Ragdoll

Ragdoll
gatto Ragdoll

Esemplare di Ragdoll

Dati generali
Etimologia Il nome significa letteralmente “bambola di pezza“, deriva dal carattere molto rilassato di questa razza, caratteristica atipica per un gatto
Genitori Nasce da una mutazione spontanea in seguito all’accoppiamento tra una femmina di Persiano (o Angora) e diversi maschi Birmani (o Burmesi)
Presente in natura No
Longevità 12-15 anni
Impieghi Animale da compagnia
Riproduzione
Fecondità Sono ammessi accoppiamento tra esemplari della stessa razza

Il Ragdoll è una razza di gatto dal pelo semi-lungo, estremamente dolce ed affettuoso: proprio da questa caratteristica prende il suo nome che tradotto dall’inglese significa bambola di pezza.

Il gatto Ragdoll, infatti, ama stare in braccio ed è capace di abbandonarsi alle coccole completamente, come fosse una bambola. Per questo motivo è anche considerata una delle razze più adatte alla compagnia dei bambini, essendo molto tollerante può anche essere disposto ad essere portato a spasso in un passeggino o a farsi vestire con abiti da bambole. Il ragdoll è un gatto che vi seguirà sempre per casa, che giocherà a riportare la pallina e che si addormenterà con voi la notte. Va d’accordo anche con i cani, e come loro può essere abituato ad andare in giro al guinzaglio.

Scheda informativa del Ragdoll
Taglia Grande
Per bambini Più adatto alle coccole che ai giochi, sa comunque essere un paziente compagno per i bambini
Con altri gatti Tipicamente una razza socievole, va d’accordo con i suoi simili, importante che non siano turbolenti
Con cani Per vivere serenamente con loro è importante che siano cresciuti insieme
Anallergico No
Tendenza al sovrappeso Generalmente poco attivo per natura, va tenuta sotto controllo l’alimentazione
Tendenza a fuggire Affezionato all’ambiente di casa e pigro, la fuga è una possibilità remota

Origini storiche della razza

Il Ragdoll è una razza di gatto molto giovane, infatti le sue origini risalgono al 1963 e fu creato in California dall’allevatrice Ann Baker. Essa volle creare dei gatti bellissimi, dalla personalità affettuosa e gentile, partendo da una gatta domestica di origini sconosciute chiamata Josephine. Josephine era una gatta dal pelo lungo e bianco da tratti simili ai Siamesi, che nel suo bagaglio genetico portava i tratti seal mitted o black tuxedo che caratterizzano i gatti dalle zampe “guantate”. I Ragdoll di oggi discendono da Josephin e suo figlio Daddy Warbucks e da altri esemplari maschi a pelo lungo sconosciuti.

La Cat Fanciers Association cominciò a riconoscere la razza nel 1993, e nel 2000 un Ragdoll riuscì a vincere una CFA Championship permettendo così di essere riconosciuta da tutte le maggiori associazioni Nord Americane.

Carattere

Docile e di indole buona, il carattere dei Ragdoll lo rende un compagno domestico ideale. Questi gatti sono un’agglomerato di dolcezza, tranquillità e devozione per il loro padrone avvolti da un pelo setoso con zampe dalla punta bianca. I ragdoll accolgono il ritorno a casa del padrone con fusa, strusciate sulle gambe e baci, seguendolo in ogni dove. Sono animali giocosi ma non iperattivi, si adattano ad ogni ambiente e vanno d’accordo con adulti, bambini, altri gatti e cani. Facili da ammaestrare, si abituano alle regole della casa e anche ad andare in giro al guinzaglio.

Caratteristiche fisiche

Zampe

Le zampe dei Ragdoll sono solide e di media lunghezza, la muscolatura è mediamente sostanziosa, le zampe posteriori sono leggermente più muscolose. La punta delle zampe è arrotondata, grande e provvista di ciuffi di pelo.

Corpo

Il corpo del Ragdoll è largo e lungo, robusto, muscoloso e con un’ossatura pesante. Le femmine possono essere notevolmente più piccole degli esemplari maschi, infatti il loro peso è normalmente compreso tra i 4 e i 7 kg, mentre quello dei maschi può arrivare anche a 9 kg. I Ragdoll maturano lentamente, raggiungendo la loro piena dimensione attorno ai 4 anni d’età.

Testa

La testa dei Ragdoll è grande e proporzionata al corpo, il muso è leggermente arrotondato ed in linea con le guance.

Il naso è leggermente curvo con la punta dritta ed è di media lunghezza.

Il mento è ben sviluppato, forte ed in linea con il labbro superiore e il naso. Il collo è robusto e forte.

Le orecchie sono di media grandezza, larghe alla base e con la punta arrotondata pendente in avanti.

Gli occhi sono grandi, distanziati, moderatamente inclinati e di un blu intenso.

Coda

La coda dei Ragdoll è lunga e proporzionata al corpo, la base è di media grandezza e va restringendosi leggermente verso la punta.

Pelo

Il pelo dei Ragdoll è semi-lungo, setoso, soffice e rasente il corpo. Il sottopelo è mediamente fitto e la gorgiera mediamente folta. Il pelo dei gatti di questa razza è sostanzialmente facile da pulire vista la sua consistenza morbida e setosa. È sufficiente spazzolarlo una o due volte a settimana per rimuovere e prevenire la formazione di nodi.

Colore

Il Ragdoll è disponibile in quattro diverse fantasie (mitted, van, bicolor e colorpoint) ed in sette diversi colori (seal, blue, chocolate, lilac, red, cream e tortie).

Cuccioli

Il cucciolo di Ragdoll sono dolcissimi e molto disponibili con la famiglia. Fin da piccolissimo, sa adattarsi perfettamente all’ambiente in cui e sa avvicinarsi all’uomo nel modo giusto per creare una bella amicizia.

Ricerca sempre le coccole, le attenzioni e le giuste cure per sentirsi amato e parte integrante della famiglia: farà di tutto pur di essere un vero e proprio membro di essa!

Già dalla tenera età, il Ragdoll è sempre pronto ad interagire anche con i bambini. È abbastanza intelligente da capire che essi vanno trattati con delicatezza e pacatezza, ma anche che hanno bisogno di giocare. Saranno allora i primi a proporsi come compagni di vita dei più piccoli, per condividere insieme ogni momento della giornata.

Salute

I Ragdoll genericamente beneficiano di buona salute, ma i calcoli alla vescica e la Cardiomiopatia Ipertrofica sono le malattie più comunemente registrare per questa razza.

I calcoli nel gatto, sono una delle cause della Sindrome Urinaria Felina (FUS), meglio detta Sindrome del basso tratto urinario felino. I calcoli creano uno stato di infiammazione, soprattutto a livello vescicale e di uretra. La presenza del calcolo provoca l’alterazione della mucosa interna alla vescica che quindi si esfolia, formando al suo interno uno strato cellulare mucoso. I sassolini si aggregano in una sorta di sabbia che può infilarsi nel canale uretrale, che è a forma di imbuto, creando una parziale o totale ostruzione, soprattutto se, assieme ai calcoli è presente anche una buona quantità di muco.

La cardiomiopatia ipertrofica è la forma più comune di malattie vascolari nei gatti e causa l’ispessimento del muscolo cardiaco.

Indicazioni sull’alimentazione

Non ci sono troppe preoccupazioni riguardo l’alimentazione di un gatto di razza Ragdoll. La sua salute è abbastanza forte e il cibo da proporgli può essere di qualunque genere.

Ciò che conta è il fatto di dargli sempre cibo di ottima qualità. Che siano umico, crocchette o dieta casalinga decisa col veterinario, preoccupiamoci di dargli le giuste sostanze nutritive, necessarie al sostentamento e al fabbisogno giornaliero di energie.

Per quanto riguarda le dosi, il Ragdoll sa cavarsele da solo senza alcun problema: sì, ama mangiare, ma sa anche come e quando controllarsi senza esagerare.

Toletettatura

Il Ragdoll è un gatto a pelo semi-lungo, dunque bisognerà dare molta attenzione alla cura del suo manto, per fare in modo che lui possa vivere sempre in salute e senza problemi.

Soprattutto le zampe hanno il pelo abbastanza folto, di conseguenza sarà bene controllarle sempre e pulirle costantemente. Questo permetterà di tenerle igienizzate e scacciare via eventuali parassiti, corpi estranei o sporcizia varia.

Va spazzolato quotidianamente per togliere il pelo in eccesso e contribuire alla brillantezza e alla pulizia del manto. Per farlo abituare alla spazzolatura, è importante fargli prendere confidenza con questa attività fin da molto piccolo.

Allevamenti

Per quanto riguarda gli allevamenti del gatto di razza Ragdoll, sembrerebbe essercene alcuni amatoriali in Emilia-Romagna, in particolare nella provincia di Bologna, alcuni in Lombardia, nella provincia di Milano, alcuni in Veneto, nella provincia di Treviso, altri ancora in Sicilia, in provincia di Messina.

Prendersi cura del Ragdoll

Il gatto di razza Ragdoll non ha un carattere iperattivo, che tende a voler sempre essere in movimento, d’altra parte è molto curioso. Questo aspetto lo spinge spesso a cacciarsi in qualche guaio: cosa possiamo fare?

Nonostante ami starsene in cassa a ricevere e dare coccole e attenzioni, il gatto ama moltissimo esplorare il mondo: l’ambiente esterno lo affascinerà a tal punto da spingerlo a scappare per rincorrere chissà cosa e scoprire le novità.

Ricordiamoci, allora, di osservare ad ogni suo movimento e tenere sempre ben chiuse porte e finestre, o comunque di controllare gli spostamenti per evitare di farlo scappare di casa e cacciarsi in pericolo.

Se abbiamo un giardino e vogliamo fargli fare una passeggiata, nessun problema: teniamolo però sempre sott’occhio e non distraiamoci!

Curiosità

Il Ragdoll è un gatto molto elegante e raffinato, con la caratteristica specifica di avere uno sguardo profondissimo, con gli occhi di un colore azzutto intenso e brillante.

È particolare il suo temperamento, che a volte è riconducibile a quello che generalmente di attribuisce ad un cagnolino: si rende disponibile all’addestramento, in alcuni casi anche al riporto di oggetti o alla passeggiata al guinzaglio.

Curiosa è l’origine del nome stesso: Ragdoll significa “bambola di pezza”. Questo aspetto è riferibile al fatto che tale gatto è talmente tenerone e affettuoso che ama starsene accoccolato fra le braccia del padroncino proprio appunto come si farebbe con una bambola.