Come ride un gatto? Tutti i modi in cui Micio ci comunica il suo divertimento

Come ride un gatto? Tecnicamente i gatti non sorridono come noi umani ma esprimono felicità a modo loro. Vediamo come

gattino buffo

Vi siete mai chiesti come ride un gatto? Pensateci bene, in fondo anche Micio si diverte ed è felice quando mangia o fa qualcosa che gli piace.

Il linguaggio felino è completamente diverso dal nostro o da quello di altri animali ed è importante interpretarne i segni per capirlo al meglio.

Quel che è certo è che un gatto non ride come facciamo noi, non possiede l’espressività del viso propria degli esseri umani. Piuttosto noi tendiamo spontaneamente a “umanizzarlo” attribuendogli caratteristiche che in realtà non possiede.

In questo caso più che chiederci come ride un gatto l’attenzione dovrebbe spostarsi sui modi in cui esprime gioia, benessere e felicità.

I gatti non sorridono e neanche ridono sguaiatamente come faremmo noi dopo aver sentito una barzelletta divertente, tuttavia lanciano dei segnali con cui ci comunicano il loro stato d’animo.

Micio non è felice soltanto quando fa le fusa ma esprime la sua gioia con altri piccoli segnali, talvolta impercettibili, che possiamo imparare a riconoscere.

Occhi e pupille: cosa ci dicono del micio

gatto felice

Vi sarà sicuramente capitato di sentire l’espressione “avere gli occhi che ridono”. In un certo senso per i gatti funziona in parte così.

Micio non ride né sorride nel vero senso di queste parole ma sfrutta lo sguardo per farci capire che sta bene ed è felice in quel determinato momento.

Uno de segnali più evidenti è il modo in cui socchiude gli occhi. Quando il gatto ci guarda con queste fessurine languide e dolci, magari facendo le fusa, ci sta dicendo chiaramente che ci vuole bene ed è felice.

Al contrario quando il micio sbatte le palpebre velocemente non è sereno e, anzi, potrebbe esserci un problema di salute in corso.

Si capisce se un gatto ride anche in base a come dilata o restringe le sue pupille che da una parte reagiscono alla quantità di luce nell’ambiente ma dall’altra esprimono anche un particolare stato d’animo.

Quando il gatto ha le pupille dilatate in genere vuol dire che è in uno stato di eccitazione, quindi tecnicamente potrebbe anche essere contento per qualcosa.

Tutto naturalmente dipende dal contesto perché, badate bene, il micio con le pupille dilatate potrebbe anche essere infastidito e stressato da qualcosa e prepararsi a reagire con un bel graffio!

Ma se dilata le pupille e al contempo ha una postura rilassata, fa le fusa, tiene la coda morbida e magari ci “impasta” l’addome, allora state certi che si sta proprio godendo alla grande quel momento insieme a noi.

Come ride un gatto? Con la coda!

gatto che schiaccia l'occhiolino

Per capire se un gatto ride possiamo osservarne la coda, come è posizionata ma anche come si muove rispetto al solito.

In genere quando il micio è contento e sereno tiene la coda morbida, senza tensioni, come del resto accade per il resto del corpo che diventa morbido ed elastico come un marshmallow!

Ma se è proprio felice di vederci la tiene ben dritta perpendicolarmente al pavimento, magari con la punta leggermente arricciata e non è raro, inoltre, che la faccia vibrare come se la stiracchiasse.

La coda ci comunica anche quando il gatto non è proprio contento, anzi se è arrabbiato ce ne accorgiamo immediatamente non solo perché ha le pupille dilatate e le orecchie all’indietro ma anche perché inizia ad agitare la coda quasi convulsamente.

Questi segnali ci dicono soltanto una cosa: stiamo alla larga da lui finché non si sarà calmato!

Un gatto che ride miagola di gioia

gatto nero che miagola

Alcuni gatti sono dei gran chiacchieroni ma è pur vero che nella maggior parte dei casi si lamentano quando vogliono mangiare o c’è qualcosa che li infastidisce.

Miagolano per attirare l’attenzione e non tanto per dirci qualcosa di positivo, ma il gatto che ride lo fa in un modo tutto suo che non possiamo non riconoscere!

Anche il micio meno avvezzo ai vocalizzi quando sta bene ed è contento per qualcosa può lanciarsi in miagolii tenerissimi, dal piglio acuto e squillante.

Parlando di miagolii e vocalizzi, però, dobbiamo ricordare che i gatti sono creature estremamente intelligenti e perspicaci e imparano in fretta a sfruttare questo loro “linguaggio” per raggirarci.

Cosa vuol dire? Pensate per un momento alle occasioni precise in cui il gatto viene ai nostri piedi e miagola: gli facciamo le carezze, pensiamo che abbia fame e gli diamo la pappa, prendiamo il suo giocattolo preferito e ci divertiamo insieme a lui.

Avete proprio capito bene, il micio miagola perché sa che noi sciocchi umani ci caschiamo ogni volta e, quindi, otterrà qualcosa di gradito!

Quindi sì, probabilmente in base a come miagola possiamo proprio dire che il gatto in quel momento ride di noi (e di gusto!).

Anche il miagolio del gatto, proprio come il movimento della coda o la dilatazione delle pupille, può indicarci qualcosa di negativo.

Perciò facciamo molta attenzione se il gatto miagola in modo strano oppure ulula perché potrebbe stare male e provare dolore.

Il micio si diverte e ci fa gli scherzi

gatto che gioca col tiragraffi

I gatti sanno essere dei veri burloni e non escludete del tutto il fatto che possano farsi una bella risata sotto ai baffi quando ci combinano una delle loro marachelle.

È chiaro che il gatto ride (almeno internamente) proprio come se fosse un bambino che gioca con il suo giocattolo preferito.

Anche i mici si divertono un mondo e hanno delle preferenze anche in fatto di balocchi, accessori e naturalmente interazioni con i propri umani del cuore.

Ed è così che spesso ci fanno degli scherzetti che talvolta ci fanno anche arrabbiare, come quando buttano giù gli oggetti da una mensola oppure dal tavolo della cucina.

Anche se non può darlo a vedere, il gatto in un certo senso ride di noi perché sa perfettamente che sta facendo qualcosa che ci ridicolizza (e ci fa disperare)!.