American Curl: cure specifiche per questa razza di gatto

Il gatto American Curl non ha bisogno di cure particolari rispetto ad altri gatti a eccezione delle orecchie, la sua parte del corpo più caratteristica

Con le sue tipiche orecchie arricciate, senza dubbio l’American Curl merita a tutti gli effetti un posto sul podio dei gatti più particolari che ci siano. Il suo aspetto insolito gli conferisce un’aria a tratti buffissima, ma come sempre diciamo non è solo l’apparenza ciò che conta: l’American Curl è un gatto che ha bisogno di cure specifiche, proprio per via delle sue caratteristiche.

Originaria degli Stati Uniti d’America, si tratta di una razza molto apprezzata alle mostre feline e non solo. In casa è un vero amore, un gattone estroverso e socievole, che adora stare in compagnia e va d’accordo praticamente con tutti, anche con i bambini.

Se pensate di adottare uno di questi micioni dalle orecchie arricciate, informatevi per bene su ciò di cui hanno bisogno per vivere sani e felici. Qui, intanto, vi diamo qualche dritta sul gatto American Curl e sulle cure e le attenzioni che gli occorrono.

Indice

Il gatto dalle orecchie arricciate

cure per il gatto American Curl

Immaginate la sorpresa quando i signori Roga, che negli anni Ottanta vivevano in California, si accorsero che le orecchie dei loro gatti domestici pian piano si erano arricciate. Una caratteristica insolita per questi quattro zampe che, dopo una gravidanza, la femmina trasmise ad alcuni dei suoi gattini. La cosa ancor più sorprendente è che, essendo il papà un gatto comune e con le orecchie normali, bastava un solo genitore felino per trasmettere il gene delle orecchie arricciate alla prole. Una bella scoperta!

È da lì che tutto è iniziato per il gatto American Curl, che all’inizio nessuno sapeva definire come razza ma che a poco a poco, dopo mostre feline e un allevamento che divenne sempre più grande, finalmente riuscì a guadagnarsi un’identità. Oggi è una razza felina riconosciuta, sono in molti ad accudirne vari esemplari e sì, tantissime persone sono letteralmente innamorate del gatto American Curl, consapevoli del fatto che gli occorrono cure e attenzioni particolari.

L’American Curl scoppia di salute

gatto American Curl con le orecchie arricciate

Spesso quando si parla di razze feline particolari, si pensa subito che possano ereditare problemi di salute o una predisposizione ad alcune malattie genetiche. Per il gatto American Curl tutto questo non esiste perché, essendo il frutto di tantissimi incroci diversi – ricordate, basta un solo genitore per trasmettere il gene delle orecchie arricciate – gode di ottima salute.

È un gatto di medie dimensioni ma molto robusto e resistente e, grazie al suo patrimonio genetico così variegato, praticamente nel tempo ha collezionato ogni possibile pregio di qualsiasi altro gatto. Sì, il gatto American Curl ha una salute di ferro e pertanto non ha bisogno di cure particolari a proposito di difetti genetici, allergie o malattie di alcun tipo.

Gatto American Curl, cura delle orecchie

cure per il gatto American Curl

Robusto e resistente, per nulla incline a sviluppare malattie e altri difetti fisici. Sembra proprio che il gatto American Curl sia una sorta di supereroe del mondo felino, ma non per questo possiamo tralasciare le cure della sua parte del corpo più caratteristica e riconoscibile: le orecchie!

C’è stato un tempo in cui si temeva che le orecchie arricciate di questa razza potesse essere causa di problemi molto gravi, perfino di deformità. Ragionamento ovvio, visti i precedenti con la razza Scottish Fold, anche questa con le orecchie piegate in modo molto particolare e caratteristico. Nel caso dello Scottish Fold, che ha le orecchie piegate in avanti, purtroppo può capitare che si sviluppino anomalie delle cartilagini delle orecchie. Cosa che a lungo andare può sfociare in vere e proprie deformità che compromettono la funzione uditiva del gatto, ma non solo. Ad agire in questi casi è un gene che causa malattie degenerative, colpendo le ossa e le articolazioni di tutto il corpo.

Ebbene, nell’American Curl tutto questo non accade. Ma a fronte di un’ottima salute, gli occorrono comunque cure particolari per le orecchie arricciate all’indietro. Essendo così esposte – più di quelle dalla forma “normale” – è naturale che raccolgano maggiori quantità di sporcizia, polveri, detriti. E di conseguenza è altrettanto naturale che si formino maggiori quantità di cerume che spesso il Micio da solo non è in grado di rimuovere.

Per un gatto American Curl la cura e la pulizia delle orecchie è fondamentale! La buona notizia è che occuparsene è davvero molto semplice.

Come pulire le orecchie di un American Curl

gatto American Curl a passeggio

Per pulire le orecchie di un gatto American Curl non occorrono strumenti particolari e funziona più o meno come per tutti gli altri gatti. L’unica premessa che possiamo fare è che, essendo una parte del corpo molto delicata per Micio, le orecchie vanno sempre maneggiate con estrema delicatezza, senza compiere movimenti bruschi o che possano comprometterne la salute. E soprattutto non vanno mai usati prodotti che non si conoscono bene: prima chiedete al veterinario, non improvvisatevi mai esperti!

Un’igiene e cure costanti, consentono al gatto American Curl di avere orecchie sempre perfette e pulite. Come anticipato, essendo rivolte verso l’esterno accumulano quantità di polveri e detriti decisamente maggiori rispetto alle orecchie più “classiche”, ragion per cui sta a noi che ci occupiamo di Micio controllarle giornalmente ed eliminare ogni traccia di sporco.

Come si fa? Innanzitutto basta munirsi di un panno pulito, morbido e inumidito di semplice acqua tiepida. Va bene anche un batuffolo di cotone o, ancora meglio, una garza sterile che ci dà la sicurezza di essere completamente igienizzata e priva di sporcizie. Mai andare in profondità – che non vi venga in mente di infilare dita o cotton fioc all’interno delle orecchie del gatto! -, basta semplicemente massaggiare il padiglione esterno e rimuovere con molta delicatezza eventuali polvere e residui.

Per la questione cerume, invece, non basta massaggiare le orecchie con una garza. In questo caso occorre utilizzare delle gocce auricolari specifiche per gatti, naturalmente sempre e solo dopo aver consultato il veterinario. Usate con costanza, le gocce auricolari funzionano esattamente come le nostre per uso umano, ovvero sciogliendo letteralmente il cerume direttamente dall’interno delle orecchie ed evitando che si formino i cosiddetti “tappi”.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati