Home Razze di Gatti Exotic Shorthair

Exotic Shorthair

Exotic Shorthair
exotic shorthair

Esemplare di Exotic Shorthair

Dati generali
Etimologia Il nome lo distingue dall’American Shorhair, una delle due razze incrociate con il Persiano per ottenerlo
Genitori Persiano x American Shorthair
Presente in natura No
Longevità 12-15 anni
Impieghi Animale da compagnia
Riproduzione
Fecondità Incroci autorizzati con esemplari della stessa razza e Persiani

L’Exotic Shorthair o Esotic Shorthair o Esotico Shorthair è una razza di gatto di origine statunitense e dal pelo semicorto riconosciuta genealogicamente e in possesso di pedegree.

Sviluppatosi attraverso incroci tra Persiani, American Shorthair e altre razze come il Burmese e il Russian Blue, l’Exotic shorthair possiede l’aspetto del gatto Persiano ma ha un pelo più corto e morbido, facile da curare.

Il gatto Exotic Shorthair, soprannominato “il Persiano dei pigri“, possiede lo stesso viso dolce e gentile e la stessa corporatura del Persiano, ma è caratterizzato da una personalità più vivace. Ama giocare all’infinito con i suoi giochi preferiti ed è capace di progettare un modo per raggiungerli una volta messi via.

L’Exotic Shortair però non disdegna affatto il relax sulle gambe dei suoi umani e possiede una personalità accomodante e senza pretese. Questa razza comunica attraverso i suoi grandi ed espressivi occhi e attraverso la sua voce dolce e melodiosa.

È un gatto che si adatta facilmente alle situazioni ed è adatto alla vita in qualsiasi famiglia purché trattato con amore. L’Exotic Shorthair fu originariamente concepito per essere un gatto colore silver e doveva prendere il nome di Sterling, ma al giorno d’oggi è possibile trovarlo negli stessi colori e schemi del Persiano.

Scheda informativa del Exotic Shorthair
Taglia Media
Per bambini La compagnia dei più piccoli è generalmente apprezzata ma dipende tutto dal particolare temperamento dell’animale
Con altri gatti Può avere un sereno rapporto con un suo simile a patto che vengano rispettati i tempi per conoscersi
Con cani Può andare d’accordo con cani che, come lui, presentano un temperamento calmo
Anallergico No
Tendenza al sovrappeso Ha un’alta tendenza ad ingrassa, va dunque tenuto sotto controllo
Tendenza a fuggire Pigro e generalmente preferisce di gran lunga il comfort di casa

Origini storiche della razza

Nei tardi anni ’50 gli appassionati degli American Shorthair, motivati dalla popolarità dei gatti Persiani, cominciarono segretamente ad incrociare le due razze per introdurre il bellissimo e ambito colore silver appartenente ai Persiani negli American Shorthair e per migliorarne anche la corporatura.

A causa di questa ibridazione, l’ossatura dell’American Shorthair diventò più massiccia, la testa più rotonda, il naso più corto e il pelo più spesso e più lungo.

Altri allevatori di American Shorthair, inorriditi dai cambiamenti che avvenivano all’interno della razza, divennero determinati a respingere qualsiasi esemplare che mostrasse segni di ibridazione.

Gli Exotic Shorthair sarebbero potuti svanire dalla storia se non fosse stato per gli sforzi del giudice CFA (Cat Fanciers Association) Jane Martinke, grazie a lei l’Exotic Shorthair venne accettato per la prima volta nel campionato CFA nel 1967.

Agli allevatori appartenenti alla CFA venne quindi permesso di classificare i loro ibridi di American Shorthair-Persiani come Exotic Shorthair. Inizialmente gli allevatori di Exotic Shorthair usarono esemplari appartenenti alla razza Burmese e Russian Blue, in aggiunta agli American Shorthair, per sviluppare il genere del pelo corto.

Man mano che la razza cominciò a guadagnare popolarità, e man mano che il pool genetico crebbe, il CFA iniziò a limitarne gli incroci. Nel 1987 il CFA proibì del tutto gli incroci dell’Exotic Shorthair, permettendo soltanto gli incroci con la razza Persiana. Nel 1971, il primo esemplare di Exotic Shorthair conquistò lo status di grand champion. Secondo la CFA, al giorno d’oggi l’Exotic è una delle razze più popolari, seconda soltanto al Persiano.

Prezzo

Il prezzo di un esemplare di Exotic shorthair può variare tra i 400 e gli 800€, ma per pedrigree di selezione o per tinte ricercate il prezzo può salire attorno ai 900€.

Carattere

Mentre i Persiani possiedono una personalità tranquilla e rilassata, gli Exotic Shorthair sono anche dei giocherelloni e si divertono a catturare topolini imbottiti di erba gatta tra un pisolino e l’altro.

