Exotic Shorthair, tutte le caratteristiche fisiche: occhi, pelo, peso, altezza

L'Exotic Shorthair è un micio dalle caratteristiche fisiche davvero particolari: dalla testa al muso, dal mantello alla corporatura

gatto con il muso schiacchiato

Soprannominato il “Persiano dei pigri”, l’Exotic Shorthair ha delle caratteristiche fisiche che lo rendono molto simile al “cugino” a pelo lungo.

La razza felina è di creazione piuttosto recente, selezionata negli anni Sessanta proprio a partire dall’incrocio tra Gatto Persiano e American Shorthair.

Si tratta di due gatti molto diffusi negli Stati Uniti e quella che è nata dalla loro unione è una razza semplicemente fantastica.

L’Exotic Shorthair possiede le caratteristiche fisiche perfette per chi vuole un micio simile al Persiano ma con un mantello più facile da curare.

Caratteristiche fisiche dell’Exotic Shorthair: peso e altezza

L’Exotic Shorthair è un gatto di medie o grandi dimensioni con una corporatura solida e massiccia che lo rende un po’ più appesantito rispetto al Persiano.

gatto con il mantello a pelo di media lunghezza

Per via delle zampe corte ha un assetto basso, con il petto ampio e profondo e il tronco dalla forma arrotondata.

Insomma, all’apparenza non si direbbe che sia un gatto propriamente snello ma come sappiamo le apparenze possono trarre in inganno.

A dispetto di una corporatura un po’ tozza, l’Exotic Shorthair non è un gatto grasso né tanto meno tende a diventare obeso.

Tanto che il peso ideale di un esemplare di questa razza si aggira intorno ai 4 – 5 chilogrammi.

Per quanto riguarda l’altezza, invece, in genere non supera mai i 30 centimetri e gli esemplari femmina possono essere perfino più bassi.

Mantello: tipo di pelo e colori

Tra le caratteristiche fisiche più apprezzate nell’Exotic Shorthair vi è senza dubbio il mantello a pelo semi-lungo.

gatto che gioca in giardino

Un mantello denso e morbidissimo che ricopre il corpo alla perfezione senza mai apparire scapigliato.

È la cifra vincente dell’Exotic Shorthair che è stato selezionato proprio per ottenere una sorta di Persiano a pelo corto, più facilmente gestibile in fase di toelettatura.

Un gatto come il Persiano richiede cure giornaliere e non possiamo saltarne la spazzolatura per nessun motivo, pena la formazione di brutti nodi e grovigli.

Al contrario l’Exotic Shorthair ha un mantello più corto che non richiede di essere spazzolato tutti i giorni, bastano un paio di volte alla settimana per eliminare il pelo in eccesso e prevenire la formazione di nodi.

Naturalmente il discorso cambia nei periodi di muta, ovvero in primavera e in autunno, quando il micio perde molto più pelo e va spazzolato più di frequente.

Per quanto riguarda i colori, lo standard dell’Exotic Shorthair li ammette praticamente tutti incluse le varianti con i motivi tabby e perfino il colourpoint, ovvero la colorazione tipica del Siamese.

Testa dell’Exotic Shorthair: caratteristiche fisiche

La testa dell’Exotic Shorthair merita un capitolo a parte perché si tratta di una parte del corpo ricca di caratteristiche fisiche davvero particolari.

gatto con gli occhi molto grandi

Innanzi tutto è di dimensioni molto grandi, tanto che nei cuccioli di questa razza alla nascita risulta sproporzionata rispetto al resto del corpo.

Per tale motivo hanno bisogno di un’attenzione particolare, vanno aiutati a non subire traumi perché la testa oscilla da una parte e dall’altra e, in più, non riescono a camminare mantenendo l’equilibrio.

Da adulto l’Exotic Shorthair risulta più proporzionato rispetto a quando è cucciolo, tuttavia la testa risulta sempre molto ampia e sviluppata in larghezza.

È perfino più grande di quella del Persiano, che nel complesso ha una figura più armoniosa.

Quel che colpisce da subito guardando un Exotic Shorthair è il musetto schiacciato, eredità del “cugino” a pelo lungo.

Questo muso tanto particolare mette ancor più in evidenza gli occhi che sono grandissimi e ben distanziati, dalla forma rotonda.

gatto arancione sul tiragraffi

Il colore degli occhi varia a seconda delle tonalità del mantello, non vi sono degli schemi particolari in tal senso.

Parlando degli occhi dell’Exotic Shorthair dobbiamo tenere a mente una caratteristica particolare.

Per via della loro forma e delle loro dimensioni, che li rendono molto esposti a polveri e detriti, sono particolarmente sensibili e lacrimano moltissimo.

Pertanto è necessario tenerli sempre puliti, asciugando con un panno morbido e pulito o con una piccola garza il contorno sul quale si accumulano le lacrime che via via possono provocare croste o, peggio, infezioni.

Su questa testolina di tutto rispetto, si ergono due orecchie che sono praticamente identiche a quelle del Persiano.

Ben distanziate tra loro (lo spazio del cranio è molto ampio), sono piccole e hanno le punte leggermente arrotondate.

Conclusioni

Le caratteristiche fisiche dell’Exotic Shorthair danno vita a un gattone davvero unico nel suo genere.

Un micio solido e robusto, molto resistente e forte che tuttavia è parecchio sensibile al calore, dal quale va tenuto alla larga.

Possiamo trovarlo in tutti i colori e le varianti possibili e in ogni caso avrà sempre la sua tipica espressione dolcissima che farebbe sciogliere anche i cuori più glaciali.

Se uniamo all’aspetto pacioccone un carattere dolce, tranquillo ma al contempo giocherellone otteniamo un gatto semplicemente perfetto per le famiglie!