Exotic Shorthair, cosa mangia? Dieta e consigli sull’alimentazione ideale

Cosa mangia l'Exotic Shorthair e quali fattori dobbiamo considerare per scegliere gli alimenti giusti? Scopriamolo insieme

gatto bianco a pelo corto

L’alimentazione è alla base della salute del nostro Exotic Shorthair e dobbiamo scegliere con cura cosa mangia e in quali quantità.

Come ogni gatto anche per il “Persiano dei pigri” dobbiamo tener conto di diversi fattori per stilare il piano alimentare ideale.

Innanzi tutto dobbiamo considerare l’età del micio, gli eventuali problemi di salute e soprattutto il suo stile di vita.

Nel caso dell’Exotic Shorthair parliamo di un gattone dal fisico robusto che tende a non essere molto attivo in casa.

Perciò sicuramente dobbiamo evitare cibi troppo calorici o grassi e cercare di mantenerci entro i limiti del suo fabbisogno giornaliero.

Inoltre è un gatto dal musetto schiacciato, proprio come il Persiano, caratteristica che gli causa non solo difficoltà respiratorie ma anche problemi ai denti.

L’opzione ideale è dargli alimenti sminuzzati e croccantini di piccole dimensioni, in modo che non abbia problemi né a masticarli né a deglutirli.

Alimentazione ideale: cosa mangia l’Exotic Shorthair

Per scegliere cosa mangia il nostro Exotic Shorthair dobbiamo tener conto di diverse variabili, a cominciare dall’età del micio.

cucciolo di exotic shorthair

Un gattino non ha le stesse esigenze alimentari di un gatto adulto, è piccolo e in fase di sviluppo perciò sarebbe ideale dargli piccoli pasti giornalieri.

In genere si consigliano tre mini-pasti da dividere tra mattina, pomeriggio e sera, in modo che il micio abbia il tempo di assimilare i nutrienti e digerire il cibo.

Una volta adulto possiamo ridurre queste razione a due al giorno, una al mattino e una alla sera, ma in questo caso devono essere più abbondanti.

L’Exotic Shorthair deve mangiare alimenti ricchi di proteine di origine animale, che devono essere alla base della dieta.

È opportuno che i pasti non contengano cereali per non eccedere con l’apporto di carboidrati difficili da digerire e, di fatto, per nulla nutrienti per la sua crescita.

gatto che tende a ingrassare

Ovviamente cosa mangia va scelto anche in base alla qualità. L’Exotic Shorthair può mangiare i cibi industriali ma a patto che siano alimenti privi di conservanti, coloranti o aromi artificiali.

Quando si parla di pappa non si scherza, non dobbiamo mai badare a spese e qualche soldino in più può assicurare al nostro gatto una salute di ferro.

Naturalmente non soltanto il costo fa da discriminante alla nostra scelta, impariamo a leggere attentamente le etichette per verificare se quel tipo particolare di cibo possa soddisfare il fabbisogno nutrizionale giornaliero del micio.

Perché preferire il cibo umido a quello secco

L’Exotic Shorthair è una delle pochissime razze di felino domestico di tipo brachicefalo, caratterizzata cioè dal tipico musetto schiacciato.

Una peculiarità che gli giunge in eredità dal Persiano e che provoca naturalmente alcuni problemi di salute dovuti a questa particolare conformazione del cranio.

espressione arrabbiata del gatto

Il gatto ha la testa larga ma il muso stretto e incavato verso l’interno, con narici molto strette che non gli consentono di respirare come gli altri suoi simili.

Oltre alle difficoltà respiratorie non sono rari anche i problemi di masticazione per questo quando scegliamo cosa mangia il nostro Exotic Shorthair dovremmo preferire il cibo umido a quello secco.

Come le altre razze brachicefale può sviluppare una dentatura anomala che, unitamente alle difficoltà respiratorie, fa sì che abbia più difficoltà sia a masticare che a deglutire il cibo.

Il cibo umido ci viene in soccorso perché è più morbido e quindi semplice da masticare a differenza del cibo secco, ovvero i croccantini, che richiedono un maggiore sforzo dei denti.

gatto di tre colori

Inoltre il cibo umido ha il vantaggio di contenere più acqua e i liquidi sono fondamentali per la salute dell’Exotic Shorthair.

Questa razza, infatti, tende a sviluppare calcoli di ossalato di calcio nel tratto urinario e calcoli renali e aumentare la quantità di liquidi nella dieta aiuta a prevenire la loro comparsa.

L’importanza del cibo umido non esclude che la dieta dell’Exotic Shorthair possa includere anche croccantini, come tutti gli altri gatti.

Per scegliere cosa mangia l’ideale è sempre rivolgersi al veterinario che conosce le condizioni di salute del nostro Exotic Shorthair e può consigliarci cosa è meglio per la sua alimentazione.

Exotic Shorthair e obesità

L’Exotic Shorthair è un vero e proprio gattone con il corpo massiccio e robusto, guardandolo si direbbe sempre che sia sovrappeso.

gatto che gioca tra i fiori

In realtà ciò non è del tutto vero perché è la sua naturale conformazione fisica a renderlo un po’ più tozzo rispetto, ad esempio, allo stesso Persiano.

Ha il tronco solido, la testa larga e le zampe leggermente più corte rispetto alle proporzioni del corpo, quindi appare vagamente appesantito.

Secondo gli esperti l’Exotic Shorthair, però, non tende all’obesità per quanto il suo fisico possa trarci in inganno.

E ciò accade perché è uno dei pochi gatti che riesce ad autoregolarsi con il cibo e non si strafoga mai fino a scoppiare.

Inoltre rispetto al Persiano, che passa intere giornate fermo a dormire o a osservare il mondo rigorosamente da fermo, l’Exotic Shorthair è più attivo.

Le sue seppur brevi sessioni di gioco giornaliere lo aiutano ad attivare il metabolismo e a mantenersi più in forma rispetto al “cugino” a pelo lungo.