A causa dell’influenza dell’American Shorthair, L’exotic si dimostra più vivace rispetto al Persiano, senza dubbio però le loro personalità sono, se non identiche, molto simili. Come il Persiano infatti, l’Exotic Shorthair è un gatto rilassato, fedele, dolce e affettuoso. Ama essere coinvolto nella vita dei suoi umani e seguirli per la casa per vedere cosa fanno.

L’Exotic ama anche gli abbracci e le coccole e ringrazia i suoi umani con fusa e leccate di affetto. Questa razza è affettuosa e devota alla propria famiglia umana, ma può inizialmente dimostrarsi un po’ sulle sue nei confronti degli estranei.

Caratteristiche fisiche

Zampe

Le zampe dell’Exotic Shorthair sono corte, spesse e forti. Le zampe anteriori sono dritte, le zampe posteriori risultano dritte quando viste da dietro. La punta delle zampe è grande, rotonda e solida.

Corpo

Il corpo dell’Exotic Shorthair è di grandi o medie dimensioni, basso sulle gambe, ampio e con un petto profondo, ugualmente grande dalle spalle al dorso, il tronco è ben arrotondato. Ben muscoloso non presenta segni di obesità.

Peso e altezza

L’Exotic Shorthair in media ha un’altezza compresa tra i 25 e i 30 centimetri, mentre il suo peso ideale varia dai 4 e i 5 chilogrammi.

Testa

La testa dell’Exotic Shorthair è rotonda e molto grande, il cranio è molto ampio.

Viso rotondo con struttura ossea sottostante arrotondata. La struttura del cranio è liscia e rotonda al tatto. Quando vista di profilo, la prominenza degli occhi è evidente e la fronte, il naso e il mento sembrano essere allineati verticalmente.

Il naso è corto, camuso e ampio.

Zigomi pieni, il muso risulta piuttosto piatto. Mento pieno e ben sviluppato, fermo e arrotondato. Le orecchie sono piccole, dalla punta tonda, inclinate in avanti e non troppo aperte alla base. Molto distanziate e basse sulla testa, si mescolano bene al contorno arrotondato della testa.

Gli occhi sono grandi, rotondi, pieni, molto distanziati, e donano un’espressione dolce al viso. Il colore degli occhi è brillante e dipende dal colore del pelo.

Coda

La coda dell’Exotic Shorthair è spessa, corta ma proporzionata alla lunghezza del corpo, la punta è leggermente arrotondata.

Pelo

Il pelo è denso, morbido e pieno di vita. Si distanzia dal corpo a causa del ricco e spesso sottopelo. La lunghezza del pelo è media.

Colore

Tutti i colori e gli schemi dell’Exotic Shorthair sono accettati, incluso il pointed pattern.

Cuccioli

Quando vogliamo adottare un gattino di razza è di fondamentale importanza rivolgersi ad allevamenti certificati, che seguano alla lettera tutte le regole.

Per i cuccioli di Exotic Shorthair vale ancora di più perché la selezione di questa razza non può mai esser casuale.

Innanzi tutto per l’Exotic Shorthair sono ammessi esclusivamente gli accoppiamenti con il gatto Persiano.

I cuccioli, poi, richiedono un’attenzione particolare perché nascono con un cranio di dimensioni più grandi rispetto agli altri gattini.

Questa caratteristica unita alla forma schiacciata del muso e alle narici molto piccole e strette può causare dei problemi di salute che compromettono lo sviluppo del gattino.

Se vogliamo adottare un piccolo Exotic Shorthair, dunque, assicuriamoci di rivolgerci a un allevamento specializzato che sappia tutto di questa razza.

Ricordiamo che il piccolino non deve mai lasciare la mamma prima dei tre mesi di vita e che deve essere sempre accompagnato dal suo libretto.

Un allevatore serio, inoltre, ci consegnerà il gattino già sverminato e vaccinato per il trivalente (come riportato sul libretto).

Salute

L’Exotic Shorthair può essere soggetto ad alcuni problemi di salute ereditari che possono essere preoccupanti. Tra di questi possiamo elencare il Rene policistico e la tendenzaa sviluppare calcoli di ossalato di calcio nel tratto urinario.

Il Rene Policistico è una patologia ereditaria nella quale il normale tessuto renale (di entrambi i reni) viene sostituito da numerose cisti. La formazione delle cisti compromette la funzione renale, determinando una condizione patologica chiamata insufficienza renale.

L’Exotic Shorthair può avere problemi respiratori a causa del suo muso piatto, sono inoltre molto sensibili al calore e per questo motivo necessitano un ambiente ben climatizzato che li tenga a riparo da calde condizioni climatiche.

Alimentazione

Sebbene abbia un aspetto massiccio che potrebbe lasciar pensare a un leggero sovrappeso, l’Exotic Shorthair non è incline a problemi di peso, anzi è uno dei pochi gatti che riesce ad autoregolarsi con le quantità senza ingrassare.

