Gatto che soffia sempre e non si calma mai: che cosa sta succedendo?

Un gatto che soffia sempre a persone e altri animali ha paura e si sente minacciato. Ecco cosa (ma soprattutto cosa non) dobbiamo fare

gatto molto arrabbiato

Avere in casa un gatto che soffia sempre non è bello, questo atteggiamento è indice di aggressività e ci dice che qualcosa assolutamente non va in lui.

I gatti generalmente sono animali piuttosto tranquilli che trascorrono tantissime ore dormendo e adorano giocare e divertirsi insieme al padroncino.

Ma quando un micio soffia c’è poco da stare tranquilli perché ci sta comunicando un disagio e sta manifestando un comportamento aggressivo di cui dobbiamo scoprire la causa.

Il linguaggio felino è complesso e articolato perciò per rendere il nostro gatto felice dobbiamo imparare a decifrarne i segni per capire quando c’è qualcosa che non va e che rende la sua vita difficile.

Quando il micio è aggressivo c’è sempre un motivo e un gatto che soffia sempre vive una condizione di nervosismo e stress che dobbiamo assolutamente comprendere e risolvere.

Gatto che soffia sempre: perché lo fa

gatto che soffia

Se un gatto soffia sempre anche quando apparentemente non c’è un motivo ben preciso vuol dire che qualcosa non va.

Ma soprattutto è un comportamento che può avere effetti negativi sulla nostra convivenza in casa perché ci mette di fronte a un piccolo felino aggressivo e sempre all’erta.

Il soffio è uno dei tanti mezzi con cui il micio ci comunica il suo stato d’animo, proprio come quando miagola o emette vocalizzi particolari.

Ad esempio spesso capita che il gatto miagoli in modo un po’ strano o che urli a squarciagola subito dopo aver mangiato. Sono tutti comportamenti che rientrano nel suo sterminato vocabolario e che spesso ci viene difficile comprendere appieno.

Naturalmente tutto dipende sempre dal contesto in cui il micio si trova, da una situazione che ha vissuto o sta vivendo ma talvolta anche da un possibile problema di salute.

Un gatto che soffia è nervoso e aggressivo e di solito questo comportamento ha due spiegazioni: o si sente minacciato da qualcosa e si mette sulla difensiva o, al contrario, vuole minacciare facendo emergere la sua natura di predatore.

Il soffio è sempre e comunque un segnale negativo con cui il gatto ci comunica chiaramente che non vuole essere avvicinato né tanto meno toccato.

Come interpretare il soffio del gatto

gatto che ha paura e abbassa le orecchie

I diversi motivi per cui il gatto soffia sono sempre legati a una sensazione negativa, di pericolo. Il micio si sente in qualche modo minacciato.

Ma per capire se il soffio è dovuto a una minaccia esterna o al fatto che il gatto vuole mettersi nella posizione di minacciare qualcun altro, persona o animale, dobbiamo osservare attentamente il resto del suo corpo.

Il linguaggio dei gatti si basa principalmente sulle posture che questi assumono a seconda delle situazioni e delle emozioni che vogliono esprimere.

È esattamente quello che facciamo noi esseri umani quando comunichiamo servendoci delle espressioni del volto, della gestualità delle mani e del tono di voce.

Solo che i gatti, a differenza delle persone, basano la comunicazione su altri segnali e ogni singolo cambiamento negli occhi, nelle orecchie, nella coda e nel corpo in generale ci dice qualcosa di loro.

Un gatto che soffia sempre si sente in pericolo

Quando il gatto soffia perché si sente minacciato e in pericolo tende a farsi piccolo piccolo e con la postura del corpo comunica al mondo esterno la sua paura.

Rimpicciolendosi sta urlando a gran voce che è letteralmente terrorizzato, perciò si pone in una posizione di sottomissione in un certo senso.

È un modo inconscio con cui cerca di evitare lo scontro perché si sente in qualche modo in una posizione di inferiorità e infatti in questi casi cerca sempre una via di fuga e il tutto si conclude con il micio che va a nascondersi da qualche parte.

