Malattie dei gatti

Le malattie dei gatti sono quelle infezioni o malattie che infettano i felini. Alcune di queste causano sintomi, malattia o morte dell’animale e possono essere sintomatiche in un gatto ma non in altri gatti. Alcune malattie possono essere trattate e l’animale può avere un recupero completo, mentre altre, come le malattie virali, non possono essere trattate con antibiotici. Questo perché gli antibiotici non sono efficaci contro i virus.

Le malattie per cui il gatto viene vaccinato sono generalmente quattro:

  • leucemia felina FeLV;
  • panleucopenia felina;
  • calicivirosi;
  • rinotracheite virale felina.

Inoltre esistono altre malattie, non sempre vaccinabili, che colpiscono i gatti, come ad esempio la FIV o la FIP. I principali sintomi, quelli più evidenti, sono: vomito, diarrea e prurito. Ecco una breve guida ad alcune delle più diffuse e comuni malattie dei gatti:

  • Cancro: il cancro è una classe di malattie in cui le cellule crescono in modo incontrollabile, invadono il tessuto circostante e possono diffondersi in altre aree del corpo. Come con le persone, i gatti possono avere vari tipi di cancro. La malattia può essere localizzata (confinata in un’area, come un tumore) o generalizzata (diffusa in tutto il corpo)
  • Diabete: il diabete nei gatti è una malattia complessa causata da una mancanza dell’insulina ormonale o da una risposta inadeguata all’insulina. Quando un gatto non produce insulina o non può usarlo normalmente, i suoi livelli di zucchero nel sangue aumentano. Il risultato è l’iperglicemia, che, se non trattata, può causare molti problemi di salute complicati per un gatto
  • Sindrome da immunodeficienza virale o FIV: I gatti infetti da virus dell’immunodeficienza felina (FIV nel gatto) potrebbero non mostrare sintomi fino a anni dopo l’infezione iniziale. Sebbene il virus sia ad azione lenta, il sistema immunitario di un gatto viene gravemente indebolito una volta che la malattia ha preso piede. Questo rende il gatto suscettibile a varie infezioni secondarie. I gatti infetti che ricevono cure mediche e tenuti in un ambiente privo di stress possono vivere una vita relativamente confortevole per mesi o anni prima che la malattia raggiunga le sue fasi croniche.
  • Leucemia felina o FeLV: il virus della leucemia felina è un retrovirus RNA trasmissibile che può inibire gravemente il sistema immunitario di un gatto. La FeLV nel gatto può causare la morte
  • Peritonite infettiva o FIP nel gatto: è una malattia infettiva, una peritonite che può portare alla morte, causata da un coronavirus felino, non trasmissibile alle persone o agli altri animali domestici. I sintomi possono essere confusi con quelli della FiV o della FeLV
  • Panleucopenia felina: dovuta al parvovirus, provoca sintomi iniziali come vomito, febbre, anoressia, disidratazione, congestione e secchezza mucosa, dolore addominale, ingrossamento dei linfonoidi, fino a leucopenia e diarrea. Per prevenire la panleucopenia nel gatto lo si può vaccinare
  • Rabbia nel gatto: è una malattia virale che colpisce il cervello e il midollo spinale, prevedibile mediante vaccino, ma una volta che i sintomi compaiono la rabbia è quasi sempre fatale
  • Tigna nel gatto: conosciuta anche come dermatofitosi, non è causata da un verme, ma un fungo che può infettare la pelle, i capelli e le unghie e che spesso si diffonde anche agli altri animali domestici, contagiandoli
  • Calicivirosi: colpisce tramite il calicivirus ed è contagiosa, ma soprattutto può dare serie conseguenze e sintomi come ulcere al palato duro (palato superiore) e alla lingua e problemi respiratori. Si può prevenire
  • Rinotracheite virale felina: estremamente contagiosa, è prodotta dall’herpesvirus e può causare la morte. Tra i sintomi: febbre, tosse salivazione viscosa, cheratite ulcerosa, starnuti eccessivi e scoli nasali mucopurulenti
  • Toxoplasmosi: è una malattia parassitaria causata da piccoli parassiti del genere protozoa Toxoplasma gondii che si trasmette ingerendo topi o uccelli infetti; per questo, i più soggetti a contrarre questa malattia sono i gatti randagi e quelli abituati a vivere all’esterno. La toxoplasmosi è prevalentemente asintomatica e i sintomi possono essere confusi con altre patologie (febbre, inappetenza, dimagrimento)
  • Vermi intestinali: i gatti possono acquisire una varietà di parassiti intestinali, inclusi alcuni che vengono comunemente definiti “vermi”. Le infestazioni possono causare una varietà di sintomi. Alcuni vermi felini possono anche essere pericolosi per la salute umana.

Ricordiamo di non somministrare antibiotici in autonomia al gatto malato ma di rivolgersi al veterinario e seguire strettamente i suoi consigli. Qui di seguito tutti gli articoli e approfondimenti sulle malattie dei gatti, una per una: