Gatto d’Angora colori e particolarità del manto: cosa bisogna sapere

gatto d'angora colori

Gatto d’Angora, colori: quali sono le informazioni riguardo il manto di questo splendido felino turco? Cosa bisogna sapere a riguardo? Ecco dei suggerimenti utili su come mantenere un pelo sano, pulito e lucente e tutte le cure che necessita.

Caratteristiche fisiche della razza

gatto d'angora colori

Il Gatto d’Angora è una razza originaria di una parte dell’Asia Minore. Le teorie sulla sua origine sono le più svariate e non tutte concordano con stessa ipotesi: l’unica certezza è che sia nato in una zona che rimanda al territorio della Turchia.

Quali sono le principali caratteristiche che contraddistinguono un esemplare di Gatto d’Angora? Prima di tutto vediamo qualche informazione generale che inquadra questa razza.

È di taglia media, si adatta perfettamente all’ambiente familiare e sa entrare facilmente in confidenza con tutti i membri, di qualunque età essi siano.

Si sente bene all’idea di essere l’unico animale presente in casa, anzi vorrebbe tutte le attenzioni in esclusiva: è una razza che pretende di essere il centro del mondo del suo padroncino.

Il prezzo di un esemplare di Gatto d’Angora varia fra i 500 e i 900€. Il suo portamento è elegante, raffinato e fiero. Le zampe sono lunghe e forti, pronte a divertirsi e saltare di qua e di là.

La corporatura del Gatto d’Angora è caratteristica: corpo è longilineo, armonioso e slanciato. La sua coda è bellissima da vedere: gonfia, piena di pelo e voluminosa, è fluente e morbidissima.

Il peso di questo gatto si aggira fra i 4 e i 5 kg massimo: come già sottolineato, la taglia di tale razza è di medie dimensioni.

Altra particolarità sono gli occhi: grandi, dallo sguardo profondo e a forma di mandorla, comunicano tutto quello che il gatto vuole dirci. Estremamente espressivi, riescono a farci innamorare alla prima occhiata.

Gli occhi del gatto parlano: cosa vogliono comunicarci? Vediamolo al link.

Le orecchie sono di grandezza media, a forma di triangolo e tenute sempre alte, pronte a cogliere qualunque tipo di rumore o movimento che si aggira intorno a lui. Piene di pelo, danno al Gatto d’Angora un aspetto aggraziato ma simpatico.

Gatto d’Angora: colori e pelo

gatto d'angora colori manto

Com’è il pelo di questo splendido esemplare? Quali sono i colori tipici del Gatto d’Angora? Vediamo insieme qualche dettaglio sull’argomento.

Il manto è un carattere peculiare di questa razza: di lunghezza medio-lunga, il pelo è setoso, morbidissimo e liscio. Fortunatamente, tende poco ad intrecciarsi: gli basterà una spazzolata a settimana per essere snodato, restare lucente e mantenersi sano.

Ci sono varie zone del corpo in cui il pelo è più o meno lungo: sicuramente la parte della coda è quella dove il pelo è più voluminoso e compatto. Anche le zampe posteriori presentano una maggiore lunghezza.

Quali sono i colori tipici di tale razza? Si può affermare con certezza che il Gatto d’Angora di tonalità bianca sia il più conosciuto, popolare ma anche raro da trovare.

Ovviamente, nello standard questa sfumatura non è l’unica accettata. Il Gatto d’Angora può variare i suoi colori fra il nero, il blu, il rossiccio, il marroncino e il color cannella.

Come si mantiene il colore del pelo sempre lucente e brillante? Come già sottolineato, una spazzolatura a settimana sarà più che sufficiente, in quanto l’assenza di sottopelo evita la creazione di nodi impossibili da sciogliere! E questa è una fortuna, soprattutto quando si tratta di animali a pelo lungo.

Durante le stagioni di muta, dunque in primavera e in autunno, ci vorrà qualche colpo di spazzola in più per togliere il pelo che si accumula in eccesso. Questo sarà funzionale sia per mantenere pulita la casa e fare in modo che non ci siano peli sparsi ovunque, sia per non farglieli ingerire quando si leccherà per pulirsi.

Vogliamo vedere altri gatto dal manto bellissimo? Ecco 10 razze di gatti a pelo lungo: foto e informazioni.