Exotic Shorthair, convivenza: chi è il padrone ideale per questo gatto?

La convivenza con l'Exotic Shorthair è a base di coccole, giochi e tanto relax: impariamo a conoscere meglio il "Persiano dei pigri"

gatto che dorme sul divano

Tranquillo e allo stesso tempo energico, la convivenza con l’Exotic Shorthair è ideale per le famiglie che vogliano accudire un micio di poche pretese.

Innanzi tutto perché si tratta di una versione del Persiano a pelo più corto, quindi più facilmente gestibile in fase di toelettatura.

Poi perché ha una personalità dolce e accomodante, è un gatto socievole che non ha problemi a legare con ogni singolo membro della famiglia.

La convivenza ideale per un Exotic Shorthair, in definitiva, è con un padrone che sappia donargli amore, relax ma anche gioco e divertimento.

Un gattone tranquillo ma di carattere

L’Exotic Shorthair è soprannominato il “Persiano dei pigri”, ma solo per quanto riguarda la cura del suo bel mantello.

esemplare di exotic shorthair colourpoint

Avendo un pelo decisamente più corto rispetto al Gatto Persiano non è difficile spazzolarlo, perde meno pelo in eccesso e basta toelettarlo un paio di volte alla settimana.

Al di là di ciò, però, l’Exotic Shorthair non è affatto un gatto per persone pigre, anzi  la convivenza ideale è con persone che gli facciano esprimere il suo lato giocherellone.

Possiamo dire che questo gattone ha due “anime” che convivono tranquillamente, perciò risulta piuttosto equilibrato.

Da una parte l’Exotic Shorthair adora il relax, passa molto tempo sonnecchiando (anche sulle gambe del padroncino) e non ama troppo essere disturbato da rumori e confusione.

Dall’altra, invece, ha una forte personalità incline al gioco e al divertimento per cui ogni giorno vi chiederà sicuramente di fargli compagnia per rincorrere topolini e giochini interattivi.

Convivenza con l’Exotic Shorthair

Accogliere in casa un Exotic Shorthair vuol dire immergersi nelle coccole e nella tenerezza.

Questo gattone dall’aspetto di un tenero orsacchiotto, infatti, è un gran coccolone e adora coinvolgere il padrone e gli altri membri della famiglia in lunghe sessioni di carezze e fusa.

gatto con gli occhi gialli

L’Exotic Shorthair lega moltissimo con i suoi amici umani ma anche con l’ambiente domestico in sé, che non abbandonerebbe mai per nessun motivo.

La gran parte dei gatti come sappiamo tende spesso a sgattaiolare verso cortili o giardini, anche per via del loro naturale istinto di predatori.

Anche l’Exotic Shorthair possiede tale istinto, ma è ben nascosto sotto uno spesso strato di pigrizia e propensione al relax.

La casa diventa il suo regno perciò chiunque vi abiti, di conseguenza, è un amico per la vita al quale esprime tutto il suo affetto incondizionato.

A differenza del Gatto Persiano, la convivenza con l’Exotic Shorthair è leggermente più movimentata, o meglio il gattone dal pelo corto tende a curiosare sempre tra le faccende dei suoi amici umani.

Non cerca il padrone soltanto per le coccole, vuole proprio essere coinvolto in prima persona nelle sue attività.

Come si comporta con estranei e animali

La convivenza in famiglia spesso include la presenza di altri animali, con cui l’Exotic Shorthair sembra andare parecchio d’accordo.

gatto con la testa grande e tornda

Del resto è un gatto per nulla aggressivo e incline al relax, non reagisce mai in maniera spropositata alla presenza di altri animali.

Con i gatti la convivenza è tranquilla a patto che si tratti di compagni altrettanto tranquilli, che non mettano a rischio la serenità dell’Exotic Shorthair.

Vanno introdotti con calma e pazienza dando il tempo ai gatti di conoscersi tra loro e prendere confidenza.

Fatto ciò, il resto è in discesa e l’Exotic Shorthair si mostrerà ben disposto a vivere con i suoi simili.

Anche con i cani è possibile una convivenza ma, come abbiamo visto per i gatti, devono essere esemplari di razze non troppo energiche e turbolente.

All’Exotic Shorthair piace giocare ed essere coinvolto nelle attività di casa ma non ama affatto chi invade i suoi spazi e lo priva della tranquillità che tanto ama.

gatto sul davanzale della finestra

Perciò non tutti i cani sono adatti alla convivenza con l’Exotic Shorthair, dobbiamo compiere una scelta ponderata e che non metta a rischio la salute fisica e mentale dei nostri animali.

Vivendo in casa non è raro accogliere amici o parenti che magari il gatto ancora non conosce e può diventare un problema se il micio reagisce male alla loro presenza.

Una cosa di cui possiamo esser certi è che l’Exotic Shorthair non ha mai comportamenti aggressivi neanche con le persone che non conosce.

Al massimo si mostra inizialmente un po’ diffidente e sulle sue, osserva da lontano finché non si assicura di potersi fidare di quella determinata persona.

Sciolto il ghiaccio, però, non disdegna qualche coccola neanche dagli estranei, a patto che questi si mostrino gentili e rispettosi nei suoi confronti.