Un esempio lampante sono i gattini molto piccoli appena separati dalla mamma e dai fratellini che quando si ritrovano catapultati in un nuovo ambiente e tra nuove persone hanno paura e iniziano a soffiare.

I gattini sono naturalmente impauriti perché non conoscono ciò che li circonda e istintivamente ci comunicano questo loro disagio.

Un gatto che soffia sempre vuole aggredirci

gatto randagio aggressivo

Nel secondo caso se il gatto soffia sempre vuole dirci che è pronto all’attacco, sta cercando in un modo parecchio eclatante di apparire minaccioso e allontanarci.

Non è affatto un buon segnale e anche in questo tipo di situazione siamo di fronte a un animale aggressivo e potenzialmente pericoloso.

Basta un niente, anche solo un gesto che lo faccia innervosire per portarlo ad aggredirci con morsi e graffi. E allora sì che son dolori!

Per quanto possa essere lieve e superficiale il morso del gatto è dolorosissimo e, in più, può anche essere pericoloso perché ci può trasmettere brutte infezioni e persino malattie.

Un gatto che soffia sempre perché vuole essere minaccioso inarca la schiena drizzando il pelo e, in più, si mette di traverso in modo tale da sembrare molto più grande di quanto non sia in realtà.
Questa postura del corpo insieme al soffio (e spesso addirittura il ringhio) vuole dire soltanto una cosa: dobbiamo stargli alla larga.

Altre ragioni per cui il gatto soffia

gattino spaventato

Appare chiaro che un gatto che soffia sempre non promette niente di buono e non solo mette in pericolo la nostra salute ma è soprattutto indice che sta vivendo una profonda condizione di stress e disagio.

Il gatto può soffiare sia quando crede di essere in pericolo e quindi non si sente affatto al sicuro in casa propria sia quando vuole minacciare qualcun altro mostrandosi aggressivo.

In ogni caso si parla sempre di minaccia ed è evidente che questa condizione di stress dipende dall’ambiente in cui vive, inclusi noi o gli altri animali con cui conviviamo.

Nella gran parte dei casi, infatti, il gatto che soffia vuole respingere il nemico perciò soffia sempre in presenza di altri gatti che considera degli “invasori” del suo territorio.

I gattini, invece, non solo soffiano quando vengono separati dalla mamma e hanno paura ma anche quando giocano simulando il comportamento dei gatti adulti.

Gatto che soffia sempre: cosa fare

gatto che si nasconde perché ha paura

Con un gatto che soffia dobbiamo sempre fare soltanto una cosa: allontanarci immediatamente da lui e lasciarlo sbollire finché non si sarà calmato.

Mai provare a toccarlo o accarezzarlo perché qualsiasi gesto potrebbe essere intrepretato da lui come una minaccia o un attacco, e reagirebbe quindi di conseguenza.

Un micio aggressivo non vuole le coccole, in quel momento ha la mente completamente annebbiata e non vede altro che il pericolo da cui si sente travolto.

Perciò è naturale che istintivamente voglia fuggire o, peggio, che arrivi a livelli di stress e rabbia tali da passare all’attacco scagliandoci contro graffi e morsi dalle conseguenze anche gravi.

Ecco perché il gatto soffia sempre quando lo portiamo dal veterinario oppure quando entrano in casa degli ospiti che non gli vanno tanto a genio.

Non vuole essere toccato né manipolato, caratteristica comune in realtà alla maggior parte dei piccoli felini che non amano particolarmente essere presi in braccio e strattonati come dei peluche.

Se questo comportamento, però, assume una connotazione quasi patologica e il gatto soffia sempre senza che riesca a calmarsi mai dobbiamo correre ai ripari.

Facciamoci consigliare dal veterinario un comportamentista professionista, specializzato proprio nel risolvere i problemi comportamentali dei gatti. Lui saprà sicuramente venirne a capo e ci darà i consigli migliori per risolvere questa spiacevole situazione.