Exotic Shorthair, come toelettarlo e farlo essere sempre bellissimo

La toelettatura di un Exotic Shorthair non è affatto difficile, richiede soltanto pochi e semplici strumenti oltre a un pizzico di costanza

gatto grande e arancione

Non è difficile prendersi cura del pelo di un Exotic Shorthair e la sua toelettatura è molto più semplice rispetto a quella del gatto Persiano.

La razza, infatti, nasce dall’incrocio tra Persiano e American Shorthair e per tale motivo ha l’aspetto del primo ma con un corpo più tozzo e il pelo più corto.

Ciò non toglie che gli occorrano cure regolari, proprio come accade per ogni tipo di gatto con cui abbiamo a che fare.

Vediamo passo per passo come si svolge la toelettatura dell’Exotic Shorthair e cosa occorre per farla al meglio.

Exotic Shorthair: toelettatura del Persiano a pelo corto

La toelettatura per ciascun gatto è fondamentale perché ci serve da una parte a mantenere il suo mantello sempre lucido e pulito e dall’altra a evitare i problemi di salute tipici di una pelle e un pelo trasandati.

gatto bianco e grigio

L’Exotic Shorthair è un vero e proprio Persiano a pelo più corto perciò prendercene cura è davvero più semplice.

Il Persiano farebbe rabbrividire anche i padroncini più esperti, richiede tantissimo tempo e pazienza e anche una certa manualità con gli strumenti da toeletta.

L’Exotic Shorthair, al contrario, ha un mantello lungo ma che non raggiunge neanche la metà di quello del Persiano.

Un mantello molto più rustico, se vogliamo, meno elegante ma di certo anche meno problematico e più facile da gestire.

Diciamo che questo gattone dal musetto schiacciato è la soluzione ideale per chi desidera un micio bello e tranquillo come il Persiano ma senza il problema della complicata toelettatura.

Spazzolare il gatto: quando farlo e cosa occorre

La prima fase della toelettatura di un gatto consiste nella spazzolatura, attività che in parte svolge autonomamente vista la sua “ossessione” per l’igiene.

gatto bianco e arancione

Tutti i gatti passano intere ore della giornata a leccarsi il mantello con la loro lingua ruvida che gli consente di togliere una minima parte di pelo in eccesso ed eventuali impurità.

Ma questa spazzola “naturale” non basta ed è necessario che il padroncino si metta all’opera in prima persona per provvedere alla cura del mantello.

Per la toelettatura di un gatto come l’Exotic Shorthair prima di tutto dobbiamo procurarci un pettine di metallo a denti stretti.

Questo ci consente di eliminare una prima parte di pelo in eccesso ma soprattutto di dissipare eventuali nodi e grovigli.

Facciamo attenzione a passare il pettinino con molta delicatezza per evitare di nuocere alla pelle del nostro micio.

In seguito dobbiamo adoperare una spazzola con setole a spillo per gatti, più morbida e larga e da passare lungo tutto il mantello dal collo alla schiena.

Grazie a questa spazzola possiamo arrivare in profondità senza però danneggiare il pelo o la pelle del gatto, eliminando tutto il pelo in eccesso anche dallo strato di sottopelo, che nell’Exotic Shorthair è parecchio denso.

Shampoo per il gatto: sì o no?

Resta sempre attuale il dibattito che vede schierati da una parte i sostenitori del bagno per il gatto e dall’altra quelli che lo ritengono qualcosa di superfluo e persino dannoso.

La verità, come sempre, sta nel mezzo e non possiamo dare del tutto ragione all’una o all’altra “fazione”.

La toelettatura dei gatti a pelo più lungo come l’Exotic Shorthair non dovrebbe escludere del tutto il momento del bagnetto.

gatto con il mantello grigio

Naturalmente non va fatto troppo spesso perché il gatto è un animale molto pulito che pensa da sé alla propria igiene.

Ma con tale tipo di mantello sarebbe opportuno utilizzare uno shampoo specifico per gatti a pelo lungo o semi-lungo dal potere lisciante che prevenga la formazione di nodi.

Per l’Exotic Shorthair basta una volta al mese o una volta ogni due mesi, non di più.

Ricordiamo che il bagno va fatto sempre con acqua tiepida e mai troppo fredda o troppo calda, massaggiando il micio con delicatezza ed evitando che la schiuma raggiunga le parti più delicate come occhi, orecchie, muso e genitali.

Non solo toelettatura: gli occhi dell’Exotic Shorthair

La toelettatura del gatto non comprende soltanto la cura del pelo e del mantello, ma anche l’igiene regolare di parti del corpo come occhi, naso e orecchie.

In particolare la toelettatura di un Exotic Shorthair deve concentrarsi sulla pulizia degli occhi che, per via della conformazione del musetto, tendono a essere sporgenti e a lacrimare parecchio.

Questa eccessiva lacrimazione può avere delle conseguenze sulla salute del gatto e sapendo quanto gli occhi siano delicati dobbiamo darle il giusto peso.

Quando gli occhi lacrimano troppo, le lacrime si accumulano tutt’attorno impregnando il pelo di liquido.

Il pelo attorno agli occhi non può restare inumidito a lungo perché nel tempo ciò può dar spazio a infezioni e arrossamenti.

Possiamo tranquillamente evitare tutto questo pulendo giornalmente la parte intorno agli occhi con una piccola garza imbevuta di acqua tiepida e asciugando poi il tutto con un panno morbido e pulito.