Come spazzolare il Maine Coon per rendere il suo pelo perfetto

Il maestoso Maine Coon non è ha un pelo di facile gestione e dobbiamo imparare sia come spazzolarlo che quali strumenti usare nel modo appropriato

È grande, maestoso e sembra quasi un felino selvatico. Il Maine Coon è il re dei gattoni e senza dubbio una delle cose che più lasciano a bocca aperta di questo Micio è il suo splendido mantello lungo e folto. Ma siamo certi di sapere come spazzolare un Maine Coon?

Questa è una domanda d’obbligo per chiunque si prenda cura di un dolce felino domestico, ma diventa ancor più importante per chi ha in casa un gattone del genere. Va da sé che abbia bisogno di una toelettatura a cui dedicare più tempo e che richiede l’ausilio di strumenti e tecniche precise.

Scopriamo, allora, come spazzolare il Maine Coon al meglio con tutta l’attrezzatura che occorre e i trucchi per mantenere il suo splendido pelo sempre morbido e lucente.

Indice

Maine Coon, quanto spazzolarlo

gatto con le orecchie pelose

I gatti di razza Maine Coon hanno bisogno di essere spazzolati regolarmente per mantenere il loro pelo soffice e privo di nodi, ma anche per limitare la formazione di boli di pelo nel loro stomaco. Sappiamo bene come i gatti siano fissati con l’igiene e trascorrano intere ore della giornata a leccarsi il mantello, pettinandolo con la loro particolare lingua ruvida.

Normalmente è sufficiente che questa operazione venga effettuata una volta alla settimana, salendo poi ad almeno un paio di volte a settimana nel periodo di muta. In questo modo non solo manterrete il pelo del gatto perfetto, ma eviterete anche che disperda ciocche giganti che svolazzano per tutta la casa!

Attrezzatura per spazzolare il Maine Coon

gatto gigante con collare e guinzaglio

La spazzolatura e il bagnetto sono operazioni non sempre amate dai gatti, perciò è bene cercare di abituare il vostro piccolo amico peloso gradualmente a questo tipo di “maneggiamenti” e sin dalla tenera età. Siate costanti e regolari nello svolgimento di queste operazioni, così da aiutare il gatto a vederle come parte integrante della sua routine.

Per le operazioni di spazzolatura è sempre meglio scegliere un momento in cui il gatto sia rilassato. Iniziate con l’accarezzarlo con la mano, per poi sostituirla gradualmente (e delicatamente, sia chiaro) con la spazzola. In questo modo Micio dovrebbe sentirsi coccolato e non manifestare alcun fastidio!

Entrando nello specifico, però, per spazzolare un gatto Maine Coon serve un’attrezzatura particolare e non possiamo di certo usare il primo pettine che ci capita tra le mani. Questa include strumenti come il cardatore, ovvero una spazzola per pelo medio o lungo dotata di particolari setole di metallo che “sbrogliano” letteralmente il pelo, agendo anche sul sottopelo. E addio nodi e grovigli!

Altro strumento utile per i nodi è il pettine a denti stretti che, oltre a “sbrogliare” il mantello ciocca per ciocca, serve anche a eliminare eventuali tracce di sporcizia. E poi per il gatto Maine Coon ricordate sempre di avere a portata di mano un paio di forbici, che possono tornare utili per tagliare le ciocche laddove sia impossibile districarle con spazzole e pettini. Infine, non può mancare una spazzola a setole morbide che si utilizza in ultimo per la rifinitura del mantello.

Tecniche e consigli per spazzolarlo al meglio

gatto giovane a pelo lungo

Acquistare i giusti strumenti è il primo passo per realizzare la perfetta toelettatura domestica del Maine Coon, ma non dimenticate che ognuno di essi si deve usare nel modo corretto. Col cardatore ad esempio, per via delle sue setole metalliche, non bisogna mai scendere troppo in profondità per evitare di graffiare la cute del Micio.

Il Maine Coon per via del suo pelo folto e lungo tende a sviluppare spesso dei nodi nello strato di sottopelo, specialmente nell’area dello stomaco e delle zampe. Qui dobbiamo usare il pettine a denti stretti per provare a sbrogliarli (con molta delicatezza). In alternativa, quando i nodi sono più ostinati, potrebbe essere necessario accorciare direttamente il pelo con le forbici di cui vi parlavamo poc’anzi. Questa operazione potrebbe essere complicata e pericolosa se il Micio è irrequieto, perciò assicuratevi di essere veloci ma precisi e di non avvicinarvi troppo alla pelle, per evitare di tagliarlo inavvertitamente.

Infine usate una spazzola a setole morbide per spazzolare via il pelo morto del Maine Coon. Procedete verso l’alto in modo da raggiungere entrambi gli strati (pelo e sottopelo) e quando spazzolate siate sempre molto delicati. Qualora vi sentiste ancora troppo inesperti, non esitate a chiedere l’aiuto del veterinario o del vostro toelettatore di fiducia!

Prodotti per rendere lucente il pelo del Maine Coon

gatto disteso sul tiragraffi

Vi diciamo subito che già una buona toelettatura, che sia regolare ed effettuata con gli strumenti giusti, porta il gatto ad avere un pelo morbidissimo e super lucido. Ma se volete qualche aiutino in più, esistono dei prodotti ottimi anche per i gatti a pelo molto lungo e folto come il Maine Coon.

In commercio potete trovare shampoo e balsamo appositi per gatti a pelo lungo, efficaci sul pelo e delicati sulla cute. Esistono anche lozioni a secco, onde evitare di far infuriare Micio con l’acqua (non tutti i gatti la amano!), da massaggiare delicatamente sul mantello e che non richiedono risciacquo. Fatevi sempre consigliare i prodotti migliori dal veterinario, per andare sul sicuro!

E ricordate che la salute inizia dall’alimentazione. Per aiutare un Maine Coon ad avere un pelo perfetto, lucido e sano è bene che i suoi pasti siano ben bilanciati e che includano tutti i nutrienti di base. Tra questi ricordiamo gli acidi grassi Omega 3, le vitamine A e B, proteine e minerali come lo zinco.

Come spazzolare il Maine Coon, molte persone ci hanno chiesto anche:

sguardo profondo del gatto

Come abituare il gatto a farsi spazzolare?

La soluzione è molto semplice: dobbiamo cominciare a spazzolarlo regolarmente sin da quando è cucciolo. Il gattino scopre e impara tutto nei primi mesi di vita, anche solo a gestire il “fastidio” di una spazzola o di un pettine. Il punto è proprio questo, cercare di non renderli come dei nemici ai suoi occhi ma strumenti che gli diano piacere, in un momento di profonda intimità (e coccole) con il proprio umano del cuore.

Quanti anni vive in media un Maine Coon?

Se ben mantenuto e curato al meglio, il Maine Coon vive mediamente fino a 15 anni. Età che in alcuni casi sale perfino a 20 anni o più, come dimostrano alcuni gattoni da record. Un esempio? Il Maine Coon Rubble è morto nel 2020 all’età di 31 anni!

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati