Gatto che sbava: come mai?

Non succede spesso che il gatto sbavi in modo eccessivo, e a volte questo fenomeno può sottintendere dei problemi di salute. Vediamo quali.

gatto con bocca aperta vicino a finestra

Al contrario dei cani i gatti non hanno una forte tendenza a sbavare, al punto che a volte questo fenomeno passa inosservato a meno che non li accarezziamo sotto il mento, o notiamo una piccola area bagnata su una superficie dove hanno appena poggiato il muso; altre volte invece è ben evidente. Ma come mai un gatto sbava?

gattino che sbava leggermente

Quando i gatti fanno la pasta o le fusa è possibile che li si veda sbavare un po’: è in questi casi un segno che sono rilassati e contenti, che rimanda a quando erano piccoli. A quell’età, infatti, i micetti impastano con le zampe sul corpo della mamma per stimolare la produzione di latte e quel che ne risulta è quasi sempre un pasto confortevole e soddisfacente. Quando i gatti raggiungono l’età adulta possono vivere momenti di felicità e comfort che stimolano un’eccessiva salivazione perché connessi istintivamente al momento della nutrizione e al naturale legame con la madre.

Ai gatti non capita spesso di sbavare alla vista del cibo, ma può comunque succedere e in quel caso non c’è nulla di cui preoccuparsi. Anche momenti particolarmente stressanti (viaggi in auto, visite dal veterinario o improvvisi rumori in casa) possono produrre questo risultato, ma in questo caso si parla di un fenomeno isolato che si risolve da sé.

bocca di gatto che sbava

Se invece il vostro gatto si ritrova a sbavare molto spesso in occasioni che non possono essere associate necessariamente alla vista del cibo o particolare felicità/stress, potrebbe esserci un problema di salute in corso ed è necessario recarsi dal veterinario per una visita. Il medico sarà probabilmente in grado di individuare il disturbo prima che sopravvengano altri segni clinici.

Problemi a gola, bocca, denti

I gatti possono sviluppare svariati disturbi alla bocca e ai denti che spesso passano inosservati finché non provocano dolore nell’animale, il cui organismo produce maggior saliva nel tentativo di alleviare l’irritazione. Ulcerazioni alla bocca, traumi ai denti, gengiviti (magari nascoste dal tartaro) e infezioni di vario tipo, nonché le lesioni da riassorbimento dentale o FORL (da Feline Odontoclastic Resorptive Lesions), sono i problemi più comuni che fanno sbavare il gatto; la saliva che ne risulta potrebbe essere insanguinata o maleodorante.

Nausea

Se un gatto vomita o ha la nausea sbaverà di frequente. Si tratta di sintomi che hanno a loro volta delle cause, ed è possibile risalire ad esse in base alla presenza di altri segni clinici.

due gatti su una coperta

Insufficienza renale

Una delle cause di morte più comuni per i felini è costituita dall’insufficienza renale. Quella cronica può causare perdita di peso, sete eccessiva, minzione eccessiva, alitosi ed eccessiva salivazione. Scorgere i sintomi in tempo è fondamentale per salvare la vita al gatto.

Sostanze corrosive

A causa del loro particolare metabolismo, i gatti non sono in grado di assimilare farmaci o sostanze chimiche come fanno i cani. Alcuni prodotti per la casa come detersivi per il bucato, essenze profumate e altri detergenti possono risultare corrosivi nei gatti: questo provoca delle lesioni a bocca, lingua, esofago e stomaco.

primo piano gatto

Piante velenose

Anche un avvelenamento accidentale può far sbavare il gatto. Esso può essere causato da alcune piante tossiche che provocano bruciore intenso alla bocca se masticate o ingerite dall’animale. Tra queste piante ricordiamo i gigli delle famiglie Lilium o Hemerocallis, edera, oleandro e stella di Natale.

Traumi

Incidenti d’auto, combattimenti con altri animali o brutte cadute possono causare traumi come fratture alla mandibola o lussazioni all’articolazione temporomandibolare, che portano il gatto a sbavare a causa dell’impossibilità di chiudere la bocca.

Tumori

I gatti corrono il rischio di sviluppare un tumore maligno molto aggressivo chiamato carcinoma squamocellulare (SCC). Per quanto esso possa manifestarsi in qualunque parte del corpo, le zone più frequenti sono occhi, bocca e orecchie. I segni clinici di questo disturbo sono:

  • Salivazione eccessiva
  • Alitosi
  • Inappetenza
  • Tendenza a far cadere il cibo dalla bocca
  • Perdita di peso
  • Incapacità di chiudere la bocca.

gatto accarezzato sulla testa

Corpi estranei

Alcuni corpi estranei (erba, residui di cibo, possono restare impigliati nella lingua o nel palato del gatto, nonché in gola. Questo provoca dolore nell’animale e lo fa sbavare eccessivamente, e spesso gli impedisce anche di chiudere la bocca. Se vedete un filo penzolare dalla bocca del vostro micio, resistete alla tentazione di estrarlo subito: non sapete quanto sia lungo e dove possa essersi incastrato (magari nello stomaco o intestino), quindi è meglio lasciar fare a un medico per evitare di peggiorare la situazione.

Colpo di calore

Un Persiano o un altro gatto con il muso piatto sono particolarmente soggetti a colpi di calore. Assicuratevi sempre che abbiano acqua fresca e pulita a disposizione e un posto all’ombra in cui ripararsi dal sole; limitate la loro attività fisica nei mesi estivi e nelle ore più calde della giornata, e non lasciateli MAI in macchina da soli.