognini il gatto potrebbe rifiutarsi di usarla. Del resto a noi non farebbe mica piacere usare un wc completamente sporco e puzzolente. Come potremmo dargli torto?

Non solo per via della lettiera sporca, un gatto potrebbe fare la pipì in giro per casa anche perché ci sono poche lettiere a disposizione di troppi gatti. Ed ecco allora che il gatto castrato spruzza sulle superfici senza usufruire della lettiera. Questo comportamento è tipico anche delle situazioni di forte stress, dovute non solo alla presenza di altri gatti o animali in casa ma a una grande serie di fattori. Dobbiamo assicurarci che l’ambiente domestico sia tranquillo e che faccia sentire Micio al sicuro. Un consiglio utile, in questi casi, è dargli dei punti di riferimento, quindi stabilire una routine ben precisa da ripetere sempre nello stesso modo (pappa, gioco, pisolino).

Gatto castrato in calore

gatto in cucina

La prima cosa che viene in mente vedendo un gatto castrato che spruzza urina in casa è che l’intervento di castrazione non sia andato a buon fine. Quindi che, in qualche modo, abbia ancora l’istinto dell’accoppiamento e che risponda alla presenza delle femmine in calore. In realtà non è così, il gatto castrato può spruzzare urina anche se l’intervento è riuscito alla perfezione.

Tuttavia ci sono dei casi specifici che possono giustificare questo comportamento, che è tipico dei gatti non sterilizzati. C’è ad esempio il caso in cui la castrazione sia avvenuta quando il micio è ormai adulto ed è possibile che abbia “memorizzato” l’atto della monta, dello spruzzare urina e tutti i comportamenti legati alla sfera sessuale. Più che altro è un’abitudine. Può capitare anche di vedere spruzzare un gatto castrato in giovane età, ma in questo caso il comportamento è assolutamente normale subito dopo l’intervento e poi dovrebbe scomparire da solo.

Gatto femmina spruzza

Ebbene sì, non soltanto il gatto maschio (castrato e non) può spruzzare in casa e questo comportamento è osservabile anche nelle femmine. Non è piuttosto comune, questo è certo, ma non spaventatevi se vedete la vostra gatta che spruzza la pipì sui mobili e le pareti. Di solito le femmine si comportano così per le stesse motivazioni dei maschi, quindi per marcare il territorio oppure quando vivono una condizione di forte stress e ansia e non si sentono al sicuro nel proprio ambiente. Capita anche alle femmine sterilizzate in età avanzata, proprio come ai maschi castrati da adulti.

Repellente per gatti che marcano il territorio

detersivi per la puzza di gatto

Avere in casa un gatto castrato che si mette a spruzzare pipì ovunque è un problema non da poco. Come abbiamo visto è sintomo di un disagio del micio o potrebbe essere anche il segno della presenza di un problema di salute. Quando abbiamo a che fare con questo comportamento è sempre bene portare il gatto dal veterinario per capire se vi siano delle cause sottostanti, di cui non siamo a conoscenza.

Uno dei consigli che sicuramente vi darà il veterinario è quello di pulire immediatamente tutte le tracce di urina. Un consiglio ovvio, certo, anche perché sappiamo bene quanto sia nauseabondo e pungente l’odore dell’urina dei gatti. Oltre a una questione di olfatto, dobbiamo provvedere a ripulire tutto per un altro motivo essenziale. I gatti marcano generalmente in presenza di altre marcature. Ed ecco che Micio torna a spruzzare urina sempre negli stessi punti.

Per eliminare le tracce di pipì è meglio usare un detergente a base di enzimi, evitando quelli a base di candeggina o ammoniaca. Sono ottimi, ma queste sostanze invogliano il gatto a fare la pipì. Per evitare che il gatto castrato continui a spruzzare in casa, inoltre, possiamo aiutarci con dei dispositivi che diffondono in casa feromoni per gatti sintetici. Questi servono a ridurre l’aggressività e la propensione alla marcatura del territorio e si trovano anche sotto forma di collari e spray.