Gatto persiano: curare il pelo

I gatti hanno bisogno di aiuto giornaliero nella cura del pelo, i Persiani più di altri. Vediamo nel dettaglio come curare il pelo del gatto Persiano.

il pelo del gatto persiano

I gatti passano buona parte della giornata prendendosi cura del proprio pelo, infatti usano la lingua, dotata di papille gustative a forma di uncino, non solo per pulirsi ma anche per pettinarsi. Vi sarà anche capitato di vedere dei gatti mordicchiarsi il pelo nel tentativo di sciogliere nodi fastidiosi. Nonostante la dedizione spesa nella cura del proprio manto, i gatti necessitano aiuto frequente per mantenere il pelo pulito, morbido e privo di nodi. Nei gatti a pelo lungo come il Maine Coon, il Siberiano, ma soprattutto come il Persiano, è necessario prestare cure giornaliere. Ecco cosa fare per curare il pelo del gatto Persiano.

Fasi principali della cura del pelo

La cura del pelo di un gatto Persiano si divide in due fasi fondamentali, più una terza normalmente sconsigliata ma eseguibile in determinati periodi dell’anno, e sono:

  • Spazzolare il pelo e eliminare tutti i nodi
  • Pulire il pelo facendo il bagno
  • Tosatura del pelo

È importante sottolineare che nella cura del pelo è fondamentale cominciare sempre con lo spazzolamento in modo da sciogliere adeguatamente eventuali nodi che durante la fase del bagno potrebbero aumentare di volume ed essere molto più difficili da eliminare.

Spazzolare un gatto Persiano

Spazzolare giornalmente il vostro gatto Persiano è la cosa più importante che possiate fare per evitare la formazione di nodi nel pelo.

I gatti Persiani sono molto soggetti alla formazione di nodi soprattutto nella parte interna dell’attaccatura delle zampe al corpo (quella che noi chiamiamo ascella). Cominciate sempre lo spazzolamento con un cardatore, questo particolare tipo di spazzola composta da setole di metallo, aiuta ad aprire il pelo e a rimuovere sporcizia, detriti e pelo morto. Spazzolate verso l’esterno facendo attenzione a non graffiare la cute e a non tralasciare nessuna parte del corpo, zampe e coda compresi. Continuate poi con un pettine, questo vi aiuterà ad individuare i singoli nodi che spesso sfuggono con l’utilizzo del cardatore. Cercate di sciogliere ogni singolo nodo lavorando con pazienza e delicatezza il più lontano possibile dalla sensibile pelle del micio. È importante sciogliere ogni singolo nodo presente nel pelo del vostro gatto Persiano, poiché, al di sotto di essi, la pelle tende a diventare sempre più delicata e un nodo tralasciato troppo a lungo può causare infezioni della pelle. In fine potete dare una rifinita usando una spazzola a setole morbide che raccoglierà il restante pelo morto e lascerà il manto liscio e ordinato.

Fare il bagno ad un gatto Persiano

I gatti a pelo lungo come i gatti Persiani necessitano una pulizia profonda e regolare del pelo, è consigliato quindi fare il bagno al vostro gatto Persiano ogni 4-6 settimane al massimo. Il pelo del gatto Persiano ha una particolare tendenza a diventare unto e di conseguenza a trattenere una quantità di sporcizia e detriti maggiore. Per questo motivo è importante non solo usare uno shampoo adatto al vostro gatto a pelo lungo, ma anche uno specifico detergente sgrassante. L’uso di un detergente sgrassante aiuta anche nella prevenzione della formazione di nodi, poiché è proprio quando il pelo diventa troppo grasso che il vostro Persiano comincia a sviluppare nodi sempre più grandi.

Dopo aver opportunamente preparato tutto l’occorrente per fare il bagnetto al vostro amato batuffolo di pelo, cominciate a bagnare il vostro gatto con dell’acqua non troppo calda e non troppo fredda. Anche in questo caso, come nel Maine Coon, potrebbe volerci un po’ di tempo prima di riuscire a far si che il pelo sia completamente bagnato. Una volta riusciti in questa piccola impresa, cominciate ad applicare il detergente sgrassante sul pelo del vostro gatto. Ricordatevi di applicare sempre il detergente sgrassante prima dello shampoo.

Massaggiate e strofinate delicatamente senza tralasciare nessun punto del corpo, sciacquate bene, possibilmente con l’aiuto di un doccino, e ripetete l’operazione con lo shampoo. A seconda della tolleranza del vostro micio, è possibile che sia necessario applicare il detergente sgrassante e lo shampoo allo stesso tempo. Se il vostro gatto persiano lo permette, a questo punto, è consigliabile anche l’applicazione di un balsamo specifico, questo aiuta il pelo del vostro gatto Persiano a mantenersi morbido e setoso. Per l’asciugatura finale si raccomanda sempre l’uso di un asciugamano, poiché la maggior parte dei gatti sono terrorizzati dal rumore che producono gli asciugacapelli.

Ricordatevi di asciugare in profondità ogni parte del corpo, in modo da evitare che il gatto, restando col pelo umido, possa sviluppare un raffreddore. In fine date un’ultima spazzolata di rifinitura per eliminare ogni eventuale residuo di pelo staccatosi col bagnetto e lasciare il vostro micio liscio e ordinato.

Tosatura del pelo

La tosatura, parziale o totale, del pelo nei gatti a pelo lungo come il gatto Persiano, è una pratica molto diffusa. Molti possessori di gatti Persiani, sono soliti tosare i propri mici nel tentativo di aiutarli a contrastare il caldo nel periodo estivo dell’anno. In realtà questa è una pratica sconsigliata, poiché, nonostante i gatti Persiani posseggano un sottopelo molto folto che li aiuta a tenersi al caldo in inverno, durante il periodo estivo, che coincide con quello della muta, il sottopelo cade.

La tosatura quindi, non è una reale necessità ma più che altro una scelta estetica. In questa ottica, uno dei tagli di pelo più usati per i gatti Persiani è il “lion cut“, un taglio che fa assomigliare il vostro micio ad un leone. Esso consiste in una rasatura totale del pelo del corpo ad eccezione della testa, del collo, delle zampe e della punta della coda. Indipendentemente da ciò che è consigliato o sconsigliato, se decidete di tosare o anche soltanto accorciare il pelo al vostro gatto, è importante che vi rivolgiate ad un professionista e che non proviate a farlo voi stessi.

I gatti posseggono una pelle molto sottile e delicata, ed è facile, se non si è esperti, provocare delle lesioni al vostro amico peloso.