Havana Brown, perde pelo? Quando è normale e quando preoccuparsi

L'Havana Brown perde il pelo? È normale la caduta del pelo oppure, qualora succeda in modo continuo e assiduo, bisogna prendere provvedimenti? Scopriamo qualche informazione

L’Havana Brown perde pelo? Cosa sappiamo del manto di questo felino? Cerchiamo di descrivere alcune caratteristiche tipiche di tale razza per scoprire se la perdita del pelo è normale oppure se deve destare qualche sospetto della presenza di possibili scompensi.

Havana Brown: caratteristiche generali

gatto color tabacco

Esemplare di Havana Brown, fonte: Instagram, catnamedbonito

Chi è l’Havana Brown? Cosa sappiamo nello specifico di questa razza? Essa lega le sue origini all’Inghilterra. Deriva dall’incrocio fra un gatto Siamese e alcuni esemplari di gatti neri domestici.

Furono alcuni appassionati inglesi che decisero di creare un gatto che avesse questi caratteri particolari. Le sue origini, infatti, sono abbastanza recenti: si parla di accoppiamenti avvenuti circa nella seconda metà del secolo scorso.

Infatti, fu soltanto nel 1958 che iniziò ad ottenere i primi riconoscimenti ufficiali in Europa, dopo aver anche avuto una grandissima diffusione negli Stati Uniti, dove approdò qualche anno prima.

È un gatto di taglia media, con un’aspettativa di vita che si aggira intorno ai 15-20 anni circa. Dunque, la sua esistenza è abbastanza longeva per gli standard di un animaletto a 4 zampe di questo genere.

Quali sono le caratteristiche essenziali del suo pelo? Di cosa parliamo quando definiamo l’Havana Brown il gatto “color-tabacco“?

L’Havana Brown ha molte caratteristiche in comune col suo genitore più diretto, il gatto Siamese, dal quale ha preso davvero moltissimo. Una delle peculiarità più tipiche è quella che riguarda il colore del pelo: lo standard dell’Havana Brown, infatti, come afferma il suo stesso nome, prevede una sola tonalità, il marrone appunto.

Essa si può presentare con delle sfumature più o meno scure, ma rimane pur sempre il fatto che ogni esemplare, per essere considerato appartenente a tale categoria, deve necessariamente riportare questa variazioni cromatica. Qualunque altro tipo di colore non è ammesso.

Gli accoppiamenti del Siamese, dunque, furono fatti di certo con esemplari dal pelo scuro. Ecco perché si presuppone che l’altra parte di genetica confluita nell’Havana Brown sia stata ereditata da gatti domestici dal pelo nero.

Il pelo dell’Havana Brown è tenuto di media lunghezza, al tatto risulta liscio e morbido, alla vista è sempre brillante e lucente. È facile da spazzolare e non pretende particolari pratiche da seguire: una pettinata ogni due-tre giorni sarà sufficiente a mantenerlo curato e in ordine.

Ovviamente, in caso di necessità, è sempre consigliato controllare il suo manto più spesso. Ad esempio, se il nostro esemplare fosse abituato ad uscire quotidianamente e farsi la sua passeggiata di routine, la storia cambierebbe.

Sarebbe meglio, a quel punto, spazzolarlo ad ogni rientro, al fine di renderci conto dell’eventuale presenza di corpi estranei.

Una domanda a cui cercheremo di rispondere in questa sede è: l’Havana Brown perde pelo? È un adatto anallergico? Quanto è normale la perdita del suo manto? Ecco qualche informazione utile.

Havana Brown: perde pelo?

havana brown

Esemplare di Havana Brown, fonte: Instagram, catsangeles

Cosa sappiamo più nello specifico del manto di questa razza? L’Havana Brown perde il pelo? È un gatto anallergico? Ebbene, ecco alcune risposte: questo felino perde il pelo. Se ci ritrovassimo la casa completamente piena di peli del suo splendido manto marrone, non dovremmo preoccuparci troppo: è tutto normale.

