Ecco perché guardare negli occhi un gatto non è una buona idea

Dovremmo sempre evitare di guardare un gatto dritto negli occhi e per dei motivi ben precisi. Ecco come evitare "spiacevoli" reazioni

Lo sguardo di Micio è una delle cose più belle e affascinanti del mondo. Quelle gemme che luccicano e che si accendono come fari nella notte, circondate da un alone di mistero che rende i piccoli felini domestici delle creature quasi magiche.

Gli occhi dei gatti ci comunicano tanto e anche i nostri, di contro, possono dirgli qualcosa di noi. Ma soprattutto scatenare in loro delle reazioni improvvise e che spesso fatichiamo a comprendere.

Che Micio sia un animale molto particolare è fuor di dubbio, ma perché guardare negli occhi di un gatto è qualcosa che dovremmo evitare? Cosa si cela dietro il comportamento di un dolce felino che improvvisamente, solo per un nostro sguardo, diventa talvolta perfino aggressivo?

Si sente minacciato

gatto che fissa negli occhi

Sembrerà assurdo ma la motivazione principale per cui non dovremmo mai e poi mai guardare negli occhi di un gatto è proprio questa. Micio percepisce questo nostro comportamento – assolutamente innocente – come una minaccia, un pericolo e lo mette profondamente a disagio.

Micio sa perfettamente che non siamo gatti come lui e nel tempo impara a conoscerci e a capirci. Tuttavia ci sono cose che fanno parte della sua natura di piccolo felino che non possono esser cancellate con un colpo di spugna. Qualsiasi animale – succede anche ai cani – se si vede fissato insistentemente reagisce male perché per lui questa azione è il preludio a un attacco.

Se vogliamo davvero legare con il nostro gatto, dobbiamo innanzitutto comprendere il suo linguaggio e cercare di evitare tutto ciò che possa provocare le sue reazioni violente. Per i gatti – e in generale per la gran parte degli animali – fissare lo sguardo su un proprio simile o su qualcuno vuol dire esprimere la volontà di aggredirlo. Ed ecco perché non dovremmo mai guardare intensamente negli occhi di un gatto.

Il linguaggio dei gatti

gatto che si nasconde

Per quanto possa essere un compagno dolce, affettuoso e giocherellone, non dobbiamo mai dimenticare che il gatto resta comunque un felino, con la propria natura e i propri istinti. Perciò è naturale che certi segnali del corpo, inclusi quelli lanciati con lo sguardo, possano suscitare in lui reazioni che a prima vista non riusciamo a comprendere fino in fondo.

Ma se vogliamo davvero legare con Micio, dobbiamo costruire un rapporto basato sul rispetto. Il gatto può essere il miglior compagno del mondo ma ciò non significa di certo trattarlo come se fosse umano, né tanto meno come se fosse un oggetto (cosa davvero riprovevole).

Il linguaggio dei gatti si basa su segni e gesti, più o meno evidenti, che possono fare davvero la differenza in merito al nostro legame con loro. Lo sguardo è una parte importante del corpo ma per un micio non funziona come per noi esseri umani.

Per le persone guardare qualcuno negli occhi significa entrarvi in intimità, anzi è qualcosa che non si fa proprio con tutti. È un gesto che denota rispetto, che sottolinea il legame profondo con la persona che abbiamo di fronte e che assume tanti significati a seconda delle situazioni specifiche. Guardiamo negli occhi un amico fidato che ci fa delle confidenze, oppure la persona di cui siamo innamorati e con la quale desideriamo trascorrere la nostra vita.

Come reagisce Micio

gatto con gli occhi azzurri

Se per noi lo sguardo assume connotazioni per lo più positive, per il gatto non è esattamente così. Guardare negli occhi un gatto significa – nella sua logica – lanciargli una sfida ed è per questo che reagisce in modo spesso violento e aggressivo.

Micio si ritrova spiazzato da questo nostro comportamento perché ci ha sempre visti come qualcuno di cui fidarsi, come persone buone e gentili pronte a dargli tanto amore. E poi, improvvisamente, vede in noi un potenziale pericolo senza capire fino in fondo perché mai abbiamo cambiato atteggiamento e abbiamo intenzione di sfidarlo.

La reazione del gatto che si vede fissato, occhi negli occhi, in genere è sempre la stessa. Non provatelo a casa (non sarebbe giusto nei confronti del vostro adorato felino), ma tenete a mente che il suo corpo assume dei connotati ben precisi: tira indietro le orecchie, appiattendole sulla testa; gonfia il pelo, come per diventare più grande e minaccioso; dilata le pupille al massimo, con quello sguardo un po’ inquietante da “civetta” che non promette nulla di buono.

Fateci caso, questa postura e atteggiamento del corpo è quella tipica dei gatti che si mettono sulla difensiva e si preparano ad attaccare. Questo dovrebbe bastare per capire perché non si deve guardare un gatto negli occhi.

Occhi socchiusi

gatto che dorme disteso su un fianco

Se non possiamo guardare negli occhi il nostro gatto, allora come dobbiamo guardarlo? Prendete ciò che abbiamo detto con le dovute misure: non stiamo di certo affermando che dovete evitare il vostro Micio o che non dovete in alcun modo avvicinarlo, né esprimergli il vostro amore.

Semplicemente dovete cercare di comprenderlo, mettervi nei suoi panni di piccolo felino domestico e, di conseguenza, evitare tutti i comportamenti che possano farlo sentire a disagio o addirittura in pericolo. Potete guardare il vostro gatto, anche perché non c’è niente di più bello che osservarlo quando dorme accoccolato sulle gambe o si lancia in lunghe sessioni di fusa o di gioco.

Evitate di fissarlo intensamente, preferendo sguardi meno “invadenti”. E fate attenzione al suo modo di usare gli occhi per comunicarci qualcosa. Il gatto, proprio come noi umani, si serve dello sguardo per esprimere emozioni e sensazioni. Ad esempio quando è tranquillo e sereno, si sente a proprio agio e al sicuro Micio tende a socchiudere gli occhi, facendoli diventare quelle fessurine che ci piacciono tanto. Talvolta ci fa persino “l’occhiolino”!

Questo è il modo in cui il gatto si serve del suo sguardo per comunicare in modo positivo. Quando i gatti si incontrano, socchiudono gli occhi per dire che è tutto a posto, che non hanno alcuna intenzione di attaccarsi a vicenda. Perciò per guardare il gatto dovremmo fare la stessa cosa, molti consigliano proprio di socchiudere dolcemente gli occhi per farlo sentire al sicuro.

Un piccolo cambiamento che però per Micio vuol dire proprio tanto. E in questo modo state certi che non si sentirà in alcun modo minacciato e vi vedrà per quello che siete veramente: le persone “su due zampe” che lo amano con tutto il cuore e vogliono soltanto il suo bene.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati