Kohona e altri animali: con chi può convivere e con chi no

Chi è il Kohona e cosa sappiamo di lui? Qual è il suo rapporto con altri animalo? Scopriamo insieme qualche dettaglio che ci aiuterà a conoscerlo meglio.

gatto occhi grandi

Cosa sappiamo del Kohona e del rapporto che instaura con altri animali? Quali sono gli aspetti da considerare quando stiamo per adottare un esemplare di questa razza? Altri amici a 4 zampe possono convivere con lui? Ecco qualche dettaglio sul suo carattere che ci aiuterà a scoprire di più su di lui.

Kohona: amicizia e sensibilità

gatto pelle nuda

Chi è il Kohona? Perché è così importante capire quale sia il suo carattere e, soprattutto, il suo stile di vita, al fine di renderci perfettamente conto di che tipo di gatto stiamo parlando?

Alcuni dettagli utilissimi che descrivono le caratteristiche fisiche di un gatto come il Kohona possono aiutarci a delineare un profilo caratteriale. Quello che vogliamo è rispondere alla domanda del giorno. Essa è: come si comporta il Kohona con gli altri animali? È in grado di convivere con altri amici a 4 zampe?

Il discorso che bisogna fare per scoprire tutte le informazioni necessarie deve partire dalle origini del Kohona: da dove viene questo splendido gatto dalla pelle nuda? E soprattutto: perché è così importante il dettaglio più caratteristico del Kohona, ovvero l’assenza di pelo? Scopriamolo insieme.

Riguardo la vicenda del Kohona e le sue origini ci sono moltissime teorie, sulle quali molti studiosi tutt’oggi non riescono ancora a concordare al 100%. Infatti, non esiste un’ipotesi univoca che delinea la sua stirpe o il suo albero genealogico.

Ciò di cui in realtà possiamo essere sicuri sono alcune informazioni sulle quali tutti devono necessariamente concordare perché fin troppo palesi:

  • il Kohona è un gatto senza pelo, ovvero dalla pelle completamente nuda ed esposta a tutti i pericoli dell’ambiente esterno
  • ha subito, durante il suo sviluppo, una mutazione genetica naturale che gli ha donato l’aspetto che tutt’oggi conosciamo
  • il felino è super delicato: per prendersi cura di questo gatto, a prescindere da quale sia la sua più reale origine, è importante fare attenzioni a tantissimi dettagli. Inoltre, è fondamentale avere tempo da dedicargli, specialmente impiegato nel trattamento della sua pelle.

Molti presuppongo, sulla base della grande somiglianza con lo Sphynx, che il Kohona derivi proprio da incroci fra Sphynx e Don Sphynx – e forse anche altri gatti selvatici – avvenuti in tempi non troppo recenti.

Altri, però, tendono a smentire ciò proponendo la seguente argomentazione. È vero che le razze nominate sono molto simili, non soltanto a livello fisico, ma anche caratteriale. Tuttavia, c’è anche un elemento imprescindibile che di certo non può essere sottovalutato.

Per quanto anche lo Sphynx sia considerato un gatto senza pelo, quale effettivamente è, un occhio ben allenato dovrebbe facilmente accorgersi di una minuzia determinante.

Il Kohona ha la pelle completamente nuda, mentre lo Sphynx, come anche il Don Sphynx, presenta una leggerissima peluria, appena percepibile sia alla vista che al tatto.

Ecco allora il tratto distintivo che potrebbe far presupporre una derivazione diversa. C’è chi sostiene che il Kohona abbia subito semplicemente una mutazione genetica analoga ma non uguale a quella dello Sphynx.

Insomma, qualunque sia la realtà dei fatti vera e autentica, quello che è certo è che il Kohona sia un felino delicatissimo, la cui pelle e il cui corpo necessitano di tante attenzioni.

Perché questa lunga introduzione sulle sue origini? Il fattore “senza pelo” è determinante per lo stile di vita del Kohona. Ma attenzione, non solo per il suo livello di salute fisica, ma anche per l’aspetto “contatti con il resto del mondo”.

Ecco allora spiegato l’arcano: il Kohona cerca costantemente e perennemente contatto fisico, che sia con il suo padroncino umano o con altri animali presenti in casa. Dunque, sì: il Kohona va assolutamente d’accordo con altri animali.

Questo perché, oltre a considerarli degli amichetti con cui condividere le giornate, riesce a percepire il calore dato dal loro pelo e cerca di sfruttarlo a suo vantaggio. Cerchiamo di scoprirne di più.

Rapporto con gli altri: perché è così importante?

felino occhi spalancati

Come abbiamo abbondantemente sottolineato, per il Kohona è davvero molto importante intrattenersi e avere dei rapporti con altri. Questo lo rende sereno e tranquillo per svariati motivi. Prima di tutto, perché il suo carattere amichevole e socievole gli impone di non voler mai stare da solo, anzi! Più compagnia ha, meglio si sente.

Inoltre, come accennavamo, abbiamo ormai capito che il Kohona è un gatto molto sensibile, poiché il suo corpo nudo è esposto a moltissimi pericoli che possono compromettere il suo stato di salute fisica e psichica.

Il fatto di non avere il pelo a protezione del corpo implica che il Kohona sia più facilmente soggetto a prendersi raffreddore, febbre, tosse o simili. Ecco perché risulta fondamentale prendersi cura di lui al massimo e fare in modo di tenerlo sempre al caldo, lontano da fonti di freddo o spifferi d’aria.

Il Kohona, allora, al contrario di quanto si pensa comunemente, è uno dei pochi felini affettuosissimo, che va sempre alla ricerca non soltanto della presenza degli amici, ma anche del contatto fisico.

È un gatto, infatti, dall’indole serena e tranquilla, che ama la pacatezza e la quiete. Quello che più ama in assoluto, perciò, è proprio starsene in dolce compagnia accoccolato sul divano vicino al suo padroncino. Questo lo rende felice e gli permette di percepire tutto il calore che gli serve.

Altri animali sì o no?

gatto rilassato

Oltre a questo, allora, possiamo concentrarci anche su un altro aspetto, di cui abbiamo già accennato: il Kohona è disponibile a stringere amicizia con altri animali? Assolutamente sì. Ciò che più cerca in assoluto è compagnia, di qualunque genera essa sia.

Il suo carattere dolce e affettuoso con tutti lo rende un perfetto coinquilino per la famiglia umana e per quella a 4 zampe. Non sarà un problema, per lui, condividere gli spazi con altri animali, anzi…tutt’altro!

Oltre a considerarli dei compagni di giochi, di divertimenti e di intrattenimenti, il Kohona reputa gli altri animali delle ottime fonti di calore. Non avendo il pelo ed essendo facilmente colpito da colpi di freddo o da eventuali corpi estranei che possono danneggiare la sua pelle, tende a cercare riparo ovunque.

Ecco, allora, che percepisce gli altri animaletti, con pelo folto più o meno lungo, come dei porti sicuri dove cercare un approdo stabile. Avere contatto fisico anche con loro, non solo nei momenti di gioco, ma anche durante quelli di coccole e relax, è quello che più gli piace per sentirsi non solo protetto, ma anche felice e calmo. Inoltre, il contatto, se ricambiato con amore e disponibilità, non fa altro che incrementare l’amicizia e l’amore.