Possiamo lasciargli tranquillamente la ciotola con i croccantini per tutto il giorno, non capiterà mai che si strafoghi senza controllo come succede ad altre razze feline.

Ciò non significa che la ciotola debba strabordare di croccantini o cibo umido, dobbiamo sempre fornirgli la quantità di cibo sufficiente a soddisfare il suo fabbisogno energetico quotidiano.

Teniamo conto, inoltre, del fatto che come il “cugino” Persiano anche l’Exotic Shorthair tende ad avere una vita sedentaria e non è molto propenso al movimento e all’attività fisica. Oltre che per una questione puramente estetica, quindi, bisogna evitare di farlo mangiare troppo per non incappare in spiacevoli problemi di salute.

Inoltre essendo un gatto soggetto a problemi renali e alle vie urinarie è ancor più importante selezionare alimenti di ottima qualità che non contengano sostanze nocive che possano favorire l’insorgere di calcoli.

Per l’Exotic Shorthair va benissimo una dieta mista fatta di pietanze preparate in casa con carni, pesce, verdure e pochissimo riso, oppure una dieta a base di croccantini e scatolette di umido di ottima qualità.

Toelettatura

L’Exotic Shorthair è un gatto molto simile al Persiano ma a differenza di questo ha un mantello molto più semplice da curare. Non richiede una spazzolatura quotidiana e basta pettinarlo un paio di volte alla settimana per mantenere il suo pelo lucido e pulito. Va spazzolato più spesso nei periodi di muta, in cui tende a perdere molto più pelo.

Il vantaggio dell’Exotic Shorthair è che non solo ha un pelo lungo ma meno impegnativo del Persiano, ma è anche talmente buono e docile che si lascia pettinare senza troppi problemi.

La toelettatura non si deve limitare al pelo, non dimentichiamo di tener sempre pulite le orecchie (basta una garza imbevuta di acqua tiepida) ma soprattutto gli occhi, che per via della conformazione brachicefala del muso sono soggetti a una copiosa lacrimazione.

Con le mani pulite passiamo un panno morbido, una garza inumidita oppure delle salviettine disinfettanti attorno agli occhi, molto delicatamente per togliere qualsiasi residuo della lacrimazione. Ricordiamo inoltre di asciugare per bene.

Non affidiamoci mai al fai da te e per qualsiasi dubbio o consiglio sui prodotti da utilizzare chiediamo sempre consiglio al nostro veterinario di fiducia.

Allevamenti

Attualmente in Italia non sono attivi allevamenti di Exotic Shorthair riconosciuti dall’ANFI, tuttavia ne esistono parecchi amatoriali che si occupano anche di Persiani.

Prendersi cura dell’Exotic Shorthair

L’Exotic Shorthair è un gatto perfetto per la vita domestica, è dolce e affabile e ha un temperamento molto tranquillo. Spesso anche troppo, data la sua propensione a una vita molto sedentaria che lo porta a trascorrere la gran parte del suo tempo a sonnecchiare.

È un gatto molto amichevole e talmente socievole con le persone e gli altri animali da sembrare quasi un cane. Infatti è una delle poche razze feline che va d’accordo praticamente con tutti gli animali da compagnia e a detta di molti ha una particolare propensione per i cani.

Resta sempre un gatto indipendente, proprio come i suoi simili, tuttavia ha bisogno di compagnia e non tollera di essere lasciato da solo per troppo tempo. Perciò l’ideale per lui sarebbe avere la compagnia di un altro gatto con cui giocare e trascorrere del tempo, specialmente quando i padroncini sono fuori casa.

Un altro modo per non fargli soffrire la solitudine è quello di distrarlo con giochi e tiragraffi da posizionare in casa in alcuni punti strategici, in modo che anche quando resta da solo possa tenersi impegnato.

Attenzione agli animali più piccoli, come uccellini o roditori. Sebbene sia un gatto che va d’accordo con gli altri animali l’Exotic Shorthair è famoso per essere un ottimo cacciatore di topi e questo istinto sopravvive in lui per tutta la sua vita.

Curiosità

L’Exotic Shorthair è soprannominato il “Persiano dei pigri” perché ha lo stesso musetto dolce e gentile ma ha un pelo leggermente più corto e meno impegnativo per la toelettatura. Diciamo che è il gatto ideale per chi vuole in casa una nuvola di pelo ma non può impegnarsi troppo nella toelettatura.

La sua personalità vivace e intraprendente lo fa salire a pieni voti sul podio dei gatti più intelligenti che esistano. Questo gatto ama giocare a tal punto con i suoi giochi preferiti da essere capace di progettare schemi e arrampicate per raggiungerli, ovunque vengano nascosti!