Infatti, non è il gatto perfetto per chi soffrisse di allergia: tenerlo in casa e farlo gironzolare negli ambienti comuni non sarebbe una buona idea. Cosa significa essere allergici al gatto? Già di per sé questa espressione non è del tutto corretta: si dovrebbe parlare più di allergia alla sostanza che pelo e saliva rilasciano nell’aria.

Spieghiamoci meglio. Le sostanze che vengono secrete dalle ghiandole sebacee del gatto si disperdono nell’aria tramite alcune azioni che per il felino sono assolutamente normali e imprescindibili. Lui, come ben sappiamo, tiene moltissimo alla sua igiene personale: questo lo porta a leccarsi costantemente, per la maggior parte della giornata.

Leccandosi, rilascia nel suo pelo una sostanza chiamata allergene Fel d1: il pelo, a sua volta, cadendo e spargendosi per l’intero ambiente, si deposita su mobili, vestiti, oggetti etc e può causare anche gravi allergie nei soggetti più delicati.

Per non parlare, poi, del contatto diretto col pelo del gatto: se fossimo allergici, dovremmo fare attenzione ad accarezzare il nostro piccolo amico a 4 zampe. Questo non significa che sia vietato farlo, ma implica che invece sia indispensabile lavarsi immediatamente le mani con acqua e sapone per mandare via le eventuali sostanze sconvenienti.

Il gatto perde pelo in modo eccessivo? Come accorgersene?

havana brown occhi gialli

Esemplare di Havana Brown, fonte: Instagram, catnamedbonito

Insomma: abbiamo ormai assodato che l’Havana Brown provoca allergia e che, dunque, perde pelo. Ora la domanda è: quando tutto questo rientra nella norma? Come potremmo accorgerci che sta perdendo pelo in modo eccessivo e sicuramente non normale?

Ci possono essere, infatti, delle situazioni particolarmente delicate durante le quali il nostro piccolo amico a 4 zampe non si sente del tutto tranquillo e rilassato. Sappiamo che qualunque tipo di scompenso, che sia esso fisico o psichico, può influire tantissimo sull’organismo dell’animale e sul suo stato di salute.

Per quanto lo stato di salute dell’Havana Brown sia abbastanza buono e fra le malattie tipiche non prevede la perdita eccessiva di pelo, c’è un problema molto comune che potrebbe verificarsi lo stesso: l’alopecia.

In cosa consiste questa problematica? Nella perdita parziale del pelo riferita a particolari zone specifiche, quelle dove il gatto arriva a leccarsi più comodamente. Come capiamo, allora, se il nostro Havana Brown sta perdendo eccessivamente pelo? Quali sono i sintomi che portano a pensare allo sviluppo di alopecia?

Studiare il comportamento del gatto e fare attenzione alle sue abitudini è fondamentale per svariati aspetti, uno dei quali è questo: accorgerci di possibili disagi. Se notassimo che il nostro Havana Brown dedica molto più tempo del solito a leccarsi, la prima cosa da fare è controllare per bene ogni parte del suo corpo.

Qualora ci rendessimo conto del pelo più rado, di eventuali ferite o addirittura lesioni, ecco che ci troviamo di fronte all’alopecia. In quel caso, è bene contattare subito il veterinario per capire come trattare al meglio la questione. Quali sono le possibili cause che portano il gatto a leccarsi in modo eccessivo?

  • alimentazione sbagliata e di scarsa qualità
  • carenza di vitamine
  • stress dovuto al cambio di abitudini
  • noia
  • ansia
  • depressione
  • poche attenzioni da parte dell’uomo
  • ambiente non adatto alle sue esigenze

Sicuramente creare un clima più consono ai suoi bisogni è il primo passo per farlo tranquillizzare. Poi, si provvederà con una cura specifica concordata con uno specialista.